Anche se volessi lavorare, che faccio?

Anche se volessi lavorare, che faccio? è un film italiano del 1972 che vede l’esordio alla regia di Mogherini e tra i protagonisti Enzo Cerusico e Ninetto Davoli.

Trama

Nel Lazio quattro giovani di nome Riccetto, Girasole, Lallo e Tombarolo cercano di guadagnarsi da vivere rubando ciò che trovano nelle tombe dei ricchi sepolti. Essendo poco esperti, spesso si ritrovano nei guai o inseguiti dalla polizia. Dato che l’uomo per cui i ragazzi lavorano, tale Garrone, è losco e crudele che pensa solo al guadagno e non a pagarli come dovrebbe, Riccetto e gli altri pensano di organizzare un colpo serio e definitivo ad un sito archeologico. Il loro bersaglio è il museo etrusco e se i ragazzi avessero compiuto le cose a dovere si sarebbero sistemati per molti anni a seguire. Ma per avere decisamente fortuna nella rapina, i quattro devono fare affidamento a Nereo Pirelli il quale, essendo condannato già ai domiciliari per furti precedenti, pensa di ridurre la sua pena denunciando tutto alla Guardia di Finanza. Anche i carabinieri che spesso inseguivano i quattro tombaroli vengono a sapere del colpo al museo e così nella notte in cui i ragazzi vanno a derubare il sito archeologico, si scatenerà una tremenda battaglia. Mentre gli uomini della finanza combattono contro i carabinieri per il possesso della necropoli, i giovani, spaventati, si danno alla fuga e uno di loro muore finendo sotto una macchina.

 

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale: Anche se volessi lavorare, che faccio?
Una scena del film
Paese di produzione    Italia
Anno    1972
Durata    99 min
Genere    commedia
Regia    Flavio Mogherini
Soggetto    Marino Onorati, Flavio Mogherini
Sceneggiatura    Enzo Cerusico, Flavio Mogherini
Fotografia    Arturo Zavattini
Montaggio    Mario Morra
Musiche    Ennio Morricone
Scenografia    Vincenzo Morozzi

Interpreti e personaggi

Enzo Cerusico: Girasole
Ninetto Davoli: Riccetto
Adriana Asti: Pasquina
Luciano Salce: maresciallo Dorigo
Maurizio Arena: Garrone
Vittorio Caprioli: Due novembre
Giovanni Barbato: Lallo
Paolo Rosani: Asvero
Fiorenzo Fiorentini: zio di Pasquina
Tiberio Murgia: faccia di porco
Nerina Montagnani: nonna di Girasole
Ugo Fangareggi: Don Cosimo
Giorgio Dolfin: doganiere
Livio Galassi: doganiere Santolin
Giacomo Rizzo: doganiere Boteon
Lino Coletta: Grimaldello
Ettore Mattia: l’antiquario
Orchidea De Santis: prostituta
Francesca Romana Coluzzi: sig.na Tilde

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest