L’uomo senza memoria

L’uomo senza memoria è un film del 1974, diretto da Duccio Tessari.

Trama

Edward Wallen ha perso completamente la memoria dopo un incidente automobilistico ove è stato trovato accanto a un cadavere e in possesso di un passaporto che lo indicherebbe quale Peter Smith. Il dr. Archibald, lo psichiatra che lo tiene in cura da otto mesi a Londra, sostiene che il paziente non ricorda perché “non vuol ricordare” qualcosa che ripugna alla sua coscienza. Chiamato da un telegramma della moglie Sara Grimaldi, la incontra a Portofino, essendo la donna a sua volta inopinatamente stata avvertita da un telegramma del per lei scomparso Edward, o, per gli intimi, Ted.

 

COMPRA DVD ITALIANO O SPAGNOLO

Sara riconosce nello smemorato il fisico dell’uomo conosciuto a New York e sposato a Londra; e riprende la vita con lui, pur dovendo ammettere che la sua psiche è davvero sconvolta. Mentre i ritrovati coniugi cercano con ogni mezzo di fugare le ombre del tenebroso passato, entrambi vengono sottoposti a persecuzioni. Un certo George, sedicente socio di Ted in un affare di 5 chilogrammi di eroina pura, chiarisce il mistero delle persecuzioni ed esige la consegna della merce i cui destinatari sarebbero pronti ad uccidere entrambi. Il protagonista finisce per ricordare tutto solo dopo che ha rischiato la morte insieme alla moglie e si è trovato nella necessità di uccidere il dr. Daniele Landi, l’anima nera della macchinazione che nel frattempo si era anche finto amico della abbandonata Sara.

Commento

Questo giallo firmato Duccio Tessari si affida alla semplicità dello spunto (il recupero della memoria da parte di un losco Luc Merenda) riuscendo nella costruzione di un intrigo neppure così scontato. A conferire maggior lustro concorrono l’adozione di qualche tecnica narrativa pregevole (il foreshadowing rappresentato dall’anticipazione dell’oggetto della motosega) e la resa di sequenze, come quella finale, ben dirette e interpretate. Luc Merenda fa Merenda, di rilievo le divine Berger e Strinberg, il morboso Orsini e l’ineffabile Corazzari. Anche il fidato Gianni Ferrio (che con Tessari in quegli anni sembra stabilire una connection di quelle rare) ci mette del suo con una bella OST di cui si ricorda l’indovinato motivo di carillon.

Curiosità

Comparsata del figlio di Duccio, Cristiano Tessari (accreditato come aiuto scenografo nei titoli di coda), nella scena in cui durante il fuoco di San Giorgio a Portofino il protagonista (Luc Merenda, a sinistra) scambia un turista col fazzoletto per il suo persecutore:

Locations

La spiaggia dove il piccolo vicino di casa di Sara Grimaldi (Senta Berger) si perde il cagnolino Whisky perchè intento a scattare foto è la spiaggia di Paraggi (Santa Margherita Ligure, Ge)

uose2

 

 

 

 

 

 

Questo è il castelletto che il ragazzino fotografa. In realtà trattasi del famoso castello di Paraggi:

mem

 

 

 

 

 

 

La villa dove abita Sara (Senta Berger) si trova in Vico Nuovo a Portofino (Genova).

senzamem1

 

 

 

 

 

La strada dove, dopo l’incontro con il fuorilegge (Corazzari), Edward (Merenda) rincontra Sara (Berger) è in realtà un angolo di Piazza Martiri della Libertà a Santa Margherita Ligure (GE)

lusen4

 

 

 

 

 

Il vicolo in cui Edward (Merenda) tira un pugno al fuorilegge che dice di esser stato suo amico (Corazzari), il quale poi gli spiega che deve tirar fuori la droga è Via Giuncheto a Santa Margherita Ligure (GE).

lusen1

 

 

 

 

 

Vota la recensione
[Total: 2 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

FOTO E POSTERS

 

Titolo originale     L’uomo senza memoria
Lingua originale     italiano
Paese di produzione     Italia
Anno     1974
Durata     92 min
Dati tecnici     rapporto 1,85 : 1
Genere     giallo, thriller, drammatico
Regia     Duccio Tessari
Sceneggiatura     Ernesto Gastaldi
Casa di produzione     Dania Film
Fotografia     Giulio Albonico
Montaggio     Mario Morra
Musiche     Gianni Ferrio
Costumi     Danda Ortona
Set Decoration by
Enzo Bulgarelli
Danda Ortona
Iolanda Conti     …     hair stylist
Mario Van Riel     …     makeup artist
Vittorio Galiano     …     production manager
Beniamino Sterpetti     …     production supervisor
Second Unit Director or Assistant Director
Mario Forges Davanzati     …     assistant director
Cristiano Tessari     …     assistant set decorator
Sound Department
Angelo Amatulli     …     sound
Maurizio Merli     …     boom
Sebastiano Celeste     …     camera operator
Francesco Narducci     …     still photographer
Marco Onorato     …     assistant camera
Editorial Department
Massimo Quaglia     …     assistant editor
Roberto Sterbini     …     assistant editor
Trucco     Mario Van Riel

Interpreti e personaggi

Senta Berger: Sara Grimaldi
Luc Merenda: Edward
Umberto Orsini: Daniel
Anita Strindberg: Mary Caine
Bruno Corazzari: George
Rosario Borelli: Poliziotto
Manfred Freyberger: Philip
Tom Felleghy: Dr. Archibald T. Wildgate
Carla Mancini: Giovanna
Vittorio Fanfoni: medico
Duilio Cruciani: Luca

Doppiatori italiani

Ada Maria Serra Zanetti: Sara Grimaldi
Luigi La Monica: Edward
Luciano Melani: George
Roberto Villa: Poliziotto
Giancarlo Maestri: Philip
Vittorio Congia: Dr. Archibald T. Wildgate
Fabio Boccanera: Luca

Facebooktwittergoogle_pluspinterest