La montagna del dio cannibale

La montagna del dio cannibale è un film del 1978 diretto da Sergio Martino.

Trama

L’etnologo Harry Stevenson è andato ad esplorare, in un’isola della Nuova Guinea una montagna che anche le autorità locali considerano tabù (si dice che custodisca un terribile segreto).

 

COMPRA DVD SU AMAZON

 

 

Poiché lo scienziato sembra scomparso, la moglie Susan e il cognato Arthur partono alla sua ricerca assieme a un amico di
Harry, Edward Foster, e ad alcuni portatori indigeni. La spedizione attraverso la giungla irta di pericoli e’ funestata dall’apparizione di misteriosi e ferocissimi selvaggi, provoca la morte di alcuni portatori e la fuga degli altri.

Susan e i suoi compagni raggiungono finalmente una missione dalla quale ripartono con un medico, Manolo disposto a guidarli sino alla temuta montagna. Durante la marcia Arthur causa volontariamente la morte di Edward, facendo nascere in Manolo giustificati sospetti sui suoi compagni di viaggio: sospetti dei quali avrà conferma quando, giunti alta meta, Susan e Arthur gli rivelano che il vero scopo della spedizione non è quello di ritrovare Harry di cui non gl’importa nulla ma di accertarsi se questi aveva o no scoperto un giacimento d’uranio.

L’improvvisa apparizione di una tribù cannibale che si riteneva estinta, sconvolge i piani di Susan e del fratello. Edward viene ucciso e divorato, Susan e Manolo fatti prigionieri. Il medico però riesce a liberarsi e a liberare la donna, con la quale, pentita,
raggiunge faticosamente la salvezza.

Commento

Andavano molto di moda nei 70 i film (italiani) di vario genere ambientati in paesi e foreste tropicali; in questo si mostrano vari clichè come le donne della tribù che preparano l’esotica bevanda a base di saliva, la missione, i fiumi, le cascate dei tropici e Ursula Andress, che a parte la presenza fisica è anche brava.

Il grande Sergio Martino, durante un festival, raccontò della fatica fatta per girare questo film: lui portava la responsabilità dell’opera ed i portatori tutti gli attrezzi! Comunque si raggiunge un buon risultato, fatte salve le solite, inutili e odiosissime scene di uccisioni di animali provocate, che effettivamente dal Martino non mi sarei aspettato (ma il mercato è il mercato, nel bene e nel male, come in questo caso!). Molto belli i paesaggi ed impeccabile, come sempre, la regia. Ursula Andress è nudissima, Bravi Cassinelli e Antonio Marsina mentre Stacy Keach un po’ fuori dal suo target.

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader
FOTO E POSTERS

 

Titolo originale     La montagna del dio cannibale
Paese di produzione     Italia
Anno     1978
Durata     90 min
Colore     colore
Audio     sonoro
Genere     orrore, avventura
Regia     Sergio Martino
Soggetto     Cesare Frugoni,
Sergio Martino
Sceneggiatura     Cesare Frugoni,
Sergio Martino
Produttore     Luciano Martino
Casa di produzione     Dania Film,
Medusa Distribuzione
Fotografia     Giancarlo Ferrando
Montaggio     Eugenio Alabiso
Effetti speciali     Paolo Ricci
Musiche     Guido e Maurizio De Angelis
Scenografia     Massimo Antonello Geleng
Costumi     Massimo Antonello Geleng
Trucco     Adalgisa Favella,
Franco Freda

Interpreti e personaggi

Ursula Andress: Susan Stevenson
Stacy Keach: Edward Foster
Claudio Cassinelli: Manolo
Antonio Marsina: Arthur Stevenson
Franco Fantasia: padre Moises
Lanfranco Spinola: console
Carlo Longhi: elicotterista
Luigina Rocchi: indigena tribù Puka
Akushla Sellajaah:
Dudley Wanaguru:
T.M. Munna:
M. Suki:
Tom Felleghy: Henry Stevenson

Facebooktwittergoogle_pluspinterest