Killing Me Softly

Killing Me Softly – Uccidimi dolcemente è un film drammatico diretto nel 2003 dal regista Chen Kaige, prima sua pellicola in cui i dialoghi erano completamente in lingua inglese.

Trama

 

 

amazon3pbannera

 

 

 

 

 

 

 

 

Alice è una bellissima ragazza americana che lavora come designer di CD-Rom e Siti web a Londra. Ha una felice relazione con Jake, ragazzo educatissimo, premuroso ed intelligente, tuttavia noioso e poco estroverso. Un giorno, ferma davanti al semaforo, il suo sguardo si incrocia con quello del misterioso Adam Tallis e tra i due scoppia la passione.

Ammaliata da quest’uomo, Alice lo segue nel suo appartamento ed i due hanno un rapporto sessuale violento e voluttoso. Tra di loro inizia una particolare relazione sessuale in cui la ragazza è completamente sottomessa ad Adam: la sua dipendenza fisica (e psicologica) dall’amante è talmente elevata che Alice decide di sposarlo su due piedi, senza sentire il bisogno di dare nessuna spiegazione a Jake.

Dopo il matrimonio, Alice si rende conto di aver sposato un uomo di cui non sa praticamente nulla a parte che è uno scalatore d’alta quota e che ha avuto un passato sentimentale turbolento. Anche il comportamento della cognata Deborah, eccessivamente gentile e zelante, non la rassicura ed anzi la insospettisce di più: attraverso una serie di indizi, scoperti a volte per caso e a volte indicati da lettere, comincia a credere che Adam abbia ucciso tutte le sue precedenti fidanzate.

Recensione

 

 

I thriller erotici non sono una novità. Tutti lo sanno. Dopo Basic Instinct c’era poco spazio da esplorare in ciò che riguarda il genere .. Ma puoi dire che  Killing Me Softly sia il solito cliché? Assolutamente no. Adattato da Kara Lindstrom dal racconto di Nicci French (lo pseudonimo combinato della squadra di giornalisti marito e moglie Nicci Gerrard e Sean French)il film, ambientato a Londra sviluppa la narrazione sull’originale protagonista femminile britannica che impersonifica la web designer americana Alice (Heather Graham) , una flatlander dell’Indiana che precipita in un abisso di vorticosi abbandoni e selvagge pulsioni per l’alpinista Adam (Joseph Fiennes).

Heather Graham è  in una strana situazione e non c’è via di fuga. Si innamora di un alpinista. Sì, un alpinista. Joseph Fiennes è l’ uomo che trascina Heather lontano dal suo banale fidanzato e dalla sua banale esistenza e la introduce in una vita di selvaggio, erotico abbandono sessuale.

Alice Un giorno, mentre va al lavoro, sfiora accidentalmente le dita di un estraneo misterioso, l’alpinista Adam Tallis (Fiennes), a un segnale di stop pedonale, e c’è un’attrazione istantanea. Presto sono in un taxi per raggiungere l’appartamento in cui vive – in realtà quello di sua sorella – e, una volta arrivati, si lanciano prontamente in folli, scatenati, frenetici, ginnici, esuberanti, appassionati, erotici amplessi appaganti.

Quella notte, avendo deciso di non ripetere mai più l’avvenimento inaspettato, Alice tenta di accendere gli stessi fuochi con Jake, il marito, ma senza successo; e un paio di sere dopo, mentre il poveretto sta cercando di guardare il calcio in televisione, annuncia che lo lascerà. Tempi crudeli da parte sua – poteva almeno aspettare fino alla fine della partita. Non passano molti giorni dopo che lei e Adam decidono impulsivamente di sposarsi.

Adamo fornisce il sesso selvaggio che Alice brama, strappandole i vestiti, stringendole tenebrose corde setose  al suo corpo e andando verso di lei con l’ardore di un selvaggio stallone che cavalca la sua puledra. Lei riceve da lui il massimo dell’appagamento sessuale che mai supponeva potesse esistere.

Appena compare Adam (Joseph Fiennes), Misterioso, Avventuroso e sexy, Alice è immediatamente colpita. Questa era la storia d’amore che aveva sognato. Questo era ciò che era potuto arrivare a riempire quel vuoto da anni in lei. Alice cancella subito la vita che aveva costruito per sè stessa a Londra. Da quando quindici secondi, circa, dopo aver parlato per la prima volta con Adam, Alice si butta sul pavimento del salotto a quando ha una fede alla mano sinistra passa circa una settimana e mezzo. C’è molta passione e sesso perverso nel loro rapporto, ma cosa sa davvero Alice di Adam? Più si scava nel passato oscuro del suo nuovo marito, più teme per la sua vita.

La migliore amica di Alice, Sylvie (Robbins), cerca di persuaderla che sta commettendo un terribile errore – che sta abbandonando il vero amore per il sesso ossessivo e trasgressivo, ma ad Alice non importa. Molto più tardi, quando Alice tenta di contattare Jake, scopre che Sylvie si è trasferita da lui; le ultime due persone della sua vecchia vita sulla cui amicizia avrebbe potuto contare sono ora perse per lei.

Mentre lei gradualmente perde le sue inibizioni – e la sua resistenza al sesso sempre più violento diventa più difficile, Alice riceve appunti da un altro straniero misterioso che la mette in guardia da Adam. Ignorando il consiglio totalmente, sposa Adam – solo per sentire ancora voci più inquietanti sul passato di suo marito. E ‘davvero l’uomo che le sta scatendo le passioni violente piu’ nascoste, che lei ha sempre voluto o qualcosa di molto più pericoloso?

Sebbene limitati a pochi spaccati di memoria isolati, gli attraenti flashback alpinistici funzionano abbastanza bene. La direzione cinematografica e artistica è impeccabile e la colonna sonora è molto vicina al sublime. Ottimo intrigo, personaggi ben disegnati, uno dei film meno prevedibili che abbia mai visto (di questo tipo – thriller erotici). Dal momento in cui Alice (Heather Graham) posa gli occhi su Adam (Joseph Fiennes), un estraneo misterioso, viene catapultata in un vortice di intenso desiderio erotico-avventuroso, rischiando tutto solo per stare con lui. Ma, quando i segreti del passato di Adam cominciano ad emergere, Alice si trova in una situazione minacciosa a cui non può sfuggire.

La situazione richiede capovolgimenti inaspettati per aggiungere la quantità necessaria di mistero al film. Il regista acclamato Chen Kaige dirige questo suspense contemporaneo con notevole maestria. Heather Graham è nuda dalla testa ai piedi in molte scene, posizioni e vicoli. Anche per le donne, Joey Fiennes non ha riserve sul suo sedere e fa di tutto per mostrarcelo. Le scene di sesso nel film sono molto crude e convincenti e il regista Kaige fa un lavoro sbalorditivo  catturando l’incontrollabile sollecitudine che i due amanti nel rapporto dominatore/slave hanno l’uno per l’altro.  Basato su un romanzo di Nicci French. Ci sono alcuni bei contributi più in basso nella lista del cast, come quelli di Bannerman, come il guardiano Hughes (meglio conosciuto, forse, come il sergente Ben Jones nella serie Midsomer Murders), come il ragazzo abbandonato, e Robbins nella parte del migliore amico.

Curiosità

 

 

 

Nella versione distribuita in USA e Spagna nel finale i due protagonisti si reincontrano dopo due anni su delle scale mobili: Adam sale mentre Alice le scende. I due si guardano senza parlarsi e arrivato in cima Adam si gira a guardare silente la donna che si allontana.

Il film si ispira anche a due pellicole di Alfred Hitchcock: Rebecca – La prima moglie (1940) e Il sospetto. La scelta di affidare il ruolo da protagonista a Heather Graham da parte della produzione avvenne tenendo conto della sua naturale propensione e consolidata esperienza per le ambientazioni erotiche, oltre che per la disinvoltura nell’incarnare il ruolo della donna “che si fa sottomettere per non farsi sottomettere” come dichiarato dalla stessa attrice

La pellicola, girata principalmente a Londra ed a Cumbria e costata 25 milioni di dollari, è basata sul racconto omonimo di Nicci Gerrard e Sean French ed uscì nelle sale cinematografiche il 25 marzo del 2003, nonostante le riprese fossero iniziate il 29 ottobre del 2000, ben due anni e mezzo prima. La distribuzione nel mondo venne affidata alla Metro-Goldwyn-Mayer.

Uscite all’estero

Japan     23 February 2002
Italy     15 March 2002
Spain     10 May 2002
Netherlands     30 May 2002
France     5 June 2002
UK     21 June 2002
Greece     21 June 2002
Portugal     28 June 2002
Russia     18 July 2002
Philippines     8 August 2002     (Manila)
Belgium     21 August 2002
Philippines     21 August 2002     (Davao)
Denmark     27 September 2002
Iceland     18 October 2002
Czech Republic     7 November 2002
Israel     29 November 2002     (premiere)
Australia     5 December 2002
Israel     5 December 2002
Brazil     6 December 2002
Germany     9 January 2003
Austria     10 January 2003
Mexico     14 February 2003

Titoli all’ estero

(original title)     Killing Me Softly
Argentina     Mátame suavemente
Austria     Killing Me Softly
Bulgaria (Bulgarian title)     ?????? ?? ?????
Brazil     Mata-me de Prazer
Germany     Killing Me Softly
Spain     Suavemente me mata
Finland     Pimeyden syli
France     Feu de glace
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     Glyka, skotose me
Hungary     Magassági mámor
Italy     Killing Me Softly – Uccidimi dolcemente
Poland     Urok mordercy
Portugal     Killing Me Softly
Romania     Ucide-ma cu tandrete
Serbia     Ubij me nežno
Russia     ???? ???? ?????
Slovenia     Ubij me strastno
Ukraine     ???? ???? ?i???

Locations

 

 

 

Adelphi Building, John Adam Street, Strand, London, England, UK

Canary Wharf Underground Station, Canary Wharf, Isle of Dogs, London, England, UK

East Finchley Underground Station, East Finchley, London, England, UK

John Adam Street, Strand, London, England, UK

London, England, UK

Matterdale, Cumbria, England, UK

Tarn Hows, Cumbria, England, UK

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale    Killing Me Softly
Lingua originale    Inglese
Paese di produzione    USA, Regno Unito
Anno    2002
Durata    100 min
Rapporto    1,85:1
Genere    drammatico, thriller
Regia    Chen Kaige
Soggetto    Sean French
Sceneggiatura    Kara Lindstrom
Produttore    Ivan Reitman
Fotografia    Michael Coulter
Montaggio    Frank J. Urioste
Musiche    Patrick Doyle
Scenografia    Gemma Jackson

Interpreti e personaggi

Heather Graham: Alice Loudon
Joseph Fiennes: Adam Tallis
Natascha McElhone: Deborah Tallis
Ulrich Thomsen: Klaus
Ian Hart: Ufficiale di polizia
Jason Hughes: Jake
Kika Markham: Signora Blanchard
Amy Robbins: Sylvie
Yasmin Bannerman: Joanna Noble
Rebecca Palmer: Michelle Stowe
Ronan Vibert: Direttore di Alice
Olivia Poulet: Claudia, la segretaria di Alice
Ian Aspinall: Collega di Alice
Helen Grace: Collega di Alice
Oliver Ryan: dipendente della libreria

Doppiatori italiani

Rossella Acerbo: Alice Loudon
Roberto Pedicini: Adam Tallis
Pinella Dragani: Deborah Tallis
Simone Mori: Klaus
Massimo De Ambrosis: Jake

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest