La Sfida Dei Mackenna

LA SFIDA DEI MACKENNA è un film di genere western del 1970, diretto da León Klimovsky

Trama

Don Diego, ricco proprietario di terre al confine del Messico, sottopone ad ogni sorta di vessazioni la popolazione della zona, spalleggiato dal nevrotico figlio Chris e da un nutrito gruppo di uomini alle sue dipendenze. Un giorno giunge nella sua fattoria un giovane, Jonas, il quale assume un atteggiamento provocatorio nei confronti dei suoi padroni. Sottrattosi alle violente reazioni di Don Diego e di Chris, Jonas si allontana e trova alloggio nella locanda di Margareth, ex-amante di Don Diego. Alla donna, che gli dimostra interesse e simpatia, Jonas rivela di essere un Mackenna, figlio del reale proprietario delle terre ora possedute da Don Diego, e di essere deciso a vendicarsi dell’usurpatore, responsabile anche dell’uccisione a tradimento del padre. Convinto da Margareth a rinunciare ai suoi propositi di vendetta ed a pacificarsi con don Diego, Jonas cade però in un tranello tesogli dall’infido proprietario terriero. Sul punto di essere ucciso, viene salvato da Barbara, figlia di Don Diego, che, pur di impedire l’ennesima scelleratezza paterna, non esita a sparare contro il proprio genitore.

Il pistolero misterioso intanto viene a scoprire che Bud Willer ha degli sporchi traffici con un certo Joe Smith, che minacciato, ammette la sua colpevolezza, ma approfittando dell’arrivo di alcuni scagnozzi di Bud Willer prova ad uccidere il pistolero, che lo ammazza. Tornato alla locanda, lo sceriffo incontra Bud Willer che gli intima nuovamente di lasciare la città altrimenti l’avrebbe ammazzato la mattina dopo, in un regolare duello, all’alba. Ma la mattina dopo, il misterioso pistolero va dal giovane sceriffo e gli rivela di essere venuto in città solamente con l’intento di vendicare i fratelli della sua donna (i Culter), che Bud Willer aveva ucciso anni prima. Non riuscendo a convincere lo sceriffo e certo che Willer con i suoi scagnozzi avrebbe prevalso nel duello, decide di stordire e rinchiudere in una cella lo sceriffo, di vestire i suoi panni e affrontare Willer.

Recensione

La sfida dei MacKenna (1970), noto anche come “Challenge of McKenna” e “Badlands Drifter”, è uno Spaghetti Western diretto da León Klimovsky. La storia è così: un ex predicatore, un vagabondo (interpretato da John Ireland) entra in una controversia mortale con il potente allevatore messicano Don Diego (Roberto Camardiel). Questo è un western piuttosto bizzarro per il suo genere: c’è poca azione (la maggior parte è ben rappresentata, a parte lo scontro finale) e ha un sacco di simbolismo cattolico (la prima scena drammatica e sorprendente per esempio, dove un uomo è appeso a una croce sullo skyline). La recitazione, per questo film è eccellente: mentre Ireland è troppo avanti con gli anni per la sua parte e sia invece commovente come un uomo che ha perso la fede,Robert Woods come Chris, figlio di Diego, è in uno dei suoi ruoli migliori. Il film è ben servito dalla regia di Klimovsky e la sceneggiatura è strana ma avvincente.

John Ireland è alla testa di un cast eccellente che è supportato da una buona sceneggiatura. Ireland è il protagonista che inavvertitamente incespica in una complessa rete di dinamiche familiari distorte.

Anche alla fine del film non è del tutto chiaro il motivo per cui il patriarca messicano interpretato dal veterano degli spaghetti western ROBERTO CAMARDIEL si risente di suo figlio CHRIS (ROBERT WOODS) così tanto che lo pone su un percorso che sicuramente porterà alla tragedia.

Il comportamento di CAMARDIEL nei confronti della sua unica figlia Barbara (DANIELA GIORDANO) è molto più comprensibile: si è avvicinata a lui e ha tentato di scappare con il suo amante. È in questa situazione che il personaggio dI Ireland si imbatte, scatenando una catena di eventi che finalmente lo portano ad agire, ma gli mostrano di essere orribilmente paralizzato emotivamente dalla sua vita passata.

Con due stelle USA e molti attori caratteristi di supporto, ha come protagonista John Ireland, un attore di classe americano che ha recitato in diversi western, americani come europei. Qui si comporta in maniera ottima come ex prete evangelista che ha ucciso sua moglie e il suo amante, è un uomo sconcertante e pacifista che è andato a prendere i suoi fucili. Mentre Ireland si esibiva negli Stati Uniti occidentali come “Bushwackers dell’Arizona”, “Il pistolero”, “Little Big Horn”, “Turn of Jesse James”, “Doolin of Oklahoma”, “Ho ucciso Jesse James” e “Spaghetti” western come “Odio per Odio” (Domenico Paolella), “Tutto per tutto” (Umberto Lenzi), “La mitragliatrice” (Paolo Bianchini). Robert Woods come Chris, figlio di Diego, è in uno dei suoi ruoli migliori e recito’ in diversi Spaghetti Western come “La Spacconata” (Al Bradley), “Pisteros dell’Arizona” (Alfonso Balcázar), “Sette Pistole per MacGregor” (Franco Giraldi) e “Quel Caldo Maledetto Giorno Di Fuoco” insieme a John Ireland.

Nel film appaiono attori abituali di Spaghetti o Paella Western come Roberto Camardiel, Daniela Giordano, Giovanni Cianfriglia nei panni di Ken Wood, Nando Poggi, Sergio Mendizábal, Mariano Vidal Molina e Annabella Incontrera Saloon girl. Questo film contiene una cinematografia atmosferica e funzionale di Francisco Sanchez, sebbene sia estremamente necessaria una rimasterizzazione perfetta. Girato nel Lazio, nei dintorni di Roma dove negli anni ’60 e ’70 sono stati fatti molti spaghetti western. Il film è visivamente statico sia in termini di configurazione della camera che di editing mentre la colonna sonora riporta alla mente i migliori euro-western. Abbastanza buona con una partitura musicale fantasiosa e appropriata di Francesco De Massi.

La cosa più interessante degli euro-western made in Italy e in Spagna negli anni ’60 e ’70 sono i modi creativi e idiosincratici che i registi hanno escogitato per gestire budget brevi e risorse limitate. Data l’economia peculiare dell’industria italiana / spagnola c’era una grande libertà per come rendere soddisfacenti i film per un ampio pubblico di esportazione.

Curiosità

 

 

 

Western diretto da Leon Klimovsky,  invece molte scene sono state girate da Edoardo Mulargia. Robert Woods ha dichiarato che altre sequenze le girò lui stesso insieme a John Ireland.

Uscite all’estero

Italy 21 March 1970
Spain 25 April 1970 (Sevilla)
Spain 1 February 1971 (Barcelona)
France 3 May 1972 (Paris)
Norway 1982 (video premiere)

Titoli all’ estero

Badlands Drifter
Brazil Minha Pistola Nunca Falha
Spain Un dólar y una tumba
France Le défi des Mac Kenna
France Vendetta a l’Ouest
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) Sfagi ston kokkino ilio
Norway Mann uten fortid
Sweden Mannen utan förflutet
USA (informal English title) A Dollar and a Grave
USA (dubbed version) Challenge of the McKennas

Locations

 

 

August 1969

Lazio, Italy

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale La sfida dei MacKenna
Produktionsland Italien, Spanien
Originalsprache Italienisch
Erscheinungsjahr 1969
Länge 101 Minuten
Stab
Regie León Klimovsky
Drehbuch Antonio Viader
Eduardo Mulargia
Pedro Gil
León Klimovsky
Produktion Filmar (José Frade)
Atlantida
Musik Francesco De Masi
Kamera Francisco Sanchez Munoz
Schnitt Pablo González del Amo
Juan Pisón

Interpreti e personaggi:

John Ireland: Jonas MacKenna
Robert Woods: Chris
Annabella Incontrera: Maggie
(als Pam Stevenson)
Roberto Camardiel: Don Diego
Daniela Giordana: Barbara
Mariano Vidal Molina: Ed Gray
José Antonio Lopez
Ferdinando Poggi: Juan, einer von Diegos Leuten
Sergio Mendizabal: Doktor Bennett
Attilio Dottesio: Bob, Sheriff
Angelo Dessy: Pokerspieler
Giovanni Cianfriglia: einer von Grays Leuten
(als Ken Wood)
Sergio Colasanti
Angelo Botti

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest