Pat Garrett e Billy Kid

Pat Garrett e Billy Kid (Pat Garrett and Billy the Kid) è una pellicola western statunitense del 1973 diretta da Sam Peckinpah, con gli attori James Coburn e Kris Kristofferson.

La colonna sonora del film venne composta da Bob Dylan, che ebbe anche un ruolo nella pellicola; nello stesso anno di uscita del film venne pubblicato l’album con la colonna sonora dal titolo Pat Garrett & Billy the Kid.

Trama

Pat Garret e Billy Kid hanno per lungo tempo militato sotto la identica bandiera del banditismo romantico del vecchio West. Ora, il più anziano Pat, per calcolo o per stanchezza, è passato dalla parte della legge e i coloni del New Mexico, capeggiati da un feroce Chisum, gli hanno conferito la stella di sceriffo.

COMPRA DVD ITALIANO SU AMAZON

Il ravveduto, avendo ricevuta quale prima incombenza quella di eliminare il troppo mitizzato Billy, non se la sente né di rinunciare al comodo mandato (“il paese invecchia e io voglio invecchiare con lui”, dice), né di fare da boia con l’amico. Pat consiglia all’amico di lasciare il paese e andare in Messico e Billy sulle prime sembra accettare il suggerimento ma poi ci ripensa, anche per il forte legame con il deserto e selvaggio paese. Pat organizza allora una spedizione per cercare l’ex compagno di avventure e portare a termine il suo compito, che avrà un tragico epilogo nello scontro finale a Fort Sumner.

Commento

L’addio al western di Peckinpah è una ballata malinconica sulla fine di un’epoca che coincide con la fine di una concezione della vita come avventura e libertà dalle regole. Garret può/deve uccidere Billy perché ha già ucciso se stesso, diventando una figura iconica, appesa ad una stella di latta, al soldo di politici e proprietari terrieri senza scrupoli. E nello scontro fra due icone – anche Billy lo è,  leggenda vivente che non può sottrarsi al suo destino – è fatale che sia quella nuda, priva di difese, a cadere.

I meravigliosi crepuscoli,  montaggio con momenti altissimi (a partire dai titoli di testa), un Coburn perfetto, eccezionale Kristofferson, stupenda la scena della morte di Slim Pickens. C’è Katy Jurado (bellona in Mezzogiorno di fuoco). Molto bella la colonna sonora di Dylan che contribuì a renderlo famoso grazie alla straziante “Knockin’ on heaven’s door”. È il film cinico e disilluso di un regista che ormai non crede più in niente, esclusa la violenza.

Curiosità

Il film avrebbe dovuto essere diretto in origine da Monte Hellman che aveva già diretto l’acclamato road movie Strada a doppia corsia. La sceneggiatura fu di Rudy Wurlitzer, che avrebbe poi sceneggiato Piccolo Buddha di Bernardo Bertolucci.

Sam Peckinpah venne convinto dall’attore James Coburn che desiderava recitare il ruolo del leggendario sceriffo Pat Garrett. Peckinpah accettò volentieri nella speranza di segnare un nuovo corso nella storia dei film western e di continuare la rilettura del genere western che aveva intrapreso con Il mucchio selvaggio e Sfida nell’alta Sierra.

Peckinpah riscrisse a questo proposito la sceneggiatura con Wurlitzer aggiungendo un prologo ed un epilogo che mostrassero l’uccisione di Pat Garrett da parte degli stessi cowboys che aveva assoldato per uccidere Billy the Kid. Nella sceneggiatura originale i due personaggi non si incontravano per tutto il film se non nel finale, e Wurlitzer non accettò le modifiche apportate da Peckinpah, che modificò nuovamente la sceneggiatura; in seguito Wurlitzer scrisse un libro nel quale criticò aspramente il regista.

Dopo aver inizialmente pensato all’attore Bo Hopkins per il ruolo di Billy the Kid, Peckinpah optò per il famoso cantante country Kris Kristofferson. La banda di Kristofferson avrebbe dovuto apparire nel film a fianco della moglie del cantante, Rita Coolidge. Oltre a recitare la parte del giovane fuorilegge, Kristofferson avrebbe coinvolto nella pellicola il cantante Bob Dylan, inizialmente per scrivere la colonna sonora iniziale del film; scrisse poi l’intera colonna sonora ed ebbe anche una parte come attore. All’epoca Peckinpah non conosceva Dylan ma quando lo sentì cantare ne rimase profondamente colpito; uno dei pezzi della colonna sonora del film è “Knockin’ on Heaven’s Door” che sarebbe diventato un classico della musica rock.

Per i ruoli secondari Peckinpah scelse deliberatamente grandi glorie del cinema western, come Chill Wills, la stella del cinema messicano Katy Jurado, Jack Elam, Slim Pickens e Paul Fix.

Sam Peckinpah’s alcoholism was so advanced during the making of this film that he would have to start the day with a large tumbler of neat vodka to stop his shakes. By mid-afternoon he would have moved onto grenadine. After that, he was too drunk to work. James Coburn recalled that Peckinpah was only really coherent for four hours a day.

Secondo Kris Kristofferson, il regista Sam Peckinpah detestava talmente i taglia della produzione al film che avrebbe urinato sullo schermo.

A un certo punto si sparse la voce che il regista Sam Peckinpah era impossibilitato a lavorare da quanto era ubriaco. Così come scherzo, fu inviata alla produzione una foto che mostrava Peckinpah abbracciato a una bottiglia di whiskey mentre i membri della troupe cercavano di farlo alzare.

Kris Kristofferson e Sam Peckinpah spesso ebbero litigi talmente importanti che tutti pensavano che prima o poi ci sarebbe scappata la rissa. Peckinpah, tipo molto sanguigno voleva picchiare Kristofferson si sapeva che aveva paura che Kristofferson, un ex Army Airborne Ranger, lo avrebbe ucciso. Kristofferson una volta rispose, “Yeah, Sam, penso che tu abbia ragione”. In contrasto a questo, Peckinpah riferi’ di Kristofferson come di un fottuto bravo ragazzo e che lavorare con lui era stata una delle piu’ grandi esperienze della sua vita.

Kris Kristofferson sul set si innamoro’ di Rita Coolidge e i due si sposarono immediatamente dopo le riprese.

Kris Kristofferson aveva 36 anni al tempo del film, interpretando un uomo di 21.

Sam Peckinpah pensava a Roger Miller (singer of “King of the Road”) per la colonna sonora, ma Kris Kristofferson suggerì Bob Dylan.

Su proposta di Kris Kristofferson, Sam Peckinpah ingaggio’ Donnie Fritts, un collaboratore di Kristofferson come favore e gli diede una parte come Billy the Kid’s gang member, Beaver. Siccome Fritts non aveva dialoghi, ripeteva tutto quello che dicevano gli altri nel film.

Il film finì 21 giorni oltre il previsto e sforando di   $1.6 milioni di dollari.

Bob Dylan non aveva mai composto una colonna sonora prima del film di Sam Peckinpah, Jerry Fielding, usualmente compositore, fu relegato con suo grande rammarico a un ruolo minore e di supporto.

Cast  e tutta la troupe a un certo punto avevano l’influenza.

Locations

Durango, Mexico.

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

 

 

Titolo originale Pat Garrett and Billy the Kid
Paese di produzione USA
Anno 1973
Durata 106 min (versione cinematografica)
122 min (versione d’anteprima)
115 min (edizione speciale)
Rapporto 2.35:1
Genere western
Regia Sam Peckinpah
Sceneggiatura Rudy Wurlitzer
Produttore Gordon Carrol
Fotografia John Coquillon
Effetti speciali Augie Lohman
Musiche Bob Dylan
Trucco Jack P. Wilson

Interpreti e personaggi

James Coburn: Pat Garrett
Kris Kristofferson: Billy Kid
Slim Pickens: Sceriffo Baker
Bob Dylan: “Alias”
Harry Dean Stanton: Luke
Chill Wills: Lemuel
Jack Elam: Alamosa Bill
Katy Jurado: Mrs. Baker
Richard Bright: Holly
John Beck: Poe
Charles Martin Smith: Bowdre
L. Q. Jones: Black Harris
Jason Robards: governatore

Doppiatori italiani

Dario Penne: Pat Garrett
Sandro Iovino: Billy Kid

 

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest