L’ultimo Killer

L’ULTIMO KILLER è un film di genere western del 1967, diretto da Giuseppe Vari, con Luigi Montefiori e Anthony Ghidra.

Trama

Ramon aggredito e derubato del denaro che gli serviva per pagare un’ipoteca accesa sulle terre del padre, si reca da Barret – un ricco allevatore che ha concesso il prestito – per chiedere una proroga. Nel ranch di Barret riconosce uno dei banditi che lo hanno derubato ma invece di rendergli giustizia Barret lo fa picchiare e frustare dai suoi uomini.

Nel frattempo, i coloni compiono un’azione di rappresaglia contro un accampamento di allevatori, vendicando così un incendio doloso subito poco prima da uno di loro. La catena della faida si allunga e questa volta è Burt, socio di Barret, che contro il parere di quest’ultimo attacca e incendia il ranch del padre di Ramon uccidendo il vecchio che tentava di difendere la sua proprietà. Ramon torna a casa giusto in tempo per abbracciare un’ultima volta il padre morente quindi preso un vecchio fucile, si allontana deciso a vendicarsi.

Intanto Barret incarica Raza, un pistolero, di uccidere Burt. Il pistolero esegue l’ordine e in quest’occasione conosce Ramon che gli salva la vita restando però gravemente ferito. Raza soccorre Ramon, lo porta nel suo rifugio e, dopo averlo curato, gli insegna l’uso della pistola. Dopo circa un mese i due si dividono, ma si ritrovano ben presto l’uno di fronte all’altro, quando Barret incarica Raza di eliminare Ramon. Ramon uccide il maestro, quindi elimina anche Barret vendicando così la morte del padre.

Recensione

Ramon,contadino, sta soffrendo sotto la mano dell’avido barone della terra, signor Barrett. È stato picchiato ed è fuggito fuori città dagli scagnozzi di Barrett. Peggio ancora, ha visto bruciare la sua fattoria di famiglia; il suo vecchio padre ucciso. Alla periferia della città, incontra il solitario sicario noto come Django, un altro uomo senza un posto dove andare nella città di Barrett. I due fanno amicizia, con l’anziano sicario che insegna a Ramon i trucchi del pistolero. Questo western modellato da Joseph Warren / Giuseppe Vari presenta una bella azione drammatica all’inizio e alla fine del film; con una sezione centrale lunga e deliberata che dettaglia la riluttante amicizia tra i due reietti. Nonostante una storia semplice, il film è coinvolgente e vivace, una solida programmata alla perfezione.

Ramon è interpretato da George Eastman, un italiano alto che assomiglia vagamente a Tomas Milian. Ramon è un contadino generalmente rispettabile, gentile ma fiero, che ricorre alla violenza non come un fatto naturale, piuttosto, solo quando è spinto al collasso emotivo da uomini crudeli e malvagi. Probabilmente è sicuro che nel 1967, quando è stato realizzato questo film, il modello “Tomas Milian” stava già emergendo come un archetipo western, e Eastman interpreta lo standard. Detto questo, la profondità del carisma e la capacità di canalizzare le emozioni di Eastman, pur essendo buoni, non possono eguagliare la naturale abilità di Milian. Proprio come ogni cowboy solitario era paragonato a Eastwood; ogni contadino diventato violento sarebbe stato abbinato a Tomas Milian.

Come il solitario pistolero Django, abbiamo Anthony Ghidra somigliante a Lorne Greene. Django di Ghidra non è il miserabile emarginato vestito di nero come si vede spesso; il personaggio qui è un solitario bello e ben tenuto con una sciarpa elegante al collo. Il ritratto è quello di un’anima rassegnata, stanca del mondo e che preferirebbe passeggiare per le strade della sua città natale piuttosto che commettere omicidi-a-noleggio. Ghidra è bravo nella parte. Esprime le filosofie e gli assiomi del Gunfighter’s Way in modo sincero; un attore minore avrebbe potuto sembrare ridicolo nell’ interpretare questi dialoghi, ma Ghidra lo fa con un fascino diretto. (Apparentemente il nome Django è stato aggiunto al personaggio dopo il successo dell’originale: nella versione originale italiana il personaggio di Ghidra si chiama Rezza. Questo spiega i manierismi e il guardaroba non-Django.) Daniele Vargas come Barrett fornisce al film il suo cattivo, ed è un bandito, come sembrano essere tutti compiaciuti e codardi i baroni avidi della terra. Aggiungete l’interesse amoroso di Barrett e la ragazza del passato di Ramon, che è Dana Ghia nei panni di Lola, straordinariamente attraente ed efficace nel suo piccolo ruolo.

Il regista Giuseppe Vari, annunciato come Joseph Warren, mantiene la parte centrale del film lenta e coinvolgente nonostante poca azione. Notevole è una serie di sequenze di allenamento in stile “Karate Kid” in cui Ramon impara a maneggiare una pistola. Durante l’iniziale impostazione “in-town” della storia, Vari utilizza alcuni rapidi zoom e tagli qua e là per aumentare la tensione drammatica; altre volte cattura languidamente alcuni bei panorami. L’aspetto di queste ultime scene è fantastico, con cielo azzurro particolarmente brillante e alberi verdi messi a fuoco.

La partitura, di Roberto Pregadio, è buona.

Il film è ancora abbastanza buono. Non è mai noioso, è abilmente recitato e diretto, ed è piacevolmente fotografato.

Curiosità

 

 

Errori nel film

Rezza usa un fucile telescopico per uccidere Stevens. Quando spara il colpo mortale vediamo il mirino che punta tra le labbra e il mento della vittima – ma Stevens porta le mani contro il petto, quando viene colpito dalla pallottolo mortale.

Uscite all’estero

Italy 10 August 1967
West Germany 23 February 1968
Denmark 10 February 1969
Spain 8 April 1972 (Bilbao)
France 8 February 1973 (Paris)
Spain 29 July 1974 (re-release)
Spain 28 July 1975
Portugal 10 December 1981

Titoli all’ estero

Django Last Killer
Django the Last Gunfighter
Brazil (reissue title) Django, O Último Assassino
Brazil Django, O Último Matador
Brazil (reissue title) Django, o Matador
Brazil (reissue title) O Último Matador
Chile Django el último pistolero
Denmark Django – den sidste dræber
Spain El último pistolero
France Le dernier tueur
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) Mexikane, tha pethanis!
Hungary Ramon és a banditák
Portugal Django o Último Killer
USA (DVD box title) Django the Last Killer
West Germany Rocco – Ich leg’ dich um
World-wide (English title) The Last Killer
Yugoslavia (Serbian title) Django poslednji revolveras

Locations

 

 

Il quartier generale di Barrett (Daniele Vargas), dove Ramon si reca, è la nota Villa Mussolini a Roma

ultimki2-min

 

 

 

 

La casa del padre (Giuseppe Addobbati) di Ramon è il noto casolare di via delle Pietrische a Manziana

ultimki1-min

 

 

 

 

(fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale Soleil rouge
Lingua originale inglese
Paese di produzione Francia, Italia, Spagna
Anno 1971
Durata 88 min
Genere western
Regia Giuseppe Vari
Aiuto regia Ferdinando Merighi
Soggetto Augusto Caminito
Sceneggiatura Laird Koenig
Produttore Sergio Garrone
Produttore esecutivo Otello Cocchi, Ennio Di Meo
Casa di produzione Castor Film, Gar Film, Jupiter Generale Cinematografica
Distribuzione (Italia) Constantin Film
Fotografia Angelo Filippini
Montaggio Giuseppe Vari
Musiche Roberto Pregadio
Scenografia Giorgio Desideri
Costumi Marcella De Marchis
Trucco Renzo Francioni,Andrea Riva
Suono Oscar De Arcangelis
Maestro d’Armi Giulio Maculani

Interpreti e personaggi

George Eastman Ramón / Chico
Dragomir Bojanic Rezza / Rocco (as Anthony Ghidra)
Dana Ghia Molly – Saloon Owner
Daniele Vargas John Barrett
Mirko Ellis Stevens
Gianni Medici Bart / Burt (as John Hamilton)
Giuseppe Addobbati Il padre di Ramón (as John McDouglas)
Paolo Figlia Mack McRay (as Frank Fargas)
Fred Coplan Slim
Valentino Macchi
Giuseppe Mattei (as John Mathios)
Anton de Gortes Anton de Gortes
Paolo Reale (as Paul Real)
Max Fraser

Rest of cast listed alphabetically:
Remo Capitani Barrett henchman (uncredited)
Giuseppe Castellano Bearded Barrett’s Man (uncredited)
Amerigo Castrighella Barrett henchman (uncredited)
Giulio Maculani Sheriff (uncredited)

Doppiatori italiani

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest