5 per l’inferno

5 per l’inferno è un film del 1969, diretto da Gianfranco Parolini.

Trama

Nella primavera del 1944, l’avanzata alleata in Italia è bloccata sulla linea Gustav e sulla testa di ponte di Anzio dalla forte resistenza tedesca. Lo spionaggio alleato ha scoperto che i tedeschi stanno per lanciare un’offensiva (piano K) per ributtare a mare le forze angloamericane e che i piani dettagliati dell’attacco sono custoditi a Villa Verde, il comando tedesco dell’Italia centrale, sotto il comando del generale Gerbordstadt. Per impossessarsi dei preziosi documenti viene formata una squadra speciale composta dal tenente Hoffmann, ex giocatore di baseball; dal sergente McCarthy, abile lanciatore di coltelli e dai soldati Nick Amadori, atleta professionista; Al Siracusa, uno scassinatore e Johnny White, esperto di esplosivi.

 

BUY DVD english language on amazon

Five for Hell

 

Prima di partire, Hoffmann viene informato che sarà aiutato a entrare a Villa Verde da Helga Richter, un ausiliaria tedesca divenuta spia alleata; ma dovrà guardarsi dallo spietato colonnello delle SS Hans Mueller che sta fucilando numerosi partigiani italiani. Il gruppo oltrepassa le linee tedesche e dopo varie peripezie, la sera stabilita, arriva a Villa Verde : dopo aver eliminato le sentinelle e superato la recinzione elettrificata, la squadra arriva nella stanza della cassaforte e dopo averla scassinata fotografa i fascicoli del Piano K (viene anche ucciso con un coltello il, generale Gerborstadt); i negativi vengono poi nascosti in una speciale palla da baseball che viene lanciata fuori dal cortile.

Nel frattempo Mueller ha scoperto il doppio gioco della Richter (che aveva passato una notte con lui per cercare di distrarlo da un sistema d’allarme che scattava se qualcuno tentava di aprire la cassaforte) e all’alba la fa fucilare.

Intanto sono stati scoperti i cadaveri delle sentinelle e viene dato l’allarme; inizia così una furiosa sparatoria in cui restano uccisi Siracusa e White, McCarthy è ferito gravemente ma Amadori salta oltre la recinzione e recuperata la palla con i negativi, scappa nel bosco. Hoffmann solo e senza munizioni si arrende ma Mueller lo vuole fucilare, allora Hoffmann esce dalla parte di recinzione tagliata nella notte e lasciata senza corrente, quando anche i tedeschi vogliono fare altrettanto, McCarthy riattacca la corrente e Mueller e suoi uomini rimasi restano folgorati.

Commento

C’era una volta il Piano K e un colonnello delle SS di nome Hans Mueller che lo sorvegliava a Villa Verde, al di qua delle truppe naziste attestate ad Anzio per fermare l’avanzata degli Alleati. C’erano anche 5 soldati speciali, messi insieme dall’ex giocatore di baseball Glenn Hoffmann, ora in forze nell’esercito, ed erano uno più funambolico dell’altro: Al Siracusa, scassinatore, Johnny White, esperto di esplosivi, McCarthy, lanciatore di coltelli e Nick Amadori, atleta olimpionico.

Sono loro i “5 per l’Inferno”, con una missione chiara quanto mortale: fotografare il Piano K e salvare il mondo occidentale dal Nazismo. Riusciranno nell’impresa e a tornare tutti vivi oltre le linee nemiche?

Bravo nel ruolo del nazista cattivo Klaus Kinski, ottimo il militare statunitense che è Gianni Garko, e la bella collaborazionista austriaca convertitasi al nemico – Helga Richter – che è Margaret Lee (“Banditi a Milano” di Lizzani appena l’anno prima). Questo film di solidissimo mestiere – traghettato da Gianfranco Parolini ben oltre la spartana sufficienza dei mezzi messi in campo – diventerà un vero e proprio serbatoio a ogni livello (scenico, registico e di scrittura) per i successivi italian war combat a venire.

Locations

IL FILM FU GIRATO A FRASCATI, ROMA E SACROFANO.

la sede del comando tedesco, nella prima immagine che il film ci mostra di esso (mentre i 5 si avvicinano), non è ancora Villa Parisi ma la vicina Villa Aldobrandini (sempre a Frascati).

La piazza in cui i cinque arrivano in corriera, dove sono poi aiutati dal carabiniere, che vediamo in fondo è via San Biagio a Sacrofano (Roma)

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 4]
Story
0
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader
FOTO E POSTERS

 

5 per l’inferno
Paese di produzione Italia
Anno 1969
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, drammatico, guerra
Regia Gianfranco Parolini
Soggetto Sergio Garrone
Sceneggiatura Renato Izzo Gianfranco Parolini
Scenografia Elio Micheli
Costumi Elio Micheli
Camera and Electrical Department
Romeo Catti grip (as Romeo Cattel)
Edmondo Ricci gaffer
Emilio Varriano camera operator
Benito Alchimede boom operator
Raffaele Benedetti sound
Bruno Brunacci sound engineer
Romano Pampaloni sound
Iolanda Conti hair stylist
Emilio Trani makeup artist
Music by
Elsio Mancuso (as Vasco-Mancuso)

Interpreti e personaggi
Gianni Garko: Lt. Glenn Hoffmann (con il nome John Garko)
Margaret Lee: Helga Richter
Klaus Kinski: SS Col. Hans Mueller
Aldo Canti: Nick Amadori (con il nome Nick Jordan)
Salvatore Borghese: Al Siracusa
Luciano Rossi: Johnny ‘Chicken’ White
Samson Burke: Sgt. Sam McCarthy (con il nome Sam Burke)
Irio Fantini: General Frederich Gerbordstadt
Biagio Gambini: Helga’s lover (non accreditato)
Mike Monty: Capitain Nixon (non accreditato)
Bill Vanders: American General (non accreditato)

Doppiatori italiani
Viero Spadoni … production assistant
Gabriella Genta … voice dubbing: Margaret Lee
Michele Kalamera voice dubbing: Gianni Garko
Germano Longo … voice dubbing: Samson Burke
Giancarlo Maestri voice dubbing: Klaus Kinski
Luciano Melani … voice dubbing: Luciano Rossi
Roberto Villa … voice dubbing (uncredited)

Facebooktwittergoogle_pluspinterest