La Cugina

La cugina è un film del 1974 diretto da Aldo Lado, tratto dal romanzo omonimo (1965) di Ercole Patti

Trama

 

 

Una forte e reciproca attrazione fisica lega sin dall’adolescenza il sensuale Enzo e sua cugina Agata: i due si sollazzano volentieri con giochetti erotici equivocamente in bilico tra l’innocenza e la malizia istintiva. Negli anni successivi Enzo trascura l’università ove è iscritto e preferisce abbondantemente gli spassi del “vitellone siciliano”. Agata invece, eludendo la corte del cugino, gli preferisce il flaccido barone Ninì dal cui matrimonio appetisce titolo, denaro e agi. Raggiunto lo scopo, la scaltra e maliziosa donna si riconcilia con Enzo e gli si concede …

Recensione

 

 

La cugina (1965), romanzo di Ercole Patti (1904-1976), scrittore originario di Catania e romano d’adozione, ha tutti i numeri, a cominciare dal titolo, per diventare un film con Lando Buzzanca e Rossana Podestà o Agostina Belli. E invece no! Ispirato all’omonimo romanzo di Ercole Patti e diretto dal raffinato Aldo Lado, autore atipico nella cinematografia di stampo italiano.

Ricorda il regista Lado: «Quando lessi la sceneggiatura, dissi: “Faccio il film, ma non così.” Perché, partendo dal libro di Ercole Patti, gli sceneggiatori, Franciosa e Montagnana, lo avevano seguito fedelmente, e il romanzo, dalla seconda pagina, è una scopata dietro l’altra. A me non andava. Allora dissi: “Dobbiamo riscrivere la sceneggiatura e approfondire il rapporto tra lui e la cugina. Non dobbiamo buttarli a letto subito, ma creare un sottile erotismo che esploda solo alla fine, con una gran scopata.” L’ho costruito tirando la tensione fino al momento culminante e per quella pecorina tra la Haddon e Ranieri mi sono inventato, insieme al direttore della fotografia, Gabor Pogany, qualcosa di originale. Cioè, abbiamo cambiato la velocità della ripresa, passando da quella normale al ralenti e poi di nuovo a quella normale, alternando in sincronia i rapporti del diaframma e, in progressione parallela, le luci. Quello che volevo trasmettere era che in quel momento il tempo, come noi lo conosciamo, spariva. La soddisfazione è stata che, a quella scena, il pubblico […] partiva con un fragoroso applauso. Era un momento liberatorio.

Molto azzecato il cast: Dayle Haddon, di una bellezza sfavillante,  in scene piuttosto audaci per l’epoca. Massimo Ranieri, attore interessante nel cinema italiano Anni ’70. Perfetto un  Christian De Sica in sovrappeso nella parte del “cornuto”, poi una Laura Betti in forma anche se forse un po’ in overacting, bravo Jose’ Quaglio insieme a una bellissima Stefania Casini al massimo della forma fisica. Interessante la partecipazione di Francesca Romana Coluzzi, sempre puntuale nelle sue caratterizzazioni.

Ennio Morricone ha scritto temi sensuali con arrangiamenti pop eseguiti magicamente dalla voce di Edda Dell’Orso, dai Cantori Moderni di Alessandroni e dal flicorno di Oscar Valdambrini con ricorrenti atmosfere tra magia ed erotismo

Curiosità

 

 

Date di uscita:

Italy     26 July 1974
Portugal     17 February 1975     (Porto)
USA     July 1976

Uscite all’estero

(original title)     La cugina
Brazil     A Prima Desejada
France     La cousine
Greece (transliterated title)     I exadelfi mou
Poland     Kuzynka
Portugal     A Prima
Spain     Los amores prohibidos de una adolescente
Turkey (Turkish title) (alternative title)     Kuzen
USA     The Cousin

Locations

 

 

Collesano, Palermo, Sicilia, Italy

Palermo, Sicily, Italy

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
0
Actors
0
Music
0
Director
0
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale La cugina
Lingua originale    italiano
Paese di produzione    Italia
Anno    1974
Durata    92 min
Rapporto    2,35:1
Genere    erotico, commedia, drammatico
Regia    Aldo Lado
Soggetto    dall’omonimo romanzo di Ercole Patti
Sceneggiatura    Luisa Montagnana, Massimo Franciosa
Produttore    Felice Testa Gay
Produttore esecutivo    Bruno Frasca
Casa di produzione    Testa Gay Cinematografica, Unidis
Fotografia    Gábor Pogány
Montaggio    Alberto Galletti
Musiche    Ennio Morricone
Scenografia    Elio Balletti
Costumi    Fabrizio Caracciolo

Interpreti e personaggi

Massimo Ranieri: Enzo
Dayle Haddon: Agata
Cristina Airoldi: cameriera
Laura Betti: Rosalia Scuderi
Luigi Casellato: Peppino
Christian De Sica: Ninì Scuderi
Stefania Casini: Lisa Scuderi
Loredana Martinez: Giovannella
Francesca Romana Coluzzi: moglie del deputato
Stefano Oppedisano: Ugo
José Quaglio: Fragalà
Cinzia Romanazzi:
Lisa Seagram:

Doppiatori italiani

Roberto Chevalier: Enzo
Rossella Izzo: Agata
Vittoria Febbi: Lisa Scuderi
Germana Dominici: moglie del deputato
Michele Gammino: Ugo
Arturo Dominici: Fragalà

FOTO E POSTERS

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest