III Puntata LA POLIZIA INCRIMINA, …

Alzate la mano chi di voi si ricorda lo straordinario e stupefacente inseguimento iniziale tra l’auto della Polizia e l’ambulanza nel film (con la sorprendente colonna sonora dei Fratelli De Angelis) “La polizia incrimina, la legge assolve”?? Beh… ragazzi…io c’ero! Come??!! Si! Ero li. Presente. Avevo tre anni e mi ricordo praticamente tutto…. quando sono partito con mia madre per Genova…. e quando siamo arrivati sul set… ma non era un set normale… dentro il classico teatro di posa.. oppure in un locale “chiuso”. Il set era per la strada….

k09178054656_n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mi ricordo circondato da tanti mezzi…per farci capire…. un “Circo Togni”.
Il periodo sociale ed economico-politico italiano durante le riprese non è tranquillo. La tensione è molto alta. Primo sequestro delle Brigate Rosse…. Abbiamo un’Italia che clandestinamente fa scappare i suoi numerosi capitali all’estero, un Governo che emana la legge “sull’austerity”. Ho ancora la bicicletta di mia madre… che abbiamo utilizzato durante le famose “Domeniche a piedi”. Un cassetto nel cassetto dei ricordi….

Papà mi raccontò molti anni indietro, che l’uccisione del Commissario Calabresi a Milano nel 1972 fù l’ispirazione iniziale per scrivere il film. Il cinema “d’azione/sociale/d’autore”, praticamente tutto il nostro cinema inizia ad essere influenzato dagli eventi storici… Inizia il cinema degli anni di piombo.

polincfrgiminafv

 

 

 

 

 

 

 

 

polincriminav

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ritorniamo al mio racconto: Io ero presente durante le riprese della parte finale… quando l’ambulanza “sbanda” e… viene colpita dalla mitica e bellissima Giulia della Polizia (con Franco Nero)…e subito dopo sgomma e spettacolarmente continua l’inseguimento… Le riprese di quella specifica sequenza sono state girate accanto al Ristorante “Covo di Nord Est” a Santa Margherita Ligure.. Vi devo dire la verità… ho fatto un po’ di ricerche  Esistono vari siti dove puoi trovare i set dei films…  Ovviamente non mi ricordavo l’indirizzo esatto…

Ma come mai mi ricordo tanto quella sequenza? Perché mi ricordo il ristorante  Durante la pausa pranzo siamo andati tutti a mangiare al “Covo di Nord Est”!!! Con una bellissima veduta sul mare.

Mamma mia che giornata!!! Ancora sento il suono delle sirene e le sgommate…. L’odore delle gomme…. Il mio papà ha l’abitudine di riprendere più volte la stessa scena…. per poi utilizzare il materiale girato nella fase del montaggio….
Oggi vedo tutti i famosi stunts che sono pronti per partire… sono tutti “mezzi” vestiti… solo la parte superiore – quella che si vede nel film. Tutti sono attenti… osservo la vera polizia che inizia a bloccare quel tratto di strada… Durante le riprese del film, la polizia è stata di grande aiuto a Papà. L’immensa disponibilità di mezzi ed uomini. Una collaborazione senza precedenti. Un’ottima assistenza professionale e reciproca stima…. specialmente con il “Commissario Scomodo”, il Dott. Santillo…. papà mi raccontò delle sue due famose pistole cromate!!! Un mito. Un vero personaggio. Rispettato da tutti, anche dai criminali. Un piccolo extra: l’ufficio di Franco Nero – usato nel film – era il suo vero ufficio. Ogni tanto entrava per prendere qualche documento… e chiedeva se poteva essere d’aiuto..! Che momenti!

polincfriminafv

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Papà ha scelto una nuova città in un panorama cinematografico d’azione innovativo. Genova. Come mai? Per la sua immensa bellezza architettonica. Un vero spettacolo urbanistico all’interno di un contesto portuale marittimo….. Città che poi verrà utilizzata molte volte da tanti altri registi… anche da mio zio Romolo (“La polizia è al servizio del cittadino?”)…. e da mio nonno Marino (“Italia a mano armata”). Mi giro e sento molte voci e vedo tante persone che strillano… Siamo nel 1973 non esistono i walkie talkie o cellulari… allora tutti strillavano… Poi…all’improvviso: il totale silenzio. Tutti pronti. Le auto sono al loro posto… sento i motori che gridano la loro potenza… vedo il grande Rémy Julienne concentrato e con il piede sul pedale dell’acceleratore…
“Motore….”
“Partito!”
“Ciak… – fatto”
“Enzo. Pronti”
Sento il mio papà che strilla con il megafono: “ACTION!!!!!”.
E via – parte la magia.

 

polincriminaoffdconihelta

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La magia del più bell’inseguimento della storia cinematografica italiana. Ragazzi….io sono proprio li!!!
Vedere questi grandi uomini… eseguire con grande passione una scena molto pericolosa.. E’ fantastico!!! Incredibile! Semplicità e collaborazione… Sono dei grandi. Rémy poi verrà chiamato molto spesso in Italia per eseguire altre spettacolari sequenze stunts…
Sento: “STOP!!!”

Tutti fermi. L’assistente operatore deve controllare. Niente pelo!…. Tutti felici. Rémy è al settimo cielo. Il mio papà si congratula con lui e con tutti gli altri. E’ immensamente contento. Le bellissime auto? Vengono portate via con il carro-attrezzi… Io?… Sono piccolo e capisco poco e nulla – ma poi tutto mi sarà insegnato e spiegato….. Ma per adesso ragazzi, mi sto divertendo come un pazzo! Ho il cinema davanti a me. Sono circondato dal Cinema. Non devo andare al Cinema per vedere il cinema… Sono nel Cinema in prima persona.

polincfrgimingafv

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di quel giorno mi ricordo veramente tutto. L’auto della polizia che colpisce l’ambulanza… i mitici stunts…… la strada tutta per noi, il set pieno di persone…. i mezzi, le macchine da presa… Ma non sarà l’ultimo. Rimango a Genova per altri pochi giorni…. altre esperienze che mi attendono…

Ma poi, vi chiedete… cosa c’entra la foto che ho allegato in questa puntata? Semplice Watson. E’ stata scattata a Genova durante le riprese del film… i due bambini “biondi”… uno dei due sono io (quello con i capelli lunghi) e l’altro è Carlo Gabriel. Il figlio di Franco Nero…. e le bambine sono le figlie di Mickey Knox (il dialogue-coach del film). Dietro di me è seduta mia sorella…. In tutti i futuri films (Nero-Castellari) avrò sempre Carlo come amico sul set…. Quante avventure abbiamo vissuto insieme. Specialmente a Cozumel…
Alla prossima… con affetto.

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest