Il diavolo a sette facce

Il diavolo a sette facce è un film del 1971, diretto da Osvaldo Civirani.

Trama

Julie Harrison, donna in carriera residente ad Amsterdam, si rivolge all’avvocato Barton per chiedere l’apertura di una indagine sulla scomparsa di sua sorella gemella, Mary. Ben presto si scoprirà che Mary era entrata a far parte di una banda di criminali che, fra le altre cose, intendeva impossessarsi de Il Diavolo a Sette Facce, un prezioso diamante. A coadiuvare Julie nella ricerca della sorella è anche Tony Shane, uomo d’affari olandese. Fra Julie e Tony nasce una relazione ma, giorno dopo giorno, Julie si sente sempre più minacciata: uomini la inseguono, loschi individui la perseguitano con strane telefonate.

Più tardi si scoprirà che il capo della banda a cui Mary aveva aderito è proprio Tony che, assieme al complice James, ha messo le mani sul preziosissimo gioiello. Quando però il diamante viene analizzato con solerte attenzione, James e Tony, si rendono conto che altro non è che una copia dell’originale. I due uomini sospettano che Julie, d’accordo con l’avv. Barton e con la sorella Mary, possa avere trafugato il prezioso.

In un crescendo di violenza James viene eliminato da altri elementi della banda, causa regolamento di conti e, Tony, non riuscendo a ritrovare il vero diamante cerca di torturare ed uccidere Julie, convinto di un suo coinvolgimento nell’opera di depistaggio ed occultamento del vero prezioso. Inseguita dall’uomo, Julie, si rifugia in una zona isolata di campagna e, braccata sempre più da vicino, si mette alla guida di un trattore per mezzo del quale, seppur involontariamente, uccide Tony, investendolo nel tentativo di fuggire.

Julie si imbarca sul primo aereo disponibile allo scopo di raggiungere Londra. Ad attenderla in aeroporto vi è proprio l’avv. Barton che ha scoperto la verità: Julie Harrison era morta per cause naturali qualche mese prima , colei che tutti credono Julie, altri non è che Mary. Mary Harrison, dopo la morte della sorella Julie (avvenuta nella loro casa di famiglia), si era a questa sostituita, allo scopo di avvicinare Tony e James, suoi compagni della banda criminale e, senza essere troppo sorvegliata, con l’intenzione di impossessarsi del prezioso diamante. Riuscitaci aveva nascosto il prezioso in un pacchetto di sigarette, poi rinvenuto dall’avv. Barton. Mary e Dave Barton partono insieme per Londra, promettendo di dividersi il ricavato della vendita del gioiello ma, entrambi, non sanno che il gioiello in loro possesso è anch’esso un falso.

Recensione

 

 

Nonostante il titolo, che suggerisce che si tratti di un film horror, The Devil with Seven Faces è in realtà un thriller delittuoso. Il film presenta molti dei marchi di Giallo; ma l’omicidio cruento non è uno di questi, e invece la trama si concentra su un diamante mancante del valore di un milione di sterline. Lo stile del film è molto brillante e fresca è la trama che prende il sopravvento su alcune strane decisioni e avvenimenti improbabili. Si può dire che questo non è il solito Giallo e alcuni fan potrebbero essere delusi; ma a pieno titolo, The Devil with Seven Faces è un divertente piccolo thriller con tanto divertimento. La trama si concentra su Julie Harrison, una donna che si ritrova inseguita da criminali dopo che è emerso che sua sorella gemella, Mary, ha rubato un diamante costoso. Incontra Tony; un pilota di auto da corsa gentile che la salva dai criminali e le dà un posto dove nascondersi. Ma la trama si infittisce quando compare un commerciante di diamanti e scambia Julie per sua sorella …

Il film presenta due delle maggiori stelle dei gialli anni ’70; La protagonista preferita da George Hilton e Umberto Lenzi, Carroll Baker, che si riuniranno piu’tardi per il film Il dolce corpo di Deborah del 1968. Carroll Baker ha molta esperienza nell’ interpretazione della donna terrorizzata e si comporta bene con il ruolo da protagonista. George Hilton gioca anche sui suoi punti di forza in quanto l’affascinante, ma stranamente sinistro pilota e la coppia hanno una buona chimica sullo schermo. Stephen Boyd fa una buona interpretazione come avvocato per la signora.La trama scorre bene dappertutto e di solito c’è abbastanza da fare in modo che il film non diventi mai noioso. Il regista Osvaldo Civirani, piu’ conosciuto per i generi peplum e spaghetti western, popola il film con inseguimenti e sparatorie sufficienti per assicurarsi che rimanga divertente anche quando la trama non sta contribuendo molto, anche se e’ stata ben scritta da Tito Carpi. Diventa presto ovvio dove la sopracitata trama ci sta portando, ma il finale è ben gestito e la svolta è logica anche se non è esattamente difficile da indovinare.

La musica è magnificamente composta da Stelvio Cipriani, e la parrucca blu di Baker indossata in riva al mare vale il prezzo della visione. Bella la scena con un inseguimento d’azione che si svolge dentro e intorno a un mulino a vento! L’ambientazione è stata usata prima e dopo (la cosa più memorabile in Black Windmill), ma crea un bel frisson che di solito non è associato ai thriller italiani.

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

Italy     9 December 1971
Spain     19 August 1974     (Madrid)
USA     12 June 1975     (Florence, South Carolina)
USA     February 1977

Titoli all’ estero

(original title)     Il diavolo a sette facce
Finland     Bloody Mary
West Germany     Der Teufel hat sieben Gesichter
West Germany     Die Diamantenlady
Spain (Castilian title)     El diablo tiene siete caras
France (video title)     Le diable a sept visages
Brazil     O Diabo das Sete Faces
USA (alternative title)     The Devil Has 7 Faces
USA     The Devil with Seven Faces
World-wide (English title)     The Devil with Seven Faces
Greece     Ο διάβολος με τα εφτά πρόσωπα

Locations

 

 

Incir De Paolis Studios, Rome, Lazio, Italy

Rembrandtplein, Amsterdam, Noord-Holland, Netherlands

Zandvoort Autodrome, Zandvoort, Noord-Holland, Netherlands

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale    Il diavolo a sette facce
Lingua originale    italiano
Paese di produzione    Italia
Anno    1971
Durata    90 min
Rapporto    2,35 : 1
Genere    drammatico, thriller
Regia    Osvaldo Civirani
Sceneggiatura    Tito Carpi, Osvaldo Civirani
Casa di produzione    Cine Escalation
Fotografia    Walter Civirani
Montaggio    Mauro Contini
Musiche    Stelvio Cipriani
Trucco    Marcello Di Paolo, Marisa Manici

Interpreti e personaggi

Carroll Baker: Julie Harrison / Mary Harrison
Stephen Boyd: Dave Barton
Lucretia Love: Margareth
George Hilton: Tony Shane
Luciano Pigozzi: Steve Hunter
Maria Ricotti
Ivano Staccioli: Hank
Daniele Vargas: James Marlowe
Franco Ressel: Ispettore Rinker
Carla Mancini
Gianni Pulone
Roberto Messina

Doppiatori originali

Pino Locchi: Dave Barton
Pino Colizzi: Tony Shane

FOTO E POSTERS

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest