Black Dahlia

Black Dahlia è un film di genere poliziesco del 2006, diretto da Brian De Palma, con Josh Hartnett e Scarlett Johansson.

Trama

 

 

amazon3pbannera

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella Hollywood del 1947 due poliziotti, ex pugili, Lee Blanchard e Bucky Bleichert sono incaricati di indagare sull’assassinio dell’ambiziosa Betty Ann Short, detta la dalia nera. Mentre Blanchard è sempre più preoccupato perché il raccapricciante omicidio minaccia la sua relazione con Kay, il suo partner Bleichert si sente sempre più attratto dalla enigmatica Madeleine Linscott, figlia di uno degli uomini più importanti della città, che si rivela stranamente legata alla vittima.

Recensione

The Black Dahlia” (2006) diretto da Brian De Palma è sicuramente uno dei suoi film migliori. È scioccante, oscuro, molto intelligente ed estremamente bello. A volte è perfino esagerato, ma come faresti un film sull’indagine sul più famoso e macabro omicidio mai risolto a Hollywood in modo diverso? Mi piace questo Crime Thriller travolgente, accanito, campy con gli elementi evidenti della commedia nera (il genere più amato quando è ben fatto). The Black Dahlia è uno dei rari film che ti fa dimenticare tutti i loro difetti. Non riuscivo a staccare gli occhi dallo schermo. Il modo in cui De Palma usa la luce, le ombre, la sua combinazione di colori, nero e oro – il mio preferito, il suo uso delle scale e il modo in cui prima possiamo notare il corpo è Arte, vero film noir realizzato da un artista. Inoltre, non posso semplicemente essere indifferente a un film che usa la canzone di Cole Porter “Love for sale” che adoro come viene interpretata da k.d. Lang.

Il film mi ha catturato con la sua grandiosità visiva, l’atmosfera accesa di pericolo, l’umore cupo e disperato ed è per questo che mi piace così tanto. Betty Short è straziante e mi è piaciuta Hillary Swank per la prima volta nella mia vita (sì, so che è stata due volte vincitrice dell’Oscar ma mi è piaciuta qui, quando si disse “Bucky … cercherò di ricordare. .. che “- è stata una buona recitazione, un’ironia che non avevo mai visto prima.) Credo anche che Fiona Shaw sia stata meravigliosa nel suo ruolo – semplicemente non poteva essere interpretata in modo diverso e rendere il suo personaggio così è un risultato artistico e non la mancanza di abilità recitative come molti sembrano credere.

Rispetto i film che mi intrattengono, mi eccitano e restano con me anche se vedo molto bene la loro debolezza. “Black Dahlia” è uno di questi film. Sono forse uno dei pochissimi spettatori al mondo che è stato davvero soddisfatto del finale e della grande rivelazione prima di esso. Sì, è bizzarro, ed è grottesco, ma si adatta perfettamente a tutto il film e quando ho detto prima quanto fosse intelligente il film, intendevo, quanto i suoi creatori hanno esplorato solo una delle prove e usato le opere di letteratura, arte e il cinema precedente per costruire l’intera storia possibile dietro l’omicidio basato su di esso. Diretto dall’artista con una visione e un talento unici, “The Black Dahlia” sarà ancora più apprezzato con il passare del tempo.

Curiosità

 

 

Il libro di James Ellroy era basato in parte sulla vera storia dell’omicidio di Elizabeth Short, un’aspirante attrice che si era trasferita a Hollywood a metà degli anni ’40 da Medford, nel Massachusetts. Un vagabondo e un attaccante che non è mai riuscito a penetrare nei film, scomparve all’inizio del gennaio 1947. Il 15 gennaio 1947, il suo cadavere orribilmente mutilato fu trovato in una zona deserta nel centro-sud di Los Angeles. Il suo assassino non è mai stato identificato pubblicamente o arrestato.

Quando Dwight “Bucky” Bleichert va a cercare tra le fotografie, puoi vedere una vera foto di autopsia di Elizabeth Short.

Josh Hartnett e Aaron Eckhart si sono allenati per le loro scene di boxe per 7 mesi in sessioni di 4 ore.

Il libro è stato opzionato nel 1986. Ci sono voluti 20 anni per realizzarlo.

Originariamente, David Fincher aveva pianificato di dirigere e intendeva realizzare una versione di tre ore interamente girata in bianco e nero. Fincher lasciò quindi il progetto, apparentemente perché dubitava che sarebbe stato in grado di realizzare il film esattamente come lui immaginava.

Lo screen test che i personaggi continuano a guardare non sono nel romanzo di James Ellroy. Erano un dispositivo di trama creato dallo sceneggiatore Josh Friedman. La vera Elizabeth Short ha affermato di aver fatto uno screen-test nei principali studi ma non è mai stato trovato un filmato del genere.

Originariamente, Mia Kirshner intendeva alimentare linee per potenziali attori nei test di screening. Tuttavia, la sua performance attirò così l’attenzione del regista Brian De Palma e dello scrittore Josh Friedman che fu scritturata come Elizabeth Short e il suo ruolo si espanse significativamente rispetto al romanzo.

Il personaggio di Rose McGowan Sheryl Saddon sembra ispirato a una persona reale, una Sherryl Maylond, che aveva condiviso una stanza con Elizabeth Short e altre sei ragazze.

Il taglio iniziale di Brian De Palma è durato all’incirca tre ore ed è stato un fedele adattamento del libro, con più tempo dedicato al crollo psicologico di Bucky durante le indagini e alla sua ossessione per vendicare il Dahlia. A James Ellroy è stato mostrata una stampa di questa versione e ha scritto un saggio elogiandolo; intitolato “The Hillikers”, è stato pubblicato in ristampe del romanzo, che sono state pubblicate prima della proiezione del film. Nell’intervallo tra Ellroy che ha visto il taglio del regista e la pubblicazione del suo saggio, il film è stato modificato in modo significativo. Dopo aver visto il taglio teatrale, Ellroy ha rifiutato di commentare, tranne che per dire al “Seattle Post-Intelligencer”, “Senti, non mi farai dire nulla di negativo sul film, quindi potresti anche rinunciare “.

L’amico di lunga data di Brian De Palma, l’attore William Finley, spesso protagonista di molti dei precedenti film di De Palma, ha interpretato il ruolo di George Tilden, il suo unico ruolo cinematografico post-1994.

Il romanzo originale proviene dalla stessa serie di L.A. Confidential (1997), con Patrick Fischler che interpreta la versione più giovane del personaggio di Ron Rifkin, Ellis Loew, da quella storia. Il libro conteneva anche una versione più giovane del personaggio di Darrell Sandeen, Leland “Buzz” Meeks.

‘Elizabeth Short (I)’ (qc) non aveva un secondo nome nella vita reale, ma durante l’autopsia viene chiamata Elizabeth Ann Short.

Il personaggio di Lorna Mertz, interpretato da Jemima Rooper, era basato su una figura del caso reale di nome Norma Lee Myer. Con il nome di Lynn Martin, aveva vissuto con Elizabeth Short e un’altra ragazza di nome Marjorie Graham in un hotel poco prima dell’omicidio. Al momento dell’indagine, Martin aveva 15 anni e aveva diversi arresti nel suo record.

Brian De Palma ha offerto il ruolo di Madeleine Linscott a Eva Green, ma lei ha rifiutato perché non voleva essere un dattilografo come una “femme fatale” e il ruolo è andato a Hilary Swank.

Su consiglio di un amico, lo sceneggiatore Josh Friedman ha incluso i test di schermo per ottenere informazioni dettagliate sul personaggio.

Brian De Palma ha incontrato Rose McGowan un anno prima delle riprese di questo film e le ha offerto il ruolo di Sherryl Saddon.

Mark Wahlberg aveva inizialmente firmato per interpretare Lee Blanchard al fianco di Josh Hartnett, ma la pianificazione dei conflitti con il progetto The Brazilian Job (????) gli ha impedito di partecipare anche se la produzione del sequel di The Italian Job (2003) è stata respinta.

Cate Blanchett ha un cameo non accreditato e non menzionato nel film. Nella scena in cui il personaggio di Josh Hartnett è in un bar lesbo che fa domande e vede il personaggio di Hilary Swank per la prima volta, Cate Blanchett è una delle ballerine mentre la canzone viene cantata e ci sono almeno due sequenze di lei quando Josh Hartnett il personaggio sta chiedendo ad alcune donne a un tavolo se hanno visto Elizabeth Short.

L’eccentrico personaggio di George Tilden è menzionato come “figlio di un chirurgo”, una descrizione che si applica anche al regista Brian De Palma.

A Maggie Gyllenhaal è stata offerta la parte di Elizabeth Short ma l’ha rifiutata.

Quando The Brazilian Job (????) è stato spinto più indietro nello sviluppo, Mark Wahlberg, la prima scelta del regista Brian De Palma, è stato nuovamente disponibile per le riprese. Tuttavia, a Wahlberg è stata offerta la possibilità di lavorare con Martin Scorsese in Il defunto – Il bene e il male (2006) e ha rifiutato il ruolo, che alla fine è andato ad Aaron Eckhart.

Uscite all’estero

Japan 9 August 2006 (Tokyo)
Italy 30 August 2006 (Venice Film Festival) (premiere)
France 2 September 2006 (Deauville Film Festival)
Canada 15 September 2006
UK 15 September 2006
Ireland 15 September 2006
USA 15 September 2006
Portugal 18 September 2006 (Optimus Open Air) (premiere)
Brazil 21 September 2006 (Rio de Janeiro International Film Festival)
Portugal 21 September 2006
Taiwan 22 September 2006
Israel 28 September 2006
Russia 28 September 2006
Slovenia 28 September 2006
Italy 29 September 2006
Ukraine 29 September 2006
Angola 5 October 2006
Austria 5 October 2006
Germany 5 October 2006
Greece 5 October 2006
Brazil 6 October 2006
Spain 8 October 2006 (Sitges Film Festival)
Bulgaria 13 October 2006
Romania 13 October 2006
South Africa 13 October 2006
Japan 14 October 2006
Malta 15 October 2006
Hong Kong 19 October 2006
Singapore 19 October 2006
Spain 20 October 2006
Switzerland 26 October 2006 (German speaking region)
Netherlands 26 October 2006 (Leids Film Festival)
Finland 28 October 2006 (Night Visions Film Festival)
Belgium 8 November 2006
Switzerland 8 November 2006 (French speaking region)
France 8 November 2006
Luxembourg 8 November 2006
Morocco 8 November 2006
Monaco 8 November 2006
Tunisia 8 November 2006
Malaysia 16 November 2006
Netherlands 16 November 2006
Denmark 17 November 2006
Australia 23 November 2006
Norway 24 November 2006 (Oslo International Film Festival)
Serbia and Montenegro 7 December 2006
Latvia 8 December 2006
Sweden 15 December 2006
Norway 26 December 2006
Finland 29 December 2006
Thailand 4 January 2007
Iceland 12 January 2007
Estonia 19 January 2007
Lithuania 19 January 2007
Turkey 9 February 2007
Czech Republic 12 February 2007 (DVD premiere)
Egypt 21 March 2007
Hungary 22 March 2007
Lebanon 22 March 2007
Poland 17 August 2007
South Korea 1 November 2007
Argentina 22 November 2007
Mexico 7 December 2007

Titoli all’ estero

(original title) The Black Dahlia
Argentina La dalia negra
Bulgaria (Bulgarian title) Чeрната далия
Brazil Dália Negra
Canada (French title) Le dahlia noir
Germany Black Dahlia
Germany (TV title) Die schwarze Dahlie
Denmark The Black Dahlia
Estonia Must daalia
Spain La dalia negra
Finland Musta Dahlia
France Le dahlia noir
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) I mavri dalia
Greece Η μαύρη ντάλια
Croatia Crna dalija
Hungary Fekete Dália
Italy Black Dahlia
Lithuania Juodoji Orchideja
Mexico La Dalia Negra
Peru La dalia negra
Poland Czarna dalia
Portugal A Dália Negra
Romania Dulcele sarut al Daliei
Serbia Crna Dalija
Russia Чeрная орхидея
Sweden Den svarta dahlian
Slovenia Crna dalija
Turkey (Turkish title) Cehennem Çiçegi

Locations

 

 

New Boyana Film Studios, Sofia, Bulgaria
(studio)

Hollywood Sign, Hollywood Hills, Los Angeles, California, USA

Alto-Nido Apartments -1851 N. Ivar Street, Hollywood, Los Angeles, California, USA

Sofia, Bulgaria

Pantages Theater – 6233 Hollywood Blvd., Hollywood, Los Angeles, California, USA

MacArthur Park, Los Angeles, California, USA

Bulgaria

Echo Park, Los Angeles, California, USA

Los Angeles, California, USA

California, USA

Los Angeles City Hall – 200 North Spring Street, Downtown, Los Angeles, California, USA

USA

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

CAST

Regia: Brian De Palma
Attori: Josh Hartnett
– Dwight ‘Bucky’ Bleichert, Scarlett Johansson
– Kay Lake, Aaron Eckhart
– Leland ‘Lee’ Blanchard, Hilary Swank
– Madeleine Linscott, Mia Kirshner
– Elizabeth Short, Mike Starr
– Russ Millard, Fiona Shaw
– Ramona Linscott, Richard Brake
– Bobby Dewitt, Kevin Dunn
– Cleo Short, Patrick Fischler
– Ellis Loew, John Kavanagh
– Emmet Linscott, Rose McGowan
– Sheryl Saddon, James Otis
– Dolph Bleichert, k.d. lang
– Cantante del locale per sole donne (non accreditata), Kevin Dunn
– Padre di Elizabeth Short (non accreditato), Troy Evans
– T. Green, Pepe Serna
– Dos Santos, Jemima Rooper
– Lorna Mertz, Rachel Miner
– Martha Linscott, Victor McGuire
– Bill Koenig, Gregg Henry
– Pete Lukins, Angus MacInnes
– Capitano John Tierney, Bill Finley (William Finley)
– George Tilden, Anthony Russell
– Morrie Friedman, Graham Norris
– Sergente John Carter
Soggetto: James Ellroy
Sceneggiatura: Josh Friedman
Fotografia: Vilmos Zsigmond
Musiche: James Horner
Montaggio: Bill Pankow
Scenografia: Dante Ferretti
Costumi: Jenny Beavan
Effetti: Willie Botha

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest