Il verdetto

Il verdetto (The Verdict) è un film drammatico del 1982 diretto da Sidney Lumet.

Sceneggiato da David Mamet sulla base dell’omonimo romanzo di Barry Reed, è un dramma giudiziario all’insegna del disincanto, centrato sulla figura crepuscolare dell’avvocato anziché sui consueti meccanismi processuali.

Trama

Frank Galvin è stato un brillante avvocato, ma per penose circostanze familiari e legali si è dato all’alcool e si è ridotto a non poter più difendere alcuna causa in tribunale; fa solo il “cacciatore di ambulanze”, ossia dove succede un incidente cerca di farsi attribuire la causa, perché il cliente sia risarcito dei danni subiti in via pacifica e lui possa ottenere la parcella che gli spetta.

Il resto del tempo lo trascorre nei bar o a giocare a flipper. Ma ecco che gli capita un caso importante col quale potrà redimersi come avvocato e far trionfare la giustizia. All’ospedale S. Caterina di Boston, proprietà della archidiocesi, giace in coma profondo e irriversibile Deborah Kaye.

A Galvin, che patrocina la causa in nome della sorella di Deborah e del marito, vengono offerti 210.000 dollari, quale risarcimento danni. L’arcivescovo vuol salvare il buon nome dell’ospedale Santa Caterina, tuttavia riconosce che la vita umana non ha prezzo e l’offerta dell’assicurazione gli sembra buona. Un terzo della somma, 70.000 dollari, spetta a Galvin. Galvin, contro il parere dei suoi patrocinati, rifiuta la somma e porta la causa in tribunale.

Commento

Un film di grandi attori. L’argomento porta a qualche schematismo di troppo. Ennesima candidatura all’oscar per Paul Newman (che non vinse neanche stavolta).

Dal romanzo di Barry Reed, avvocato, è inno all’individualismo americano, una affermazione di fiducia nelle energie dell’individuo in lotta col sistema.

Ottima la ricostruzione ambientale, bravo Newman. Un film contro la corruzione che infesta anche il sistema giudiziario americano. “Sidney Lumet torna a calcare le aule di tribunale 25 anni dopo lo strepitoso esordio (‘La parola ai giurati’).

Non c’è dubbio che sappia coniugare alla perfezione spettacolo e denuncia sociale: più di Bossi prima maniera ha buon gioco a scoperchiare gli intrallazzi del Palazzo. Nulla di nuovo sotto il sole, ma due ore abbondanti di coinvolgimento totale. Grandi Paul Newman (solito Oscar sfiorato) e James Mason. Charlot Rampling brava come sempre

(fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Curiosità

La parte di Frank Galvin venne offerta a Robert Redford che rifiutò.

Tra il pubblico in tribunale è possibile vedere un giovane Bruce Willis.

Frank Sinatra si offri’ gratis per il ruolo di protagonista.

Riconoscimenti

1983 – Premio Oscar
Nomination Miglior film a Richard D. Zanuck e David Brown
Nomination Migliore regia a Sidney Lumet
Nomination Miglior attore protagonista a Paul Newman
Nomination Miglior attore non protagonista a James Mason
Nomination Migliore sceneggiatura non originale a David Mamet
1983 – Golden Globe
Nomination Miglior film drammatico
Nomination Migliore regia a Sidney Lumet
Nomination Miglior attore in un film drammatico a Paul Newman
Nomination Miglior attore non protagonista a James Mason
Nomination Migliore sceneggiatura a David Mamet
1982 – National Board of Review Award
Migliore regia a Sidney Lumet
1983 – David di Donatello
Miglior attore straniero a Paul Newman

Uscite all’ estero

USA 7 December 1982 (New York City, New York) (premiere)
USA 8 December 1982 (New York City, New York)
USA 15 December 1982 (Los Angeles, California) (premiere)
USA 17 December 1982
Brazil 16 January 1983
Argentina 10 February 1983
France 14 February 1983
Australia 24 February 1983
Italy 25 February 1983
Portugal 1 March 1983
Sweden 4 March 1983
Spain 17 March 1983
Japan 19 March 1983
Belgium 24 March 1983 (Gent)
Denmark 25 March 1983
Uruguay 29 March 1983
Colombia 30 March 1983
West Germany 31 March 1983
Finland 1 April 1983
Greece 8 April 1983
Mexico 8 April 1983
Ireland 6 May 1983
France 9 July 2008 (re-release)

Titoli all’ estero

(original title) The Verdict
Argentina Será justicia
Bulgaria (Bulgarian title) Присъдата
Brazil O Veredicto
Brazil (cable TV title) O Veredito
Germany The Verdict – Die Wahrheit und nichts als die Wahrheit
Denmark Dommen
Spain Veredicto final
Finland Ratkaisun hetki
Finland Todistaja
France Le verdict
France The Verdict
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) I etymigoria
Greece Η ετυμηγορία
Hungary Az ítélet
Israel (Hebrew title) P’suck-Dean
Italy Il verdetto
Mexico Será justicia
Norway Dommen
Peru Será justicia
Poland Werdykt
Portugal O Veredicto
Serbia Presuda
Sweden Domslutet
Soviet Union (Russian title) Вeрдикт
Turkey (Turkish title) Karar
Uruguay (original subtitled version) Será justicia
West Germany The Verdict – Die Wahrheit und nichts als die Wahrheit

Locations

Le riprese si sono divise tra Boston (Massachusetts), New York City e Toronto.

 

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Media
  Caricamento, attendere prego yasr-loader

 

Titolo originale The Verdict
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1982
Durata 129 min
Genere drammatico
Regia Sidney Lumet
Soggetto Barry Reed
Sceneggiatura David Mamet
Fotografia Andrzej Bartkowiak
Montaggio Peter C. Frank
Musiche Johnny Mandel

Interpreti e personaggi

Paul Newman: Frank Galvin
Charlotte Rampling: Laura Fisher
Jack Warden: Mickey Morrissey
James Mason: Ed Concannon
Milo O’Shea: Giudice Hoyle
Lindsay Crouse: Kaitlin Costello
Wesley Addy: Dr. Towler
Edward Binns: vescovo Brophy
Lewis J. Stadlen: Dr. Gruber
Colin Stinton: Billy
Julie Bovasso: Maureen Rooney

Doppiatori italiani

Oreste Rizzini: Frank Galvin
Silvio Spaccesi: Mickey Morrissey
Gianni Bonagura: Ed Concannon
Livia Giampalmo: Kaitlin Costello
Pietro Biondi: Dr. Towler
Mario Cordova: Dr. Gruber
Carlo Alighiero: vescovo Brophy
Claudio Capone: Billy
Sergio Di Giulio: Kevin Donaghy

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest