È tornato Sabata hai chiuso un’altra volta

È tornato Sabata… hai chiuso un’altra volta! è uno spaghetti-western del 1971, diretto da Gianfranco Parolini. È il seguito di Ehi amico…

Trama

Un astuto irlandese, Joel McIntock, con la promessa di costruire nuovi ospedali, scuole, strade, e quant’altro, con la complicità del banchiere della città, impone ai cittadini di Hobsonville delle tasse inique. Sabata, ex maggiore dell’esercito sudista, lavora in un circo come pistolero imbattibile e, giunto nella cittadina, fiuta il raggiro dell’irlandese. Inoltre, un suo amico del circo sparisce e la sua ragazza viene trovata morta.

Mentre tutti pensano al delitto passionale, Sabata è l’unico a sapere che quello che lavorava per il circo come prestigiatore era anche un abile falsario. In città, grazie ad un suo ex commilitone, il tenente Clive McGregor e con l’aiuto di un imbonitore e di due abilissimi ladruncoli, Sabata riesce a sventare i numerosi tentativi di ucciderlo della banda di Joel e a riprendere l’oro che Joel McIntock voleva sostituire con i dollari del falsario scomparso.

COMPRA DVD SU AMAZON

Come spesso succedeva per gli spaghetti western, molti altri produttori, per attirare pubblico ai botteghini, inserirono il nome di Sabata nei titoli dei propri film, anche se il film, in realtà, non aveva niente in comune con la trilogia di Parolini, né col personaggio originale da lui ideato.

Recensione

 

 

Questo follow-up riguarda Sabata che e’ in  lotta contro un uomo d’affari cattivo di nome McLintock (Albertini). Il maggiore Sabata unisce le forze con un proprietario di saloon, il tenente, (Reinar Schone). Inoltre ha la sua strana squadra: due acrobati, Nick Jordan e Vassili Karis, che interpretano spettacolarmente i loro ruoli e naturalmente la vecchia canaglia, Ignacio Spalla o Pedro Sanchez. Nel frattempo Sabata viene coinvolto con una ragazza del Saloon (splendida Annabella Incontrera).

Questa commedia western risulta essere il seguito di “Sabata” (con Cleef, William Berger, Linda Veras e Franco Ressel), ed è piena di intriganti tocchi, azione western, shootout ed è molto divertente. Contiene le umoristiche osservazioni della parodia western combinate a caratteristiche di spaghetti come violenti antieroi, zoom eccessivo, nasties estremi, violenti scontri a fuoco con numerosi omicidi. Appaiono soliti attori secondari, abituali nel western italiano come Gianni Rizzo, Alberto Dell’Acqua, Rick Boyd, Fortunato Arena, Franco Fantasia, tra gli altri. E Pedro Sanchez che ha recitato nella trilogia di Sabata e che ha recitato in ruoli simili all’ idolo Fernando Sancho. Il film è ben prodotto da Alberto Grimaldi (la trilogia di dollari di Sergio Leone come produttore). La cinematografia atmosferica di Sandro Mancori. . Partitura musicale vivace e allegra con l’influenza di Ennio Morricone di Giombini. Il film è professionalmente diretto da Gianfranco Paraolini, alias Frank Kramer. Segue “Indio Black” con Yul Brynner, Dean Reed e Gerard Herter.

Gianfranco Parolini dirige il film, prestando molta attenzione alla maggior parte delle regole o dei principi non scritti degli spaghetti western, seguendo i primi piani ravvicinati di Sergio Leone o talvolta le espressioni facciali o gli effetti sonori leggermente esagerati.

Curiosità

 

 

Nella canzone che viene cantata nei titoli di testa, Sabata viene definito un “uomo dalle nove dita”. Questo era un riferimento all’attore Lee Van Cleef a cui mancava una porzione di un dito medio, il risultato di un incidente durante la costruzione di un teatro per sua figlia.

Sabata è stata interpretata da Lee Van Cleef nel primo film, Yul Brynner nel secondo e Lee Van Cleef nel terzo.

Errori

Quando Sabata e gli scagnozzi stanno per suonare il “gioco altalenante” nel salone, Sabata si infila i guanti. Nel lungo campo del salone, i suoi guanti sono spariti. Nello scatto successivo, un primo piano di Sabata, indossa di nuovo i guanti.

Uscite all’estero

Italy     3 September 1971
France     31 March 1972     (Paris)
Finland     28 April 1972
West Germany     18 May 1972
Austria     June 1972
Denmark     19 July 1972
USA     9 August 1972     (New York City, New York)
Norway     28 August 1972
Turkey     December 1972
Sweden     25 January 1973

Titoli all’ estero

Austria (alternative title)     Sabata kehrt zurück
Australia     The Return of Sabata
Bulgaria (Bulgarian title)     Завръщането на Сабата
Brazil (TV title)     A Volta de Sabata
Brazil (reissue title)     O Retorno de Sabata
Brazil     Sabata Vem para Vingar
Canada (English title)     Return of Sabata
Czechoslovakia     Návrat Sabaty
Denmark     Sabata vender tilbage
Spain (Catalan title)     El retorn de Sabata
Spain     Texas, 1870
Finland     Sabatan paluu
France     Le retour de Sabata
UK     Return of Sabata
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     I epistrofi tou Sabata
Hungary     Isten veled, Sabata
Hungary (alternative title)     Sabata visszatér
Poland     Powrót Sabaty
Portugal     O Regresso de Sabata
Romania     Sabata se întoarce
Serbia     Heroj crnog kolta
Sweden     Sabatas återkomst
Slovenia     Junak črnega kolta
Soviet Union (Russian title) (transliterated ISO-LATIN-1 title)     Vozvrashcheniye Sabaty
Soviet Union (Russian title)     Возвращение Сабаты
Turkey (Turkish title)     Sabata dönüyor
Ukraine     Повернення Сабати
USA (DVD title)     Return of Sabata
Europe (English title) (informal English title)     Return of Sabata
West Germany (working title)     Die Rückkehr von Sabata
West Germany     Sabata kehrt zurück
World-wide (English title)     Return of Sabata
Yugoslavia (Serbian title)     Heroj crnog kolta
Yugoslavia (Slovenian title)     Junak črnega kolta
Yugoslavia (Serbian title) (literal title)     Povratak Sabate

Locations

 

 

Dino De Laurentiis Cinematografica Studios, Rome, Lazio, Italy
(studio)

Croatia
(Zrmanja-Canyon)

Elios Film Studios

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Paese di produzione Italia, Francia, Germania Ovest
Anno 1971
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere western
Regia Gianfranco Parolini (aka Frank Kramer)
Soggetto Gianfranco Parolini, Renato Izzo
Sceneggiatura Gianfranco Parolini, Renato Izzo
Produttore Alberto Grimaldi
Fotografia Sandro Mancori
Montaggio Gianfranco Parolini, Edmondo Lozzi (non accreditati)
Effetti speciali S.T.A.C.C.
Musiche Marcello Giombini
Scenografia Luciano Puccini
Costumi Claudio De Santis
Trucco Euclide Santoli

Interpreti e personaggi
Lee Van Cleef: Sabata/maggiore
Reiner Schone: Clyde/tenente
Giampiero Albertini: Joel McIntock
Ignazio Spalla (come Pedro Sanchez): Bronco
Annabella Incontrera: Maggie
Jacqueline Alexandre: Jackie McIntock
Aldo Canti (come Nick Jordan): Angel, acrobata
Vassili Karis: Fionda, acrobata
Steffen Zacharias: Donovan
John Dulaney: Giudice
John Bartha (come Janos Bartha): Sceriffo
Günther Stoll: uomo del circo
Gerard Boucaron: Higgins
Vittorio Fanfoni: Irlandese bioondo
Gianni Rizzo: Jeremy Sweeney
Pia Giancaro
Carmelo Reale
Franco Fantasia
Ileana Rigano
Dante Cona

Doppiatori italiani
Renato Turi: Lee Van Cleef
Giorgio Piazza: Reiner Schone
Mirella Pace: Annabella Incontrera
Laura Gianoli: Jacqueline Alexandre
Antonio Guidi: Pedro Sanchez
Mario Milita: Steffen Zacharias
Nino Dal Fabbro: Franco Fantasia
Mario Bardella: John Bartha

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest