Il vero e il falso

Il vero e il falso è un film del 1972, diretto dal regista Eriprando Visconti.

Trama

Nei pressi di Latina vive e lavora la giovane jugoslava Norma Zejzler, che ha una moralità discutibile e che è unita sentimentalmente con Claudio Santini. Costui è sposato con una giovane maestra Luisa, la quale è al corrente della relazione amorosa. Un giorno, nella casa di Norma viene trovata cadavere (è stata bruciata) una donna: è riconosciuta come Norma stessa.

Il pubblico ministero Turrisi incrimina (movente la gelosia) Luisa quale autrice dell’assassinio. La donna è condannata a 10 anni di carcere, nonostante alcuni elementi non chiari. Per buona condotta, esce di prigione tre anni prima.

La accoglie l’avvocato Marco Manin che, durante il processo, era stato aiutante dell’avvocato difensore della donna, e che era rimasto perplesso circa il verdetto: i due ormai sono sentimentalmente uniti. Scoprono che Norma è viva e che convive con Claudio: Luisa uccide Norma, e perciò viene di nuovo arrestata. Manin – che è il difensore di Luisa – scopre a proposito del primo processo che Turrisi fu negligente e che per tale motivo la donna venne condannata. Raccoglie prove contro Claudio il quale, insieme con Norma, aveva ucciso la donna, da lui sfruttata con lo scopo di spacciarla per Norma. Manin ottiene così l’incriminazione di Claudio, e le attenuanti per Luisa. Ma questa, ascoltata la sentenza, si uccide.

Recensione

Tema del film sono le possibili ingiustizie della procedura istruttoria, che possono essere causate dal ruolo soggettivo e determinante affidato al magistrato inquirente. Chiaramente a tesi, il film si ispira a quelli di André Cayatte, si dilunga in sequenze troppo verbose e possiede limiti nelle tipiche forzature del discorso svolto per partito preso.

E’un solido film di denuncia dalle venature gialle, che prende di mira l’eccessivo potere di cui godeva all’epoca la magistratura inquirente. Ben supportato dalla fotografia di Marcello Gatti e dalle musiche di Gaslini, Visconti dirige evitando le facili spettacolarizzazioni, e anche le fasi giudiziarie sono condotte con molta più sobrietà rispetto a Processo per direttissima e al pur ottimo La violenza: quinto potere.

Il ritmo è buono e l’intreccio non male, con un colpo di scena verso la fine prevedibile ma ben costruito. La regia è corretta, con le ricostruzioni che fanno molto Agatha Christie e il cast buono: Hill se la cava, Balsam ottimo, la Pitagora molto brava

(fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

Italy 7 April 1972
West Germany 9 May 1975
Portugal 6 February 1976
Hungary 11 August 1990 (TV premiere)

Titoli all’ estero

Brazil A Verdade e a Mentira
Spain El verdadero y el falso
France Manoeuvres criminelles d’un procureur de la République
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) I alitheia kai to psema
Greece (video title) O dikigoros
Hungary Az igaz és a hamis
Portugal A Injustiça da Justiça
USA The Hassled Hooker
USA The True and the False
West Germany Allein gegen das Gesetz

Locations

 

 

Incir De Paolis Studios, Rome, Lazio, Italy

Latina, Lazio, Italy

Rome, Lazio, Italy

Sabaudia, Latina, Lazio, Italy

Il commissariato di polizia è in realtà la sede del Municipio di Latina in Piazza del popolo a Latina:

ilveref1

 

 

 

 

 

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale:  Il vero e il falso
Paese di produzione Italia
Anno 1972
Durata 99 min
Genere drammatico, poliziesco
Regia Eriprando Visconti
Soggetto Enzo Gicca
Sceneggiatura Luigi Malerba, Eriprando Visconti
Produttore Bruno Turchetto
Casa di produzione Euro International Films, Explorer Film ’58
Fotografia Marcello Gatti
Montaggio Antonio Siciliano
Musiche Giorgio Gaslini
Scenografia Umberto Turco

Interpreti e personaggi

Terence Hill: Marco Manin
Paola Pitagora: Luisa Santini
Martin Balsam: Avvocato Turrisi
Adalberto Maria Merli: Claudio Santini
Shirley Corrigan: Norma Zeitzler
Esmeralda Ruspoli:
Vittorio Sanipoli:
Luigi Montini:
Maria Teresa Albani:
Pietro Gerlini:
Rita Calderoni:
Calisto Calisti:
Ettore Geri:
Alessandro Sperlì:
Pietro Tordi:

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest