Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo!

Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo! (Dirty Harry) è un film del 1971, diretto da Don Siegel. È il primo film della serie dedicata a Dirty Harry, l’ispettore della polizia di San Francisco Harry Callahan (italianizzato in “Harry Callaghan”), interpretato da Clint Eastwood.

Il film è considerato una pietra miliare del genere cinematografico poliziesco, ed è liberamente tratto da un fatto di cronaca che terrorizzò la baia di San Francisco alla fine degli anni sessanta. Si tratta del serial killer Zodiac, a cui la polizia, in realtà, non è mai stata in grado di dare un volto.

Trama

« So quello che stai pensando. Tu pensi: avrà sparato tutti e sei i colpi o soltanto cinque? Per dirti la verità non lo so neanch’io in tutta questa baraonda. Però questa è una pistola eccezionalmente potente e precisa, capace di farti saltare la testa con un solo colpo. Perciò fatti bene i conti: ti conviene rischiare? »
(Callaghan mentre punta la pistola contro Scorpio nella scena finale)

L’ispettore Callaghan, detto “Harry la carogna”, viene incaricato del caso Scorpio, un killer psicopatico che minaccia l’intera città con omicidi a scopo di lucro. A causa di una giustizia impotente, Callaghan decide di agire al di fuori della legalità per fermarlo. Una mattina, mentre fa colazione, ferma una rapina in banca di un gruppo di ladri di colore, uccidendo il guidatore ed un complice che finisce in una vetrina e minacciando di uccidere l’uomo col fucile, che alla fine risparmia per consegnarlo alla polizia. La polizia assegna a Callaghan il caso Scorpio, a patto che collabori con un giovane poliziotto alle prime armi: l’ispettore Gonzales.

Una notte Callaghan e Gonzales cercano Scorpio in auto, ma incappano più volte in un falso allarme. Quella stessa sera, Callaghan riesce anche a far desistere un uomo dall’intento di buttarsi da un alto palazzo. Intanto, Scorpio continua a attaccare. Come minacciato, uccide un bambino nero e cerca di ammazzare un prete cattolico, nonostante la polizia si sia attivata per proteggere il sacerdote, che era uno degli obiettivi indicati nel primo messaggio scritto. Un giorno, Scorpio lascia un messaggio, in cui afferma di avere preso in ostaggio una ragazza quattordicenne, che ucciderà se non gli verranno consegnati 200.000 dollari entro ventiquattro ore.

Callaghan si autoincarica di portare la valigetta con i soldi a Scorpio, che per essere sicuro che l’ispettore sia solo, comincia così a farlo spostare in una corsa disperata tra le cabine telefoniche di San Francisco, per poi condurlo nel parco più grande della città. Lì, il poliziotto viene aggredito dal malvivente, ma Gonzales che riusciva a seguire Callaghan tramite un radiomicrofono, sopraggiunge e spara a Scorpio, venendo ferito dai colpi di mitra dell’assassino. Durante lo scontro, Callaghan infilza un coltello in una gamba di Scorpio, ferendolo gravemente. Il killer poi scappa perdendo il malloppo e, zoppicando, si dà alla fuga.

La polizia viene avvisata che al pronto soccorso, durante la notte, un uomo con gli occhi azzurri e i capelli biondi è stato medicato a una gamba, e l’ispettore capisce trattarsi del fuggitivo; il dottore che lo ha medicato si ricorda di averlo visto fuori dallo stadio che vendeva i programmi delle partite, ricordando anche che il custode gli permette di stare in uno stanzino dell’impianto. Deciso ad arrestare Scorpio una volta per tutte, Callaghan lo insegue e gli spara allo stadio di San Francisco, e lo tortura per avere informazioni su dove sia la ragazza, che però trova morta in un pozzo vicino al ponte della città. Scorpio tuttavia viene rilasciato proprio in virtù delle torture inflittegli da Callaghan, che agli occhi della legge avrebbe violato i suoi diritti. Intanto Gonzales, in ospedale, comunica a Callaghan la decisione di ritirarsi dalla Polizia per diventare un insegnante.

Nel tentativo di inguaiare il poliziotto, Scorpio paga un nero per farsi picchiare, affermando in seguito di essere stato nuovamente aggredito dall’ispettore. Una volta guarito, l’assassino prende in ostaggio un autobus della scuola elementare con sei bambini a bordo, ed esige un nuovo riscatto, minacciando di ucciderli. Callaghan, disubbidendo agli ordini del sindaco e del capo della Polizia che volevano pagare il riscatto, va da solo a fermare l’autobus, costringendo il killer a fuggire. Dopo una lunga sparatoria, Scorpio riesce a prendere nuovamente in ostaggio un bambino che stava pescando, ma Callaghan gli spara disarmandolo. A questo punto l’ispettore invita lo psicopatico a decidersi se valga la pena di provare a riprendere l’arma, e scoprire così se la sua 44 Magnum sia scarica o no. Scorpio, esasperato dal tono sprezzante di Callaghan, cerca di riprendere in mano la pistola per poi finire in acqua l’istante dopo con l’ultimo proiettile di Callaghan nel petto. Alla fine l’ispettore, sentendo le sirene della polizia in arrivo, si stacca il distintivo dal portafoglio, lo getta nel fiume e si allontana, sicuro delle conseguenze che il suo gesto porterà.

 

COMPRA DVD ITALIANO SU AMAZON OR U.S. AND CANADA VERSION

 

 

Commento

San Francisco è sotto ricatto: un killer minaccia di uccidere una persona al giorno se non gli verrà consegnata una forte somma. Il Sindaco cede al ricatto ma “Dirty Harry” non ci sta…

Il primo capitolo dedicato al rude ispettore, interpretato da un brillante Clint Eastwood, è già un ottimo film (forse il migliore della serie) grazie al quale Don Siegel, nonostante le tantissime polemiche che accompagnarono la pellicola (accusata tra le altre cose di fascismo ed esaltazione revanchista), mostra le sue qualità registiche non comuni che vengono corroborate da una confezione impeccabile di alto livello.

Eastwood, dalla faccia di pietra più che mai, è perfetto nel ruolo dell’ispettore integralista e stufo delle autorità, impegnato in una perenne lotta personale contro la feccia della società. Spietato, cinico e magistralmente diretto dall’ottimo Don Siegel

Curiosità

Il regista Donald Siegel insistette nell’usare Andrew Robinson nel ruolo di Scorpio, per il fatto che il suo viso era accattivante e dava al personaggio più risalto.

Nella scena della sventata rapina in banca, Callaghan convince uno dei rapinatori ad arrendersi, dicendo di non sapere se ha sparato solo 5 oppure tutti e 6 i colpi della sua pistola e sfidandolo a prendere il suo fucile mentre viene tenuto sotto tiro. Alla successiva richiesta di questi di sapere se la pistola contenga l’ultimo colpo, l’ispettore risponde tirando il grilletto a vuoto, nel corso della sparatoria si possono effettivamente contare 6 colpi sparati dalla sua Smith & Wesson in calibro 44 magnum.

Dopo che il film usci’, l’attore Andrew Robinson ricevette diverse minacce di morte, tanto che fu costretto a cambiare numero di telefono.

Nelle filippine un ispettore ordino’ una copia da usare come allenamento per le reclute.

Albert Popwell appare in ogni “Dirty Harry” film eccetto Scommessa con la morte (1988), interpretando un diverso personaggio in ogni film.

Robert Mitchum rifiuto’ la parte che disse non avrebbe fatto per nessuna cifra al mondo. Il fratello piu’ piccolo di Robert,  John appare nei primi tre film come Ispettore Frank DiGeorgio.

Proibito in Finlandia per oltre un anno.

Al box office il film incassò quasi 36 milioni di dollari, rivelandosi un successo.

Locations

Holiday Inn Select Downtown Hotel – 750 Kearny Street, San Francisco, California, USA
(pool murder opening scene) (now Hilton San Francisco Financial District)

Bank of America Building – 555 California Street, San Francisco, California, USA
(opening sequence)

Forest Hill Station, San Francisco, California, USA

Kezar Stadium – Frederick Street, Golden Gate Park, San Francisco, California, USA

Marina Green, Marina District, San Francisco, California, USA

Mt. Davidson Cross – Mount Davidson Park, San Francisco, California, USA

Alamo Square, Hayes Valley, San Francisco, California, USA

Embassy Hotel, 610 Polk Street, San Francisco, California, USA

Broadway, San Francisco, California, USA

California Hall, San Francisco, California, USA

City Hall – 1 Dr. Carlton B. Goodlett Place, San Francisco, California, USA

Hall of Justice – 850 Bryant Street, San Francisco, California, USA

Mill Valley, California, USA

Mission Dolores Park, Mission District, San Francisco, California, USA
(where Callahan gets off the ‘K’ streetcar to use the phone booth in front of the park)

New York Street, Backlot, Universal Studios – 100 Universal City Plaza, Universal City, California, USA

Portsmouth Square, Chinatown, San Francisco, California, USA

San Francisco General Hospital Medical Center – 1001 Potrero Avenue, Potrero Hill, San Francisco, California, USA

42 Sir Francis Drake Drive, Larkspur, California, USA
(Final confrontation, now a shopping center and apartment complex)

St. Peter & Paul Church – 666 Filbert Street, San Francisco, California, USA

The Embarcadero, San Francisco, California, USA

Warner Brothers Burbank Studios – 4000 Warner Boulevard, Burbank, California, USA
(studio)

Washington Square, North Beach, San Francisco, California, USA

San Francisco, California, USA

Dante Building, 1606 Stockton Street, San Francisco, California, USA
(Scorpio scopes for victim on rooftop, spotted by helicopter)

750 Noriega Street, San Francisco, California, USA
(Scorpio commandeers school bus)

Roaring 20’s Nightclub, 552 Broadway, San Francisco, California, USA

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

 

Titolo originale     Dirty Harry
Lingua originale     inglese
Paese di produzione     USA
Anno     1971
Durata     92 min
Genere     poliziesco, azione, thriller
Regia     Don Siegel
Soggetto     Harry Julian Fink, Rita M. Fink
Sceneggiatura     Harry Julian Fink, Rita M. Fink, John Milius (non accreditato), Terrence Malick (non accreditato), Dean Riesner
Produttore     Don Siegel
Fotografia     Bruce Surtees
Montaggio     Carl Pingitore
Musiche     Lalo Schifrin
Scenografia     Dale Hennessey

Interpreti e personaggi

Clint Eastwood: Harry Callaghan
Harry Guardino: tenente Al Bressler
Andrew Robinson: Scorpio
Reni Santoni: ispettore Chico Gonzalez
John Larch: il Capo
John Mitchum: ispettore Frank DiGiorgio
John Vernon: il sindaco
Lyn Edgington: Norma
Woodrow Parfrey: sig. Jaffe
Josef Sommer: procuratore distrettuale William T. Rothko
William Paterson: giudice Bannerman
Bill Couch: l’uomo che tenta di suicidarsi

Doppiatori italiani

Nando Gazzolo: Harry Callaghan
Daniele Tedeschi: tenente Al Bressler
Cesare Barbetti: Scorpio
Michele Gammino: ispettore Chico Gonzalez
Bruno Persa: il Capo
Carlo Alighiero: ispettore Frank DiGeorgio
Arturo Dominici: il sindaco
Flaminia Jandolo: Norma
Vinicio Sofia: sig. Jaffe
Gianfranco Bellini: procuratore distrettuale William T. Rothko
Alessandro Sperlì: giudice Bannerman
Gianni Marzocchi: l’uomo che tenta di suicidarsi

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest