Quando satana impugno’ la colt

Quando Satana impugnò la Colt (Manos torpes) è un film del 1970, diretto da Rafael Romero Marchent.

Trama

L’incubo di un cavaliere nero, che gli ha ucciso il padre, è sempre presente nei sogni del giovane Peter il quale ora lavora, trattato come un servo, in un povero “ranch” che deve la sua esistenza al passaggio di un torrente il cui corso è determinato da un ricco proprietario limitrofo, Johnny. Peter ama Dorothy, la figlia dei suoi padroni, la quale invece è stata destinata per ragioni di convenienza a Johnny.

Poiché i due giovani non vogliono continuare una vita di sotterfugi, si sposano ma, scoperti dai genitori della ragazza, vengono divisi. Dopo essere stato frustato a sangue Peter viene portato e abbandonato nel deserto finché viene raccolto da un cavaliere nero, Latimore, un cacciatore di taglie che lo conduce da un vecchio cinese, Chang, che lo ospita e lo cura e quindi li insegna alla perfezione l’arte della pistola.

Pronto per la vendetta, Peter torna nei luoghi che videro la sua umiliazione e ad uno ad uno uccide i suoi avversari finché incontra Dorothy che si è ridotta a lavorare come prostituta nel saloon. Compreso il dramma della donna, Peter fugge con lei in un posto tranquillo: qui lo raggiunge Latimore, a caccia della taglia che ora pende sulla sua testa. Nel duello, Peter e Latimore si uccidono a vicenda.

Commento

Questo è un interessante contributo al genere, ma alcuni si sono lamentati dello script. Il film si apre nello stile di un melodramma, fa un cambio verso storie del tipo del maestro-allievo, si trasforma in una vendetta western e, alla fine, torna alle sue radici melodrammatiche con un finale piuttosto inatteso. C’è anche qualche influenza da film horror e arti marziali (in questa sequenza prolungata con l’insegnante cinese).

Peter Lee Lawrence è abbastanza bravo e il bounty killer nero di Alberto De Mendoza è un personaggio freddo e triste. Un paio di momenti visivamente forti rimangono impressi nella mente: una delle vittime di Latimore è legata ad un lebbroso – un modo unico per disfarsi dei tuoi nemici. C’e’ poi questa notevole scena simbolica che ci dice cosa è successo a Dorothy dopo che il suo giovane marito è stato inviato lontano.

I genitori avevano mandato la ragazza a Johnny, che aveva tolto loro l’acqua, e dopo il suo ritorno i genitori si rallegreranno alla vista dell’acqua che passa dalla pompa in modo scrosciante. L’orrore del volto di Pilar ci dice esattamente che cosa significa l’acqua corrente. (fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Curiosità

Uscite all’ estero

Spain 18 May 1970 (Madrid)
France 1 March 1972 (Paris)
Italy 17 October 1973

Titoli all’ estero

(original title) Manos torpes
Bulgaria (Bulgarian title) ?????????? ????
Brazil Quando um Bravo Empunhou o Colt
France Quand Satana empoigne le Colt
UK Clumsy Hands
UK When Satan Grips the Colt
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) Anoixte tafous gia ta katharmata
Italy Quando Satana impugnò la Colt
Portugal Matar, Fugir ou Morrer
USA Awkward Hands

Locations

Almería, Andalucía, Spain

Madrid roundabouts, Madrid, Spain

Madrid, Spain

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

 

Titolo originale Manos torpes
Lingua originale spagnolo
Paese di produzione Spagna, Italia
Anno 1970
Durata 93 min
Genere western
Regia Rafael Romero Marchent
Soggetto Santiago Moncada, Joaquín Romero Hernández
Sceneggiatura Santiago Moncada, Joaquín Romero Hernández
Produttore Ricardo Sanz
Produttore esecutivo Ricardo Sanz
Casa di produzione Aitor Films, Emat Cinematografica
Distribuzione (Italia) Indipendenti Regionali
Fotografia Miguel Fernández Mila
Montaggio Antonio Gimeno
Musiche Antón García Abril

Interpreti e personaggi

Peter Lee Lawrence: Peter
Alberto de Mendoza: Latimore
Pilar Velázquez: Dorothy
Aldo Sambrell:
Luis Induni: Charly
Frank Braña:
Antonio Casas: Warren
Vidal Molina:
Saturno Cerra:
Manuel de Blas: Johnny
Beni Deus:
Dina Loy:
Antonio Molino Rojo:
Antonio Pica: Ted
Gene Reyes:
Lorenzo Robledo:
Yelena Samarina: Mary
Josefina Serratosa:
Alfredo Ulecia:
Enrique Vázquez:

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest