Cjamango

Cjamango è un film di genere western del 1967, diretto da Edoardo Mulargia

Trama

Due banditi, El Tigre e Don Pablo, a capo delle rispettive bande aggrediscono Cjamango rubandogli un’ingente quantità d’oro che egli aveva vinto in una drammatica partita a poker. Guarito dalle ferite riportate durante l’aggressione, Cjamango decide di recuperare l’oro che nel frattempo è finito nelle mani di El Tigre. Dopo numerose peripezie, Cjamango rientra in possesso dell’oro, ma El Tigre riesce ancora una volta a sottrarglielo minacciando di uccidere Manuel, un bambino messicano che si è affezionato a Cjamango. Nel frattempo, Don Pablo decide di assalire il ranch di El Tigre per vendicarsi del rivale e per impadronirsi dell’oro. Lo scontro fra le due bande è violentissimo: Don Pablo riesce a fuggire con l’oro, ma, inseguito da El Tigre, soccombe in un duello. Sopraggiunge Cjamango che a sua volta elimina El Tigre, ma quando sta per riprendere l’oro viene fermato da un agente federale incaricato di recuperare l’oro, frutto di un rapina. Cjamango si allontana portando con sé il piccolo Manuel.

Recensione

 

 

Questo western contiene una trama interessante, pregna di violenza, sparatorie e capovolgimenti molto divertenti, anche se a volte si trascina in equilibrio su alti e bassi. Un po segue la scia di Sergio Leone e procede in stile violento con alcuni primi piani suglisguardi che dicono tutto. È un western da brivido con uno scontro mozzafiato tra il protagonista Ivan Rassimov e lo spietato Livio Lorenzon, Piero Lulli e i suoi subalterni. Ivan Rassimov spacca lo schermo grazie ai suoi occhi forti e penetranti e al suo aspetto virile;  colpisce, corre e uccide. Inoltre la trama contiene alcuni personaggi particolari e un’incredibile colonna sonora. La trama di base è tipica degli spaghetti western, ma ciò che distingue questo film è il suo stile. Girato nel Lazio, Roma, e interni a Cinecittà Studios. Tipici da western i caratteristi che giocano brevi interventi come Federico Boido nei panni di Rick Boyd, Giovanni Ivan Scratuglia e Pedro Sanchez o Ignacio Spalla che recitano ruoli simili a Fernando Sancho.

C’è un sacco di azione nel film, garantendo alcune sparatorie od acrobazie ogni pochi minuti. C’è una strana implementazione di scatti nel lavoro della cinepresa durante alcune scene particolari mentre il film si avvicina al suo culmine, come nelle ultime sparatorie e nella consueta conclusione dello scontro. Il film tratta le solite questioni tipiche dei western, come gli antieroi vendicatori, il contrasto violento, i cattivi esagerati, la colonna sonora con l’influenza di Morricone, tra questi. Design di produzione accettabile che crea uno scenario atmosferico con esterni luminosi, paesaggi sporchi e rocciosi sotto un sole splendente. Grande colonna sonora di Di Stefano, inoltre un leitmotiv catturante ed emotivo. Questo film è stato professionalmente diretto da Edoardo Mulargia anche se senza originalità e presenta alcuni difetti e lacune. Edoardo Mulargia ha diretto molti Spaghetti western in gran parte interpretati da Ivan Rassimov, Robert Woods o Anthony Steffen.

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

Italy     9 August 1967
Turkey     27 January 1969
West Germany     23 May 1969
Portugal     11 November 1982

Titoli all’ estero

Bulgaria (Bulgarian title)     Кджаманго
Brazil     Cjamango
Brazil (reissue title)     Cjamango – O Vingador
Greece     Cjamango
Portugal     Cjamango, o Vingador
Turkey (Turkish title)     Camango
West Germany     Django – Kreuze im blutigen Sand

Locations

 

 

Cinecitta’ Studios, Roma

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale: Cjamango
Paese di produzione    Italia,Spagna
Anno    1967
Durata    90 min
Genere    western
Regia    Edoardo Mulargia
Soggetto    Vincenzo Musolino
Sceneggiatura    Fabio Piccioni
Produttore    Cesare Seritti, Salvatore Simula
Casa di produzione    Dania Film
Distribuzione (Italia)    Medusa Film
Fotografia    Vitaliano Natalucci
Montaggio    Enzo Alabiso
Musiche    Felice Di Stefano
Scenografia    Alessandro Schirò
Direttore Artistico Alfredo Montori
Trucco    Stefano Trani
Operatore Camera Sebastiano Celeste, Ascenzio Rossi
Acconciature Antonietta Caputo
Trucco Lucia La Porta

Interpreti e personaggi

Ivan Rassimov     Cjamango (as Sean Todd)
Mickey Hargitay Clinton
Hélène Chanel     Pearl Hernandez (as Helene Chanel)
Livio Lorenzon     Don Pablo
Ignazio Spalla     Paco (as Pedro Sanchez)
Gino Buzzanca     (as Bill Jackson)
Fred Coplan     Ramon
Nino Musco     Barman
Giorgio Sabbatini     Hernandez (as G. Sabbatini)
Federico Boido     El Tigre Rowdy (as Rick Boyd)
Sergio Sagnotti Tigre Henchman (as S. Sagnotti)
Giovanni Ivan Scratuglia Johnny (as Ivan Scratiglia)
Valerio Fioravanti     Manuel Hernandez (as Giusva)
Piero Lulli     El Tigre
Michele Branca     Tigre Henchman (uncredited)
Salvatore Campochiaro     Sancho Friend (uncredited)
Remo Capitani     Paco (uncredited)
Amerigo Castrighella     El Tigre henchman (uncredited)
Enrico Chiappafreddo     Tigre Henchman (uncredited)
Aysanoa Runachagua     Guitar Player (uncredited)
Dino Strano     Danny (uncredited)

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest