Cina contro Richard Gere

Per 20 anni e’ stato uno degli attori a produrre maggiori incassi alle majors americane, il suo esilio dalle grandi produzioni, secondo lui, non ha nulla a che fare con la sua età.
La Cina e’ il paese che maggiormente finanzia Hollywood in questi ultimi anni. Il fatto che sia un grande amico del Dalai Lama e che parlò  di lui,  come esiliato in modo infame,  alla cerimonia degli Oscars del 1993,  lo ha posizionato  al primo posto sulla lista nera dei cinesi.

Ci sono film in cui non posso assolutamente esserci, perche’ i Cinesi dicono:” Non con lui”. Recentemente e’ accaduto che un produttore ha rifiutato di finanziare il film perche’ non vuole irritare i Cinesi.

Negli anni Gere ha sempre mantenuto il punto, parlando di ridare l’ indipendenza al Tibet e parlando della disastrosa situazione sui diritti umani in Cina.

Mentre continua ad avere una buona carriera in films indipendenti,  l’attore racconta che anche le piccole produzioni stanno avendo problemi:
“Stavo per fare un film con un regista cinese e, due settimane prima di iniziare a girare, mi ha chiamato dicendo:” mi spiace non posso,  mi e’ stato detto che se faccio questo film io e la mia famiglia non potremo piu’ lasciare la Cina per lavoro.”

Tuttavia Richard Geere ha qualcosa che di questi tempi Hollywood non ha. Soldi e liberta’. E’ stato abbastanza fortunato di poter partecipare a molti films indipendenti e l’ antipatia con la Cina e’ contraccambiata.

Facebooktwittergoogle_pluspinterest