Flic Story

Flic Story è un film poliziesco francese del 1975 diretto da Jacques Deray, ispirato all’omonimo romanzo autobiografico di Roger Borniche.

L’Ispettore della polizia francese Roger Borniche, da tempo in servizio, ambisce a diventare Ispettore Capo. Un giorno viene convocato in privato dal suo superiore, il Commissario Vieuchene, che lo mette al corrente dell’evasione di uno spietato criminale di nome Emile Buisson. Dopo avergli fornito una breve documentazione sul fatto, gli affida il caso, che andrà risolto se vorrà ottenere l’ambita promozione. Borniche non perde tempo e comincia a lavorare con i suoi fedeli colleghi di sezione, ottenendo alcune preziose informazioni da un oste, suo fido informatore, che tuttavia ci rimetterà la vita. Organizzata l’operazione per arrestare Buisson nel suo appartamento, qualcosa va storto e i poliziotti riescono ad arrestare solo il fratello dell’evaso, un altro compare e la sorella di quest’ultimo. In seguito alle indagini, dopo pedinamenti, ricatti e altri omicidi, Borniche si ritrova, assieme a due colleghi e, per non dare nell’occhio, alla sua fidanzata, in una locanda dove è nascosto Buisson. Durante il pranzo, il criminale, sorpreso alle spalle, verrà arrestato ed infine condannato a morte.

Potete  comprare il dvd in italiano qui cliccando l’ immagine, su Amazon

Non c’è miglior film di “Flic story” per parlare del cinema di Deray, specie del suo amore verso il polar
FLIC STORY è un poliziesco italofrancese prodotto principalmente da Alain Delon che interpreta il “superpoliziotto” Roger, ambizioso e democratico ridimensionato professionalmente da Emile. Anche dal punto di vista attoriale il Jean-Louis Trintignant gelido, cinico, (esteriormente) metodico e senza scrupoli di Buisson offre un’interpretazione superba e superiore al rivale. Scelta davvero azzeccata perchè gioca meglio le sue carte mentre Delon si mantiene su standard normali nei panni di un flic impegnato a non scendere mai ai livelli bassi e brutali dei suoi avversari, questo in sintesi il suo metodo: distaccato e signorile. Trintignant, dal canto suo, non fa lo sparring partner ma il protagonista che con pochi guizzi sta una spanna sopra tutti. Il regista Jacques Deray svolge il suo compitino, la sceneggiatura è di ferro, le scenografie perfette e lui si rimette nelle mani sicure delle due star e dei volti espressivi e ambigui di Mario l’italiano (Renato Salvatori), Jeannot (Adolfo Lastretti), Paul le Bombet (Paul Crauchet) ed altri. Essenziali ed efficaci. (fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Titolo originale Flic Story
Lingua originale Francese
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1975
Durata 107 min.
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere poliziesco
Regia Jacques Deray
Soggetto Roger Borniche
Sceneggiatura Alphonse Boudard, Adriano Bolzoni, Jacques Deray
Produttore Alain Delon
Casa di produzione Titanus
Distribuzione (Italia) 01 Distribution, Rai Cinema
Fotografia Jean-Jacques Tarbès
Montaggio Henri Lanoë
Musiche Claude Bolling
Scenografia Théobald Meurisse

Interpreti e personaggi
Alain Delon: ispettore Roger Borniche
Jean-Louis Trintignant: Emile Buisson
Renato Salvatori: Mario l’italiano
Adolfo Lastretti: Jeannot
Claudine Auger: Catherine
Maurice Biraud: padrone dell’hotel
André Pousse: Jean-Baptiste Buisson
Mario David: Raymond Pelletier
Paul Crauchet: Paul Robier
Denis Manuel: ispettore Lucien Darros
Marco Perrin: commissario Vieuchene
Henri Guybet: Hidoine
Maurice Barrier: René Bollec
Françoise Dorner: Suzanne Bollec
William Sabatier: Ange
Rossana Di Lorenzo: Marie

Doppiatori italiani
Pino Colizzi: ispettore Roger Borniche
Sergio Graziani: Emile Buisson
Renato Salvatori: Mario l’italiano
Sergio Tedesco: Jeannot
Gianfranco Bellini: padrone dell’hotel
Ferruccio Amendola: Raymond Pelletier
Giorgio Piazza: Paul Robier
Cesare Barbetti: Ispettore Lucien Darros
Sergio Fiorentini: commissario Vieuchene
Manlio De Angelis: Hidoine

Facebooktwittergoogle_pluspinterest