I Leopardi di Churchill

I Leopardi di Churchill è un film di guerra del 1970 diretto da Maurizio Pradeaux.

Trama

All’avvento del nazismo, due fratelli gemelli, Richard ed Hans, figli di madre tedesca e padre inglese, si sono separati, divisi da un insanabile contrasto di idee. Scoppiata la seconda guerra mondiale, Richard si è trovato dalla parte degli inglesi, Hans coi tedeschi.

Nella primavera del 1944, destinato al comando di un reparto addetto alla sorveglianza di una diga sulla Mosa, Hans – allorché gli inglesi decidono di far saltare il manufatto – viene ucciso dai “maquis” e il suo posto, data la loro ovvia somiglianza, viene preso dal fratello, che dovrà favorire l’azione di un “commando” britannico agli ordini del maggiore Powell, paracadutato nella zona con il compito, appunto, di distruggere la diga.

Agendo di comune accordo coi partigiani francesi, Richard riesce a evitare gli imprevisti ostacoli che via via si presentano, ma la sua identità viene infine scoperta da un astuto capitano tedesco, Hols, che tenta – mentre Powell e i suoi uomini sono già riusciti a minare la diga – di far fallire la loro missione. Ma Richard, sacrificando la vita di due commilitoni, volge la situazione in suo favore: la diga salta in aria e Hols viene ucciso.

Commento

I Leopardi di Churchill è un film di guerra medio, con un bel cast e una buona fotografia. È un discreto film di 90 minuti, ma non un classico.Si lascia vedere anche a ricordo del cinema che fu e che non tornerà più. Richard Harrison interpreta un soldato inglese che prende il posto del gemello arruolato nelle fila tedesche (sono figli di padre albionico e madre teutonica) allo scopo di far esplodere una diga e bloccare le truppe nemiche. Kinski nei panni di un SS è sempre una chicca da vedere.

Tutto il corso del film è condizionato dai bassi costi di produzione che possono facilmente uccidere un film. Innanzitutto, si ricorre ancora una volta alla nota musica di Vassili Koducharov da “Heroes in Hell”, “Thirty Six Hours of Hell” e “The Rangers”. Questo pezzo di musica è spazzatura, e non capisco perché tanti film lo usino. Gli effetti speciali sono piuttosto brutti, e una sequenza di distruzione di dighe si classifica come uno degli effetti peggiori in miniatura della storia del cinema.

Il film è ambientato in Francia nel 1944, ma sembra che sia stato girato in una cava italiana – forse in alcune delle stesse posizioni del precedente film Five for Hell.

Di positivo c’e’ che gli attori meritano l’ eccellenza e sembrano divertirsi con i loro personaggi. Lo script è buono, con una conclusione imprevista per uno dei personaggi principali. Maurizio Pradeaux mantiene il ritmo e l’azione.. La scena finale di combattimento è eccellente, con alcuni momenti di suspense finale.

Curiosità

 

 

In inglese il film e’ conosciuto come Churchill’s Leopards, anche se non esiste una ragione data per questo titolo, e’ anche conosciuto col titolo di Commando Attack

Il minisommergile e le bombole dei subacquei sono troppo moderni per la seconda guerra mondiale.

Alcune uniformi delle SS hanno differenti gradi sul collo e sulle spalle.

Errori nelle uniformi dei British commandos.

Uscite all’ estero

Italy 14 August 1970
Turkey 5 April 1971
Sweden 19 April 1971
Denmark 17 May 1971
France 19 January 1972
Finland 28 January 1972
Norway 21 August 1972 (Oslo)
Spain 28 April 1973
West Germany 26 June 1987 (video premiere)

Titoli all’ estero

(video title) The Dirty Dam Busters
Brazil Os Comandos de Churchill
Chile Los leopardos de Churchill
Denmark Churchill’s leoparder
Spain Los leopardos de Churchill
Finland Verinen partio
France Les léopards de Churchill
Greece (TV title) Katadromeis se apostoli thanatou
Poland Bitwa bez powrotu
Sweden Fallskärmsjägarna slår till
Turkey (Turkish title) Zafere kosanlar
USA Churchill’s Leopards
West Germany Churchills Leoparden
West Germany Geheimcode Leopard
Yugoslavia (Serbian title) Cercilovi leopardi

Locations

 

 

Estudios Ballesteros, Madrid, Spain
(studio)

La Pedriza, Manzanares el Real, Madrid, Spain

(fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale: I Leopardi di Churchill
Klaus Kinski in una sequenza del film
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia, Spagna
Anno 1970
Durata 91 min
Rapporto 1,78 : 1
Genere guerra
Regia Maurizio Pradeaux
Soggetto Maurizio Pradeaux
Sceneggiatura Maurizio Pradeaux, Arpad De Riso, Federico De Urrutia
Produttore Roberto Capitani, Marcello Ciriaci
Casa di produzione SAP Cinematografica, Aitor Film
Distribuzione (Italia) Jumbo Cinematografica
Fotografia Miguel F. Mila
Montaggio Enzo Alabiso
Musiche Franco Salina (orchestrate da Vasili Kojucharov)
Scenografia Mimmo Scavia
Costumi Mimmo Scavia
Trucco Gloria Granati

Interpreti e personaggi

Richard Harrison: il tenente Richard Benson/ il tenente Hans Müller
Klaus Kinski: il capitano SS Holtz
Pilar Velázquez: Elise
Giacomo Rossi Stuart: il maggiore Powell
Antonio Casas: La Tulipe
Helga Liné: Marlene Schummann
Frank Braña: Francois Le Duc
Angela Covello: una partigiana
Claudio Biava: il sergente inglese
Massimo Righi: Maxim (come Max Dean)
Herbert Andress: un ufficiale tedesco
Augusto Funari: Michel, un partigiano
John Frederick: il sergente tedesco
Goffredo Unger: un paracadutista inglese (come Freddy Unger)
Furio Pellerani: il monaco
Sergio Doria
Bruno Erba
Giovanni De Angelis
Franco Marletta
Pelio Quaglia

Doppiatori italiani

Pierangelo Civera: Richard Harrison
Luciano Melani: Klaus Kinski
Michele Kalamera: Giacomo Rossi Stuart
Roberto Villa: Antonio Casas
Giancarlo Maestri: Frank Braña
Rino Bolognesi: Claudio Biava

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest