Don Chisciotte e Sancio Panza

Don Chisciotte e Sancio Panza è un film commedia del 1968 diretto dal regista Giovanni Grimaldi.

Don Chisciotte della Mancia, esaltatosi alla lettura di libri sulle gesta dei cavalieri erranti, decide di emularli. Armatosi quindi di tutto punto Don Chisciotte, seguito da Sancho Panza in qualità di scudiero, parte in cerca di quella gloria che può derivargli unicamente dall’intervenire in difesa dei deboli e degli oppressi e dal combattere ogni forma di ingiustizia.

Nel 1968, passato alla storia per ben altri motivi, in Sardegna arrivarono quelli che allora, forse, erano gli attori comici più celebri d’ Italia. Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, girarono nell’isola, almeno in parte, Don Chisciotte e Sancio Panza, liberamente tratto dall’opera di Miguel De Cervantes. Diverse le località scelte dal regista Gianni Grimaldi: dalla Marmilla al Sinis e, presumibilmente all’alto oristanese, Sardegna centrale.

Curiosita’

La prima inquadratura è per la chiesa di San Lorenzo (tardo-romanica), nel centro storico di Sanluri. Un uomo vi entra correndo ed esce assieme al prete (Umberto D’orsi). Sempre di corsa, s’inoltrano nelle vie dell’interno.

Quella casa è in via Giuseppe Manno, a due passi dalla chiesa di Sant’Anna.  Il sacerdote è chiamato dalla nipote e dalla domestica di Don Chisciotte, che ha abbandonato la sua casa per fare il cavaliere errante. ”Don Chisciotte e Sancio Panza”Da Sanluri ci si sposta per girare gli esterni, in una landa desolata.Siamo nella penisola del Sinis, vicino a Cabras.

Il film sarà girato anche in altre località dell’Italia centrale, tra le quali Sermoneta in provincia di Latina.  Don Chisciotte e Sancio Panza (in origine doveva essere Don Cicciotto e Franco Panza), vede tra gli altri, la partecipazione di Fulvia Franco, Miss Italia 1954 ed ex moglie dell’attore Tiberio Mitri, molto più famoso come campione di boxe. Enzo Garinei e Carlo Delle Piane recitano in piccole parti. Lino Banfi fa la comparsa in un’osteria.

”Don Chisciotte e Sancio Panza”La pellicola di Grimaldi è tra le migliori girate dal duo. In origine il film doveva intitolarsi Don Cicciotto e Franco Panza Il film esce nelle sale cinematografiche il 24 agosto 1968, favorevolmente giudicato dal pubblico e dalla critica.

Commento

Tra i più riusciti della coppia. I due grandi attori siciliani (definirli solo comici è decisamente riduttivo), sembrano nati per i personaggi di Don Chisciotte e di Sancho Panza. Ingrassia, misurato come sempre, recita di sottrazione, donando un fascino ed un’energia particolare al cavaliere errante. Franchi, esuberante come al solito, regala un Sancho Panza di notevole valore. Grimaldi in cabina di regia è totalmente esangue ma poco importa. Quando ci sono due attori come Ingrassia e Franchi il resto conta davvero molto poco.

Paese di produzione     Italia
Anno     1968
Durata     105 min
Colore     colori
Audio     sonoro
Genere     commedia
Regia     Giovanni Grimaldi
Soggetto     Miguel de Cervantes
Sceneggiatura     Giovanni Grimaldi
Produttore     Gino Mordini
Scenografia     Antonio Visone

Interpreti e personaggi
Franco Franchi: Sancio Panza
Ciccio Ingrassia: don Chisciotte
Fulvia Franco: duchessa madre
Paolo Carlini: don José, governatore
Umberto D’Orsi: don Pietro
Enzo Garinei: consigliere del governatore
Franco Fantasia: maestro d’armi
Aldo Bufi Landi: don Pedro de Cordova
Alfredo Rizzo: medico del governatore
Mimmo Poli: cliente della locanda
Carlo Delle Piane: giovane garzone
Franco Giacobini: don Nicola, barbiere
Ivan Scratuglia: consigliere del governatore
Livio Lorenzon: il ladro
Andrea Fantasia: consigliere del governatore
Poldo Bendandi: locandiere
Lino Banfi: cliente della locanda
Luca Sportelli: oste

Doppiatori italiani
Leonardo Severini: Poldo Bendandi
Vinicio Sofia: Luca Sportelli

Facebooktwittergoogle_pluspinterest