La Polizia Chiede Aiuto

La polizia chiede aiuto è un film del 1974 diretto da Massimo Dallamano.

Trama

Nella soffitta di una casa in un piccolo paesino della provincia di Brescia viene trovato il cadavere impiccato di Silvia Polvesi, una ragazza di quindici anni. I fatti inizialmente fanno pensare ad un suicidio.

Le indagini vengono iniziate dal commissario Valentini e continuate dal collega Silvestri, sotto la direzione del Sostituto Procuratore Vittoria Stori. Gli interrogatori di testi e di indiziati, ma specialmente la scoperta di un nastro ove sono anche
registrati diversi incontri amorosi, collegano il caso Polvesi con un’organizzazione di squillo giovanissime, tutte studentesse del medesimo istituto scolastico, una delle quali è Patrizia Valentini, figlia del commissario.

Le deposizioni delle ragazze coinvolte permettono di individuare nello psicologo Beltrame il capo di tale organizzazione, ma il proseguimento delle indagini porta ad altre scioccanti scoperte, sono infatti coinvolti nell’organizzazione alti funzionari dello Stato, come ministri e parlamentari.

Quando Silvestri ha le prove per far scoppiare uno scandalo a livello nazionale arrivano ordini ministeriali che obbligano il sostituto Stori a chiudere le indagini.

Recensione

 

 

Anche se il genere “Giallo” è iniziato ufficialmente con “La Ragazza Che Sapeva Troppo” di Mario Bava nel 1963, continuando con lo stesso regista “Sei Donne Per L’Assassino” (‘Blood and Black Lace’, 1964), non è stato fino al successo commerciale del debutto nel 1969 di Dario Argento, “L’Uccello dalle Piume di Cristallo”, che ha preso il via per divenire un punto fermo del cinema italiano negli anni ’70. Stilisticamente, questi film hanno costretto il pubblico a identificarsi con l’assassino, con sequenze di donne in preda al terrore lunghe e protratte, messe insieme da una trama contorta, sulla falsariga di quelle di Edgar Wallace, autore del crimine britannico del primo Novecento.

Infatti, il precedente film del regista Massimo Dallamano, “Whatever Happened to Solange?” (Che Cosa Avete Fatto a Solange? 1972) era basato su un romanzo di Edgar Wallace. Il follow-up prende spunto dallo stesso film collocandosi anche all’interno di una scuola femminile, dandoci una miriade di giovani nubili attorno alle quali costruire la trama. Il film si apre con un motivo per gentile concessione di Stelvio Cipriani, un pezzo da big band  accompagnato dagli scatti delle ragazze che salgono sui motorini dei loro fidanzati fuori dai cancelli della scuola. Questa è seguita dalla scoperta da parte della polizia di una giovane ragazza che dondola nuda dalle travi di un attico in una vicina casa abbandonata, dopo una soffiata anonima.

Come suggerisce il titolo italiano “La Polizia Chiede Aiuto”, e ciò che lo distingue dal suo predecessore e dalla maggior parte dei film gialli del periodo, è che molto tempo è dedicato al lavoro investigativo della polizia e all’ambiente della polizia stessa rispetto a quello delle potenziali vittime, portando il film più in linea con il dramma più poliziesco che con il puro ‘Giallo’. Per la maggior parte il film segue queste indagini da sospetto a sospetto, con ogni punto della trama evidenziato da un lungo flashback. Un inseguimento in moto forma uno degli insiemi d’azione accanto alle solite scene di suspense, tra cui una sequenza tesa in cui il detective femminile (Giovanna Ralli) è inseguita dal killer con giubbotto rivestito di pelle con una mannaia. I momenti piu’ macabri si verificano principalmente verso la fine, una volta che la mannaia ha fatto la sua apparizione iniziale, ma lungo la strada scopriamo un corpo mutilato nella parte posteriore di un’auto, e il bagno pieno di schizzi di sangue  in cui è stato smembrato.

L’omicidio iniziale è legato alla scoperta di un giro di prostituzione con una ragazza della scuola, e questo concetto centrale riassume in modo completo l’intero tono del film. Con un potenziale scandalo politico accennato, e una scena in cui l’investigatore della polizia Claudio Casinelli si trova con la stampa per prendere tempo, l’ambiente generale invocato è corrotto e sordido, dove la corruzione e il vizio sono mascherati dalla superficialmente angelica innocenza delle ragazze coinvolte. Il racconto impassibile e irreale include lunghe scene della polizia che ascoltano intensamente e ripetutamente i nastri delle riunioni delle ragazze e le descrizioni grafiche post mortem delle vittime.

Il regista Dallamano era un direttore della fotografia che aveva lavorato a un certo numero di spaghetti western negli anni ’60, tra cui “Per un pugno di dollari” di Sergio Leone (“Fistful of Dollars”, 1964). In precedenza aveva realizzato numerosi film, tra cui adattamenti di “Dorian Gray” di Oscar Wilde (1970) e “Venere in pelliccia” di Leopold von Sacher-Masoch (“Le Malizie di Venere”, 1969).

Le due interpretazioni dei protagonisti sono molto buone. Giovanna Ralli (Cold Eyes of Fear) e Claudio Cassinelli sono  entrambi credibili e forti nei loro rispettivi ruoli di poliziotti alla ricerca del killer.

Anche “La Polizia Chiede Aiuto” ha un ruolo secondario non indifferente nell’ex Stranger on a Train, Farley Granger (Alfred Hitchcock, 1951). È fatto in modo competente, veloce e avvincente. Vale la pena dargli un’occhiata, anche perche’ ebbe un grande successo di pubblico.

Curiosità

 

 

La voce di  Farley Granger fu doppiata da un altro attore nella versione inglese.

Primo film di Sherry Buchanan.

Uscite all’estero

Italy     10 August 1974
USA     18 March 1977
West Germany     3 June 1977
France     10 September 1980     (Paris)
USA     28 November 1980     (re-release)
France     30 March 2008     (Lyon L’Étrange Festival)

Titoli all’ estero

(original title)     La polizia chiede aiuto
Spain     Corrupción de menores
West Germany     Der Tod trägt schwarzes Leder
Greece (video title)     Diestramenos ektelestis
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     I amesos drasis se synagermo
France     La lame infernale
Greece (reissue title)     O dolofonos me to balda
USA (reissue title)     The Coed Murders
USA (dubbed version)     What Have They Done to Your Daughters?
World-wide (English title)     What Have They Done to Your Daughters?

Locations

 

 

Manerba del Garda, Lombardia, Italy
(segment)

Roma, Lazio, Italy

Botticino, Brescia, Lombardia, Italy

Brescia, Lombardia, Italy

Desenzano del Garda, Brescia, Lombardia, Italy

Marone, Brescia, Lombardia, Italy

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale    La polizia chiede aiuto
Lingua originale    Italiano
Paese di produzione    Italia
Anno    1974
Durata    90 min
Genere    poliziesco, giallo
Regia    Massimo Dallamano
Soggetto    Ettore Sanzò
Sceneggiatura    Ettore Sanzò, Massimo Dallamano
Produttore    Roberto Infascelli
Casa di produzione    Primex Italiana
Distribuzione (Italia)    PAC
Fotografia    Franco Delli Colli
Montaggio    Antonio Siciliano
Musiche    Stelvio Cipriani

Interpreti e personaggi

Giovanna Ralli: sostituto procuratore della Repubblica Vittoria Stori
Claudio Cassinelli: commissario Silvestri
Mario Adorf: commissario Valentini
Franco Fabrizi: Bruno Paglia
Micaela Pignatelli: Rosa
Farley Granger: sig. Polvesi
Corrado Gaipa: procuratore della Repubblica
Marina Berti: sig.ra Polvesi
Ferdinando Murolo: brigadiere Giardina
Paolo Turco: Marcello Tosti
Salvatore Puntillo: Napoli
Eleonora Morana: cameriera dei Polvesi
Sherry Buchanan: Silvia Polvesi
Roberta Paladini: Patrizia Valentini
Luigi Antonio Guerra: un giornalista
Renata Moar: Laura
Adriana Falco: Giuliana Bigi
Clara Zovianoff: sig.ra Talenti
Leonardo Severini: Russo
Lorenzo Piani: un giornalista
Giancarlo Badessi: avvocato di Bruno Paglia
Francesco D’Adda: dottore
Attilio Dottesio: medico legale
Steffen Zacharias: professor Beltrame

Doppiatori originali

Giampiero Albertini: Commissario Valentini
Roberto Villa: sig. Polvesi
Claudio Sorrentino: Marcello Tosti
Wanda Tettoni: cameriera dei Polvesi
Rossella Izzo: Silvia Polvesi
Angiolina Quinterno: sig.ra Talenti
Carlo Baccarini: avvocato di Bruno Paglia
Silvio Spaccesi: medico legale
Renato Turi: professor Beltrame

FOTO E
POSTERS

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest