Superuomini, superdonne, superbotte

Superuomini, superdonne, superbotte è un film del 1975, diretto da Alfonso Brescia con lo pseudonimo di Al Bradley.

Trama

Una tribù di guerriere Amazzoni spadroneggia facendo saccheggi e razzie lungo i villaggi vicini al loro regno. Durante una delle loro razzie, però, vengono spaventate da una sorta di supereroe mascherato che compie grandi balzi, che riesce a metterle in fuga: si tratta di Dharma, un essere millenario che i capi villaggio considerano sacro e che riveriscono come fosse un dio. Dharma però non è un dio, bensì un truffatore che si è arricchito a spese dei villici vivendo in una caverna che ha trasformato nel suo regno tramite speciali macchine e chi ha salvato il villaggio dalle Amazzoni è Aru, il suo discepolo, che crede che Dharma sia un dio e vuole essere bruciato col Fuoco dell’Immortalità.

Dharma gli rivela però che non c’è mai stato nessun fuoco sacro e che il segreto dell’immortalità di Dharma sta nel costume che viene tramandato da maestro ad allievo da quattro secoli. Un giorno, durante un’incursione delle Amazzoni, Dharma muore e dice ad Aru di andare alla Città del Lago D’Argento, dove incontrerà due uomini straordinari come Aru: il nero Moog, dalla forza sovrumana e il super soffio, e l’orientale Chung, agile e scattante. Insieme, i tre si metteranno in marcia per fermare le Amazzoni venendo talvolta ostacolati da una banda di ladri imbranati che si fanno chiamare “Le Tigri”.

Recensione

 

 

Amazons vs Supermen di Alfonso Brescia (Superuomini, superdonne, superbotte) potrebbe essere il film più strano che tu abbia mai visto. Uno dei tanti titoli alternativi è Three Stooges vs the Wonder Women, e questo, insieme al fatto che si tratta di una coproduzione italo / Hong Kong / messicana, dà un’idea abbastanza precisa di cosa aspettarsi.

Una tribù di feroci guerrieri amazzoni sta terrorizzando le comunità di una valle da qualche parte. Ma gli abitanti del villaggio sono sotto la protezione di Darma, un misterioso supereroe immortale che ha combattuto l’ingiustizia e l’oppressione per 400 anni. O almeno afferma di essere un supereroe immortale di 400 anni; in effetti è un mago di mezza età che fa affidamento sugli inganni. Le amazzoni hanno rancore verso Darma; la loro regina vuole il segreto del fuoco sacro che conferisce il dono dell’immortalità. C’è anche un supereroe africano, Moog, e un maestro del re cinese, Chung, anche se vivono in quella che sembra una valle medievale europea che non scopriremo mai. Moog e Chung si ritrovano a recitare come alleati un po’ riluttanti di Darma

Non sai mai cosa aspettarti da una produzione di Shaw Bros, ma questa “Amazons against Supermen” è come un misto tra stupido e brillante. I titoli di testa illustrano già un collage di emozionanti e spettacolari azioni di supereroi guidati da una melodia ritmata e orecchiabile. Questo prontamente determina il giusto umore, naturalmente, ma ho visto abbastanza brutti film per sapere che i crediti promettenti purtroppo non sono una garanzia per un intrattenimento costante. Dopodiché segue una sequenza lunga, ma comunque abbastanza divertente, che mostra una sorta di torneo di gladiatori all’interno delle barriere di una tribù amazzonica. Hanno gare ingegnose come tiro con l’arco duello su trampoli (!) E corpo a corpo nel fango. Anche se puoi dire che tutto questo film è irrilevante e inutile, rimane comunque divertente da guardare. Quindi è il momento per l’introduzione estesa dei tre superuomini multiculturali.

C’è l’enorme uomo di colore che non ama essere interrotto quando mangia, l’esperto asiatico di arti marziali e un ragazzino bianco vanaglorioso che ha un trono tra due montagne e si diverte a fare giri quando salta. Le amazzoni intendono sottoporre un intero villaggio di poveri alla schiavitù, ma sono già sotto la “protezione” del soprannominato supereroe. Anche se le sequenze precedenti durante il torneo danno l’impressione di essere in un film “d’azione” serio e hardcore, con spargimento di sangue e sleaze, il tono e la coreografia delle successive sequenze di lotta tendono a essere schiaffi. La sceneggiatura apparentemente improvvisata si presenta con le cose più bizzarre (le donne di Amazon vanno in guerra solo quando la luna è piena?) E le interpretazioni passano da semplici a addirittura assolutamente insopportabili. Le uniche scene che vengono correttamente interpretate sono le parti romantiche tra il supereroe nero e l’insegnante di scuola locale (che sembra essere l’unica ragazza nera in città). In effetti, quelle parti erano così credibili che presumo che queste persone fossero davvero innamorate. “Amazzoni contro Supermen” viene fornito con una preziosa lezione sulla moralità: richiede più superuomini interrazziali per sconfiggere un piccolo esercito di donne aggressive in bikini, quindi la prossima volta che litighi con tua moglie, non pensare nemmeno per un secondo di avere una possibilità.

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

Italy 11 April 1974
USA February 1975
Japan 8 February 1975
Finland 18 April 1975
West Germany 25 July 1975
France 7 August 1975
Spain 18 August 1975
Denmark 9 February 1976

Titoli all’ estero

Barbarian Revenge
Return of the Barbarian Women
Germany (DVD title) Supermänner gegen Amazonen
Denmark Amazonernes kamp mod supermændene
Spain Las ‘Amazonas’ contra los ‘Superman’
Spain (video title) Los locos superhombres del karate
Finland (video title) Amatzonit
Finland Fantastiset taistelijat
France Supermen contre les amazones
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) 3 katapeltes ta kanoun limpa
Greece (video title) Antipaloi ston erota kai ti grothia
Hong Kong (English title) Amazons and Supermen
Hong Kong (Mandarin title) San chao ren yu nu ba wang
Hong Kong (video title) (English title) Supermen Against the Amazons
Norway Amazons and Supermen
New Zealand (English title) (video box title) Amazons Against Superman
Portugal Os super-Homens Contra as Amazonas
USA Super Stooges vs the Wonder Women
West Germany Sie hauen alle in die Pfanne

Locations

 

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale: Superuomini, superdonne, superbotte
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia, Hong Kong, Spagna
Anno 1975
Durata 95 min
Rapporto 1,66 : 1
Genere azione, avventura, commedia
Regia Alfonso Brescia (come Al Bradley)
Soggetto Alfonso Brescia, Aldo Crudo
Sceneggiatura Alfonso Brescia, Aldo Crudo
Produttore Ovidio G. Assonitis, Giorgio Carlo Rossi
Casa di produzione A Erre Cinematografica, Shaw Brothers
Distribuzione (Italia) Italian International Film
Fotografia Fausto Rossi
Montaggio Liliana Serra
Effetti speciali Sergio Chiusi
Musiche Franco Micalizzi
Scenografia Mimmo Scavia
Costumi Mimmo Scavia

Interpreti e personaggi

Nick Jordan: Aru / Dharma II
Mark Hannibal: Moog
Hua Yueh: Chung
Malisa Longo: Akela
Aldo Bufi Landi: Dharma I
Magda Konopka: Beghira
Genie Woods:
Kirsten Gille:
Riccardo Pizzuti: Philones
Lyn Moody:
Karen Yeh: May May Wong
Giacomo Rizzo:
Almut Berg:
Rita Botti:
Luigi Ciavarro:
Rosato Canti:
Jean-Pierre Clarain:
Omero Capanna:
Gudrun Gundelach:
Patrizia Cianfanelli:
Sybilla Barbara Hubner:
Domenico Cianfriglia:
Rocco Lerro:
Paolo Magalotti:
Giovanni Cianfriglia:
Nadia Russeau:

Doppiatori italiani

Pino Colizzi: Nick Jordan
Sergio Fiorentini: Mark Hannibal
Manlio De Angelis: Hua Yueh
Fiorella Betti: Malisa Longo
Stefano Sibaldi: Aldo Bufi Landi
Antonio Guidi: Riccardo Pizzuti

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest