La belva col mitra

La belva col mitra è un film poliziottesco del 1977 diretto da Sergio Grieco.

Trama

Nanni Vitali, un pericoloso criminale, evade dal carcere con quattro complici. Insieme, dopo aver rubato un’auto, rapinato un distributore di carburante e picchiato a sangue i titolari, sequestrano Barbareschi, autore della soffiata che ha portato all’arresto di Vitali. Al momento del sequestro di Barbareschi c’è anche la sua donna, Giuliana, che viene stuprata dallo stesso Vitali mentre i complici pestano e uccidono con la calce viva Barbareschi. Il Commissario Santini, figlio del procuratore che aveva fatto condannare Vitali, cerca di fermarlo.

Fra i due scoppia una guerra all’ultimo sangue: il pericoloso criminale ricatta Giuliana, tentando di organizzare con lei una rapina. Questa non ha successo grazie alla confessione di Giuliana, che va in commissariato a svelare le intenzioni del bandito. Il commissario Santini organizza quindi una trappola nella quale vengono catturati i complici di Vitali. Quest’ultimo riesce però a fuggire, facendosi largo sparando con un mitra da un’auto in corsa e forzando il blocco della polizia. Dalla sorella per chiederle dei soldi, Vitali le comunica che lascerà il paese solo dopo aver sistemato i conti con il commissario Santini e con Giuliana che l’ha tradito.

Tornato in città, si apposta nel palazzo di fronte a quello dove alloggia Giuliana, sotto scorta, riuscendo a ferirla con un fucile. In seguito, assicuratasi la collaborazione di un giovane delinquente suo ammiratore, Aldo Pacesi detto Bimbo, rapisce Carla e il Giudice Santini, rispettivamente sorella e padre del commissario. Ricevute delle telefonate in cui si chiede il riscatto, il commissario Santini individua i rapitori in un capannone abbandonato in un piccolo paesino. Ucciso Pacesi con un colpo di pistola, Santini riesce ad avere la meglio anche su Vitali in un combattimento che finisce in un corpo a corpo a mani nude. La polizia interviene per arrestare Vitali, e nel contempo viene portato via in ambulanza, ma vivo, il padre di Santini, che era stato ferito da Pacesi in un tentativo maldestro di fuga.

Recensione

 

 

La forza principale di questo film è senza dubbio Helmut Berger. Berger è assolutamente perfetto con il suo ruolo di criminale malvagio al centro della storia, e ogni momento in cui è sullo schermo è completamente avvincente. È affiancato dall’attrice di Eurocult, Marisa Mell, che occhi! Richard Harrison completa il cast centrale con il ruolo di “poliziotto” e, come i suoi co-protagonisti, lo interpreta bene. Beast With a Gun presenta anche un’eccellente colonna sonora, che ben si sposa con il film e aggiunge sicuramente suspence ad ogni scena in cui si inserisce. Il realismo ovviamente non era in cima nella lista delle priorità del regista Sergio Grieco, tuttavia, poiché il film presenta numerose istanze che non hanno molto senso – la scena che ti viene in mente all’istante è quella in cui un certo membro del cast femminile viene colpito alla gamba … e poi istantaneamente lo diagnostica come ‘infortunio non serio’ e si blocca a malapena una palpebra. Harrison è fondamentalmente pieno di rabbia e non si fermerà finché non avrà il suo uomo, ma il film appartiene davvero a Berger, che interpreta un uomo che ha senza regole e appena un’anima (anche se incontra sua sorella e la tratta abbastanza bene). Batte, accoltella, spara e stupra per ottenere quello che vuole, e quei freddi occhi teutonici si aggiungono al personaggio gelido che arriverà a qualsiasi livello per il suo stesso guadagno.

Un film pieno di momenti magici (il rapimento di Marisa Mell), scene d’azione brutali (come la scena in cui Helmut picchia un benzinaio) e grandi scene artistiche (le foto identificative di Nanni). Per la sceneggiatura del film, lo scrittore / regista Sergio Grieco fa sì che il film si distingua saldamente nel suo genere, dando al film una struttura completamente diversa dalla maggior parte dei film italiani. A differenza degli altri film, che spendono l’intero lasso di tempo per seguire i criminali e si concentra sui loro protagonisti, Grieco invece divide il film in due, e dà una pari quantità di tempo a mostrare le storie dei criminali e dei poliziotti, parti che aiutano davvero ad aumentare la tensione del film , mostrandoci il commissario Giulio Santini accresciere la disperazione nel capobanda Nanni Vitale.

Curiosità

 

 

Un sequel del film è stato discusso ma non si è mai materializzato, cosa che avrebbe portato Vitalli di nuovo a scappare questa volta per vendicarsi di un gangster che ha ucciso sua sorella. Il film sarebbe finito con Vitalli in fuga negli Stati Uniti.

Le musiche del film sono di Umberto Smaila, noto personaggio televisivo membro del gruppo comico I Gatti di Vicolo Miracoli.

L’attrice Marina Giordana (che interpreta Carla) e l’attore Claudio Gora (pseudonimo di Emilio Giordana) sono realmente figlia e padre e rispettivamente sorella e padre dell’attore Andrea Giordana.

Nel film Jackie Brown di Quentin Tarantino, Ordell Robbie, interpretato da Samuel L. Jackson e Louis Gara interpretato da Robert De Niro, guardano in TV La belva col mitra.

Durante la sequenza di inseguimento di apertura, la pistola automatica del poliziotto si blocca con lo scivolo nella posizione indietro e un bossolo vuoto è alloggiato nella porta di espulsione, rendendo l’arma incapace di sparare finché non viene sistemata. Eppure si sente uno sparo e l’autista della Mercedes viene visto colpito in faccia.

L’autista della fuga in Mercedes viene colpito in viso e inabilitato, ma l’auto continua normalmente. Inoltre, più tardi, quando Berger e il resto degli occupanti della macchina festeggiano l’esplosione del veicolo, l’autista sembra perfettamente a posto. Nella scena successiva, è morto.

Uscite all’estero

Italy 29 October 1977
West Germany April 1983 (video premiere)

Titoli all’ estero

Belgium (French title) Ultime violence
Brazil Mad Dog
East Germany (TV title) Der Wilde
Spain La loba con la ametralladora
Finland Kuolema ei tunne lakia
France Ultime violence
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) Asylliptos, goiteftikos kai dieftharmenos
Hungary Veszett kutya
USA Beast with a Gun
USA (alternative title) Ferocious
USA (DVD title) Ferocious Beast with a Gun
USA (DVD box title) Mad Dog Killer
USA (alternative title) Street Killers
USA (alternative title) The Human Beast
USA The Mad Dog Killer
USA (informal English title) Wild Beasts with Machine Guns
West Germany (video title) Der Tollwütige
West Germany Du brutales Schwein!
World-wide (English title) Beast with a Gun

Locations

 

 

Il film è stato girato interamente nella provincia di Ancona, tra il capoluogo regionale e i comuni di Montemarciano, Senigallia e Ostra.

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale La belva col mitra
Paese di produzione Italia
Anno 1977
Durata 100 min
Genere poliziesco
Regia Sergio Grieco
Soggetto Sergio Grieco
Sceneggiatura Sergio Grieco
Produttore Armando Bertuccioli
Casa di produzione La Supercine s.r.l.
Fotografia Vittorio Bernini
Montaggio Francesco Bertuccioli, Adalberto Ceccarelli
Musiche Umberto Smaila
Scenografia Lucia Terzuolo
Costumi Patricia Merluzzi

Interpreti e personaggi

Helmut Berger: Nanni Vitali
Richard Harrison: Commissario Giulio Santini
Marisa Mell: Giuliana Caroli
Marina Giordana: Carla Santini
Luigi Bonos: Pappalardo
Alberto Squillante: Aldo Bimbo Pacesi
Nello Pazzafini: Pietro Caporali

Doppiatori originali

Corrado Pani: Nanni Vitali
Pino Locchi: Commissario Giulio Santini
Rita Savagnone: Giuliana Caroli
Sergio Fiorentini: Pappalardo

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest