Professionisti per un massacro

Professionisti per un massacro è un film del 1967, diretto da Nando Cicero.

Trama

L’aiutante maggiore Lloyd, dell’esercito sudista, trafugato l’oro con cui il generale Sibley si riprometteva di comperare armi e munizioni, fugge con i suoi uomini verso la frontiera messicana. Tre soldati – Chattanooga Jim, Still e Fidel – già condannati alla fucilazione, hanno salva la vita a patto che riescano ad acciuffarlo e a recuperare l’oro.

Postisi alla caccia di Lloyd, lo raggiungono ma non riescono a rientrare in possesso del bottino a causa dell’arrivo di una banda di feroci messicani, capeggiata da Primero. Il prezioso carico finisce nelle mani del messicano, ma Chattanooga, gli altri e lo stesso Lloyd, che si è improvvisato loro alleato, finiscono per avere ragione di lui e dei suoi uomini.

Nella sparatoria Lloyd muore. Il generale Sibley, ricongiuntosi ai tre, fa dono a ciascuno di un cavallo, lasciandoli liberi. L’indomani, egli si reca, con il carro dell’oro, ad un appuntamento con alcuni messicani, che gli daranno in cambio un carico di armi. Chattanooga, Still e Fidel, però, travestitisi si mescolano tra i venditori e si impadroniscono del carro a cassetta del quale si allontanano cantando.

Commento

 

 

La storia è presentata in stile “sporca dozzina” con i soliti personaggi dalla cretura, tra cui un frugatore di nome Fidel Ramirez (Jorge Martin), un ex prete fastidioso con dinamite a propensione di nome Steele Downey (George Hilton) e un rapinatore di banche chiamato Chattanooga Jim (Edd Byrnes). La prima metà del film permette al cast colorato di attori di personaggi di divertirsi mentre prendono la coda in forma e sviluppano una relazione traballante. La parte finale è tutta azione, mentre il trio distrugge il caos e poi corre per le loro vite e inseguito dalla banda di Alacran (Jose Bodalo di Django) che ruba l’oro per la sua strana famiglia messicana. Il messaggio qui non è che la guerra sia l’inferno, piuttosto, sembra essere: la guerra può essere un bel periodo se non hai niente da perdere.

È un emozionante SW con una resa dei conti mozzafiato tra i protagonisti ed i loro nemici pieni di esplosioni, mitragliatrici, morti e lotte in stile Terence Hill-Bud Spencer. L’immagine mescola la violenza, l’umorismo, le lotte, l’alto numero di morti ed è piuttosto divertente. C’è un sacco di azione nel film, garantendo una sparatoria o acrobazia ogni pochi minuti. Il film è interpretato da un cast di Spaghetti all-star come lo spagnolo George (Jorge) Martin che ha lavorato molto per la fabbrica di Alfonso Balcazar come “Clint the strange”, “The return the Clint”, “Nevada Joe”, Una pistola per Ringo e Il ritorno di Ringo; l’uruguayano George Hilton che era uno Spaghetti western  prima stella per film come Sartana, “Vado l’ammazzo e torno”, “Kitosch”, Alleluja, Ognuno per se’ ed ha anche interpretato gialli di successo come “Lo strano vizio di Mrs Wardh”, “La coda dello scorpione”, “Tutti i colori del buio”, “Mio  caro assassino”; e Edd Byrnes, Kookie, che ha interpretato due Spaghetti western per Enzo G. Castellari come “Sette Winchester per un massacro” e “Vado l’ammazzo e torno” con George Hilton. Gerard Herter come un crudele ruolo di cattivo ufficiale confederato è terrificante, in seguito avrebbe interpretato ruoli simili in altri Spaghetti western. Ci sono molti bravi tecnici e una buona direzione di regia e un design di produzione accettabile con uno scenario atmosferico pieno di sterili spazi aperti, paesaggi sporchi e rocciosi e un set raffinato nelle scene finali. Il musicista Carlos Pes compone una bella colonna sonora e ben condotta e  con ottimo leitmotiv. Il film è ben girato in “Splugas city” (Splugas De Llobregat, Barcellona), una location costruita da Alfonso Balcazar dove sono stati girati molti film Western e, naturalmente, Almeria, Spagna e studi romani chiamati Elios. La cinematografia mediocre di Francisco Marin che ha fotografato un sacco di western “Gazpacho”, è sbrigativa ed e’ necessaria una rimasterizzazione corretta a causa della copia del film. La direzione così eccentrica di Fernando Cicero è regolarmente elaborata, qui è cinico e umoristico e incline alla violenza così come alla troppa azione, specialmente nella parte finale.

Curiosita’

Uscite all’ estero

Italy 7 December 1967
Turkey 14 April 1969
Spain 16 February 1970 (Madrid)
Sweden 18 September 1972

Titoli all’ estero

3 vilda desperados
Red Blood Yellow Gold
Argentina La hermosa mas matanza del mundo
Austria Stoßgebet für drei Kanonen
Australia Professionals for a Massacre
Belgium (Flemish title) Beroepsspelers voor een bloedbad
Belgium (French title) Professionnels pour un massacre
Brazil Profissionais da Matança
Canada (English title) Professionals for a Massacre
Chile La hermosa mas matanza del mundo
Germany (DVD title) Ein Stoßgebet für drei Kanonen
Spain Los profesionales de la muerte
Spain Rojo de la sangre y el amarillo del oro
France Professionnels pour un massacre
UK (TV title) Professionals for a Massacre
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) Kokkino aima… kitrino hrysafi
Greece (reissue title) Poly aima gia poly hrysafi
Greece Κόκκινο αίμα… κίτρινο χρυσάφι
Greece Πολύ αίμα για πολύ χρυσάφι
Netherlands Beroepsspelers voor een bloedbad
New Zealand (English title) Professionals for a Massacre
Portugal Os profissionais para um massacre
Romania Profesioniştii pentru un masacru
Romania Sânge roşu, aur galben
Sweden (alternative title) 3 Vilda desperados
Sweden Mexicos heta guld
Soviet Union (Russian title) (transliterated ISO-LATIN-1 title) Krov’ – krasnaya, a zoloto – zholtoye
Soviet Union (Russian title) Кровь – красная, а золото – жёлтое
Turkey (Turkish title) Profesyonellerin dönüsü
USA Professionals for a Massacre
Venezuela La hermosa mas matanza del mundo
West Germany Stoßgebet für drei Kanonen
South Africa (English title) Professionals for a Massacre

Locations

 

 

Cinecitta, Rome, Italy
(studio) (studio: the interiors were shot in Studi di Cinecittà)

Italy

Spain

 

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Professionisti per un massacro
Titolo originale Professionisti per un massacro
Lingua originale italiano
Paese di produzione Spagna, Italia
Anno 1967
Durata 89 min
Rapporto 2,35 : 1
Genere western
Regia Nando Cicero
Soggetto Jaime Jesús Balcázar, José Antonio de la Loma, Enzo Dell’Aquila, Roberto Gianviti
Sceneggiatura Jaime Jesús Balcázar, José Antonio de la Loma, Enzo Dell’Aquila, Roberto Gianviti
Produttore Enzo Dell’Aquila
Casa di produzione Balcázar Producciones Cinematográficas, Colt Produzioni Cinematografiche, Medusa Produzione
Distribuzione (Italia) Medusa Distribuzione
Fotografia Francisco Marín
Montaggio Teresa Alcocer
Musiche Carlos Pes
Scenografia Juan Alberto Soler

Interpreti e personaggi

George Hilton: Steel Downey
Edd Byrnes: Chattanooga Jim
George Martin: Fidel Ramirez
Milo Quesada: Lieutenant Logan
Mónica Randall: Annie
Gérard Herter: Major Lloyd
José Bódalo: Pietro Primero
Gisella Monaldi: Luisa
Claudio Trionfi:
Bruno Ukmar:
Osiride Pevarello: Bandit in tavern (non accreditato)
Pietro Torrisi: Lloyd’s henchman (non accreditato)

Doppiatori italiani

Giuseppe Rinaldi: Steel Downey
Cesare Barbetti: Chattanoga Jim
Ferruccio Amendola: Fidel Martinez
Luciano De Ambrosis: Lieutenant Logan
Fiorella Betti: Annie
Bruno Persa: Major Lloyd
Renato Turi: Pietro Primero
Corrado Gaipa: generale Sibley
Dhia Cristiani: mamma dei messicani
Oreste Lionello: chitarrista
Daniele Tedeschi: tenente sudista

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest