I padroni della citta’

I padroni della città è un film del 1976, diretto da Fernando Di Leo.

Trama

Ric è un ragazzo che cerca di vendicare il padre ucciso a tradimento, dopo una rapina, da un mafioso chiamato Lo sfregiato che monopolizza tutte le attività illecite della città. Ric dopo aver conosciuto Tony al servizio di un piccolo boss della mafia, Luigi Cerchio, e abile con la pistola, riuscirà ad ottenere il suo aiuto. Entrambi riusciranno a mettere Lo sfregiato contro Cerchio, tuttavia il primo ne uscirà vincitore.
Ai ragazzi, per evitare problemi poiché potrebbero essere riconosciuti, il saggio fuorilegge Vincenzo Napoli consiglia però loro di emigrare. I due non accettano la proposta e sarà guerra aperta.

Commento

 
Il film è piacevole per i fan del poliziesco italiano, con una storia commovente e un senso dell’umorismo per farti sapere che non ci si prende troppo sul serio. Gli attori sono tutti bravi e il film è effettivamente violento senza mai diventare molto sanguinario. È vero che potrebbe non essere credibile, ma * è * divertente, se non memorabile alla fine. Il regista Fernando Di Leo è stato prolifico in questo genere e lo spettatore potrebbe voler controllare i suoi altri lavori;

L’amabile Harry Baer interpreta Tony, un giovane esattore che è stanco del suo lavoro. Così ha escogitato uno schema con l’aiuto del mobster Napoli (Vittorio Caprioli) e il suo nuovo amico Rick (Al Cliver di “Zombi 2”) per imbrogliare il grande Manzari (Jack Palance) su diversi milioni. Naturalmente, le cose non vanno come vogliono e finiscono per dover prendere posizione contro Manzari ei suoi scagnozzi.

È divertente vedere questo cast internazionale e familiare al lavoro. Palance è convincente come il cattivo, l’accattivante Caprioli fornisce una buona parte di contributo alla commedia, Edmund Purdom (il preside in “Pieces”) ha una forte presenza come il mafioso Luigi Cherico, l’adorabile Gisela Hahn offre gli occhi dolci (e anche canta qualche melodia), ed Enzo Pulcrano è divertente come il poco furbo e volubile Peppi, chevuole prendere Tony. Il co-sceneggiatore Peter Berling interpreta anche il ruolo di Valentino nel film.

Tutto sommato, è piacevole da guardare, con un atmosfera di azione ragionevolmente stimolante e una colonna sonora eclettica di Luis Bacalov.

Curiosità

 

 

Il film uscì negli Stati Uniti con il titolo Mister Scarface, distribuito dalla celebre casa di produzione indipendente Troma, ma è noto anche come Rulers of the City, mentre in Germania uscì con il titolo Zwei Supertypen raumen auf.

Harry Baer rimase ferito a un occhio durante una scena che prevedeva si spostasse durante una sparatoria con un colpo che prendeva un muro, una scheggia lo raggiunse e per una settimana dovette ricorrere alle cure di un ospedale oftalmico a roma.

Il motociclista che effettuava gli stunt con la moto, fu invitato ad effettuare i salti a minore velocita’ perche’ usciva fuori dalle inquadrature delle tre cineprese.

Locations

 

 

Il luogo del regolamento dei conti finale è l’ex Mattatoio Testaccio in Piazza Orazio Giustiniani 4, Roma.

La bisca dove lo Sfregiato (Jack Palance) sta in cima alla scalinata di via di San Simone a Roma:

Il locale dove danza la bionda amica del protagonista è lo Scarabocchio in Piazza dei Ponziani 8 a Roma

Il punto in cui   il gruppo investe un vigile che Tony frappone tra sè e gli altri è in Via Ennio Quirino Visconti, incrocio con Via Lucrezio Caro (a Roma):

La sala biliardi è oggi il Club Kermesse in Via Lucrezio Caro 64 a Roma

Il negozio di tessuti Siamo in Via Valadier a Roma poco distanti dalle altre location:

Il punto in cui Napoli (Caprioli) attende i due protagonisti  è in via Federico Cesi a Roma:

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

 

Titolo originale: I padroni della città
Paese di produzione     Italia, Germania Ovest
Anno     1976
Durata     98 min
Genere     noir, poliziesco
Regia     Fernando Di Leo
Soggetto     Fernando Di Leo
Sceneggiatura     Fernando Di Leo,
Peter Berling
Produttore     Armando Novelli
Casa di produzione     Cineproduzioni Daunia 70,
Seven Star Film G.m.b.H.
Distribuzione (Italia)     Overseas Film Company
Fotografia     Erico Menczer
Montaggio     Amedeo Giomini
Musiche     Luis Bacalov
Scenografia     Francesco Cuppini
Costumi     Giulia Mafai
Trucco     Cristina Rocca

Interpreti e personaggi

Jack Palance: Manzari lo sfregiato
Al Cliver: Ric
Harry Baer: Tony
Gisela Hahn: Clara, cantante di night-club
Enzo Pulcrano: Peppe
Roberto Reale (Carmelo Reale): uomo di Manzari
Edmund Purdom: Luigi Cerchio
Vittorio Caprioli: Vincenzo Napoli
Rosario Borelli: attore d’avanspettacolo/cap. Laverde, finta guardia di finanza
Pietro Ceccarelli:
Salvatore Billa:
Peter Berling: Valentino
Raoul Lo Vecchio:
Giulio Baraghini:
Enrico Palombini:
Spartaco Battisti:
Fernando Cerulli: debitore di Luigi
Luciano Bottin:
Michele Branca:

Doppiatori originali

Pino Locchi: Manzari lo sfregiato
Cesare Barbetti: Ric
Michele Gammino: Tony
Glauco Onorato: Peppe
Sergio Graziani: Luigi Cerchio

FOTO E POSTERS

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest