Ringo, il cavaliere solitario

Ringo the Lone Rider (Spanish: Dos hombres van a morir, Italian: Ringo, il cavaliere solitario) is a 1968 Spanish-Italian Spaghetti western film directed by Rafael Romero Marchent

Trama

Per liberarsi, della banda di Bill Anderson i cittadini di Springfield, nel Missouri, assoldano un agente della Pinkerton, Daniel al quale, per un seguito di circostanze, si associa un ex capitano dell’esercito nordista, Allan. Costui e Daniel dopo essere riusciti ad uccidere il maggiore Corbett, protettore dei banditi, si mettono sulle tracce di Bill Anderson che si è diretto verso l’Oregon.

Frattanto lungo la strada Bill e i suoi uomini dopo aver ucciso un gruppo di mormoni, ne indossano gli abiti e si sostituiscono a questi nel possesso di una fattoria; ma Daniel e Allan, riescono a rintracciarli e a sgominarli. Per un equivoco, però, Daniel uccide il fratello di Allan, Kid, che faceva parte della banda di Anderson, e questo segna la fine dell’amicizia tra i due uomini.

Recensione

La co-produzione spagnola / italiana tratta di alcuni ex soldati confederati che formano una banda sanguinosa guidata da Bill Anderson (Armando Calvo) e dai suoi banditi (volti familiari da Chorizo Western come Luis Barboo, Jose Jaspe, Frank Braña, Alfonso De La Vega), hanno spaventato la regione di Springfield con continue rapine. Sono una banda poco conosciuta dei combattenti della Guerra Civile conosciuti come Bushwhackers. Schermagliano quindi passano lunghe ore a nascondersi. Pertanto le autorità (Angel Menendez, Jesus Puente, Miguel Del Castillo) e lo sceriffo (Antonio Pica) decidono di chiedere aiuto all’agente investigativo Pinkerton. Inoltre, nella piccola città appare Ringo (il solito eroe degli spaghetti Peter Martell), un ex capitano dell’esercito del nord, che si trova anche dietro la banda. Ma Ringo riceve un inaspettato aiuto dal ladro Dan Samuelson (abituale cattivo, anche se qui interpreta un personaggio gradevole, Piero Lulli) per raggiungere il loro obiettivo, che è semplicemente quello di cercare di fermare la banda prima che vengano catturati e impiccati dalla legge, come vuole Allan per raggiungere in particolare Kidd (Paolo Hertz), il membro più giovane dei fuorilegge, quindi entrambi uniscono le forze. Emozionante film basato su eventi storici ambientati durante la guerra civile americana (1861-1865) in cui i Bushwhacker usavano la guerriglia per distruggere gli obiettivi yankee e guidati da uomini pronti alla vendetta, fecero un violento raid nel Kansas, dove si è svolto il famoso massacro di Lawrence , realizzato da Bill Anderson e Quantrill.

il film contiene una trama interessante ma contorta, brividi, azione, doppi incroci, violenza, sparatorie e risvolti molto divertenti. Ma nel complesso Ringo the Lone Rider “o” Two Brothers, One Death “è divertente da guardare, con alcuni bei momenti, e sullo sfondo delle conseguenze della guerra civile americana che conferisce maggiore fermezza alla storia. come i Bushwhacker che sono irregolari fedeli al Sud guidati da Bill Anderson e appare anche la famigerata Agenzia Pinkerton, ed è anche una notevole violenza eseguita dalla banda Bill, che non si preoccupa di uccidere alcuni mormoni poveri e pacifici per raggiungere i loro obiettivi. La pellicola descrive in modo efficiente l’atmosfera di violenza in cui era ambientato il post Guerra Civile, affrontando scontri tra Bushwhackers e Jayhawkers: un western commovente con uno scontro mozzafiato tra il protagonista, Peter Martell e Piero Lulli contro la band di Anderson formata da consueti caratteristi spagnoli come Armando Calvo, Jose Jaspe, Alfonso De La Vega e Frank Braña. Bello il design di produzione che crea uno scenario evocativo, montagne, terreni rocciosi sotto un sole splendente e bei set di Cubero e Galizia di Colmenar Viejo, Madrid, La Pedriza e la città di film western di Hoyo de Manzanares. Atmosferica ed elettrizzante colonna sonora in stile Spaghetti di Manuel Parada, tra cui un leitmotiv accattivante.

Il film è stato ben scritto e prodotto da Eduardo Manzanos Brochero; essendo professionalmente diretto e nel suo stile personale da Rafael Romero Marchent. Rafael Romero Marchent è nato il 3 maggio 1926 a Madrid, in Spagna. È regista e attore, noto per Garringo, Un Dolar de Recompensa o Manos Torpes. Rafael Romero Marchent era fratello di Joaquin Luis Romero, che fu il primo a girare i western in Spagna. All’inizio, Rafael Romero ha iniziato nei film come attore, ma quando la sua carriera ha cominciato a calare, ha preferito passare il tempo dietro la macchina da presa. Rafael è uno scrittore e regista esperto di Spaghetti Western, come dimostrato in “Due croci su Danger Pass”, “Grido di vendetta”, “Due pistole per due gemelli” e “La fine uccide tutti” o “Un par di Asesinos”. Mentre suo fratello Joaquin Marchent è considerato il miglior regista della Paella Western, il suo primo film è stato “El Coyote” e il sequel dal titolo “Vendetta del coyote” girato in Messico; in seguito, ha filmato “L’ombra di Zorro” e “Vendetta di Zorro”, è andato a dirigere western come “Cavalcare a morte”, “Avventure in Occidente”, “Tre uomini buoni”, “Il parto Venganza” e il più popolare e violento ¨Condenados a Vivir¨. Inoltre, ha scritto per il fratello Rafael Romero Marchent i seguenti western: “Manos Torpes”, “Acaso Un Pistolero”, “Carrarringo”, “Dos Cruces en Danger Pass” e “Arrartan uccide tutti”.

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

Italy 15 February 1968
Spain 23 June 1969
Sweden 12 December 1969

Titoli all’ estero

(original title) Dos hombres van a morir
Ringo: The Lone Rider
Bulgaria (Bulgarian title) Двама братя, една смърт
Brazil Ringo, O Cavaleiro Solitário
Germany (DVD title) Ein Schuss zuviel
Spain (working title) El rancho de la muerte
Spain (working title) Los ranchos de la muerte
Spain (working title) Ringo, el caballero solitario
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) O Ringo ekdikeitai
Italy Ringo, il cavaliere solitario
Portugal Ringo, O Cavaleiro Solitário
Sweden Ringo – professionell hämnare
USA (DVD box title) Ringo the Lone Rider
USA Two Brothers, One Death

Locations

 

 

Colmenar, Madrid, Spain

Hoyo de Manzanares’s Western-film town, Hoyo de Manzanares, Madrid, Spain

La Pedriza, Manzanares el Real, Madrid, Spain

Rome, Lazio, Italy

Vota la recensione
[Total: 0 Average: 0]
Story
0
Actors
0
Music
0
Director
0
Media
  Caricamento, attendere prego yasr-loader

Ringo, il cavaliere solitario
Titolo originale Dos hombres van a morir
Lingua originale italiano
Paese di produzione Spagna, Italia
Anno 1968
Durata 84 min
Rapporto 1,85 : 1
Genere western
Regia Rafael Romero Marchent
Soggetto Mario Caiano
Sceneggiatura Mario Caiano
Produttore Mario Caiano
Casa di produzione Cinematografica Emmeci, Copercines
Distribuzione (Italia) Indipendenti Regionali
Fotografia Emanuele Di Cola
Montaggio Antonio Gimeno, Renato Cinquini
Musiche Francesco De Masi
Scenografia Franco Pellecchia Velchi
Trucco Franco Schioppa

Interpreti e personaggi

Peter Martell: Alan Bligh
Piero Lulli: Daniel Samuelson
Armando Calvo: Bill Anderson
Paolo Herzl: Michael/Kid
Diannik: Lucy
José Jaspe: Zachary Hutchinson
Jesús Puente: il maggiore Corbett
Giuseppe Fortis: Gonzales
Antonio Pica: lo sceriffo
Ángel Menéndez: il giudice Grant
Alfonso Rojas: Stockwell
Francisco Braña: uno degli uomini di Andreson
Guillermo Méndez: uno degli uomini di Andreson
Miguel Del Castillo: un cittadino di Springfield

Doppiatori italiani

Cesare Barbetti: Alan Bligh
Giuseppe Rinaldi: Daniel Samuelson
Riccardo Mantoni: Bill Anderson
Massimo Turci: Michael/Kid
Vittoria Febbi: Lucy
Vittorio Sanipoli: Zachary Hutchinson
Luigi Vannucchi: il maggiore Corbett
Alessandro Sperlì: Gonzales
Luciano De Ambrosis: lo sceriffo
Ferruccio Amendola: il giudice Grant
Carlo Alighiero: Stockwell
Daniele Tedeschi:uno degli uomini dei Anderson
Bruno Persa: un cittadino di Springfield

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest