Tepepa

Tepepa è un film del 1968, diretto da Giulio Petroni. È considerato uno dei capisaldi del genere spaghetti-western.

Girato in pieno spirito sessantottino (il titolo originale recita Viva la revolución!), vede un curioso accostamento tra due attori completamente diversi, come Tomas Milian, noto in Italia soprattutto per molti film di genere, ed uno dei maestri della cinematografia mondiale, Orson Welles, che interpreta il sadico colonnello Cascorro.

Trama

Il governo del “compagno” Madero non soddisfa il peone Tepepa, che continua la sua battaglia contro le truppe del governo insieme ad un gruppo di fedeli combattenti, sentendosi preso in giro dall’ex-rivoluzionario ora capo dello stato. Tepepa si trova più volte a fronteggiare il temibile colonnello Cascorro, ed è costantemente perseguitato da un dottore inglese, Henry Price, desideroso di vendicare una ragazza appartenente ad una ricca famiglia, di cui il medico era innamorato e che Tepepa aveva violentato inducendola al suicidio.

COMPRA DVD ITALIA SU AMAZON

Tepepa (Dvd)

71c0c1no-zl-_sy679_

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Durante l’ultima battaglia, finalmente Cascorro riesce a ferire Tepepa, più volte sfuggitogli, ma nello scontro decisivo viene ucciso dal rivoluzionario. Nel frattempo il medico, che nonostante l’odio per Tepepa era rimasto al fianco dei rivoluzionari, riesce a vendicarsi del peone uccidendolo con un bisturi, dopo avergli estratto la pallottola. La morte di Tepepa, però, non segna la fine della rivoluzione, ed altri continueranno la battaglia al suo posto.

Recensione

 

 

Questo film è insolito, anche per gli standard degli spaghetti western. Non è strano in un modo ovvio, esagerato come “El Topo”. “Tepepa” è più sottile nel modo in cui gioca con la tua testa.

Uno dei tratti più comuni dei western italiani in generale è la mancanza del vecchio tipo di personaggio “buono”, e “Tepepa” non fa certo eccezione alla regola, ma questo film fa un passo in più rispetto alla maggior parte. Nella maggior parte degli Euro-western, anche se non esiste un “bravo ragazzo” di per sé, esiste ancora un eroe che è la persona su cui lo spettatore si radicherà. Questo eroe può spaziare dal simpatico fuorilegge dal cuore gentile come “Blondie” di “The Good the Bad and the Ugly” al leader di una banda di ladri assassina spietata come “Black Jack” del film “Black Jack”. Di solito questo eroe o “anti-eroe” finisce per vendicarsi dell’altro furfante o di quei cialtroni che gli hanno fatto del male, e alla fine lo spettatore del film finisce molto soddisfatto.

All’inizio, Tomas Milian come “Tepepa” diventa l'”eroe” per cui istintivamente si radica. È un assassino, ma è nel nome della rivoluzione. Sta cercando di liberare il suo popolo dalla tirannia degli avidi proprietari terrieri e vediamo il dottore inglese che vuole ucciderlo come un uomo fuorviato che alla fine farà ciò che è “giusto” e unirà le forze a Tepepa e alla rivoluzione . Ma presto iniziamo a scoprire il motivo per cui l’inglese vuole uccidere Tepepa, e dopo questo, il film inizia a distruggere lentamente tutti i nostri preconcetti e gli attaccamenti ai personaggi della storia. Il film finisce per essere molto inquietante perché non ci rimane nessun protagonista, e sembra piuttosto strano per tutti e per tutto nel film. Per finire, l’innocente ragazzino di dieci anni (quando appare in uno spaghetti western, finisce quasi sempre per essere ucciso) in questo film è la persona più fredda del film, ed è l’unico personaggio principale che sopravvive!

Tepepa è un film molto ben fatto. La recitazione è eccellente. Tomas Milian è fantastico, come al solito. Questo è un western molto serio, al contrario di alcuni dei suoi altri che hanno momenti divertenti, ma recita molto bene questo tipo di personaggio, che sia divertente o meno. Orson Welles è ‘incredibile in questo film come il colonnello Cascorro, il braccio forte, ubriaco, spavaldo ma con la voce pacata dell’oppressivo governo messicano che sta cercando di distruggere Tepepa e la rivoluzione. Sì, borbotta a volte, ma questo aggiunge molto alla personalità del personaggio e lo rende più credibile. Ci sono solo poche parole qua e là che sono difficili da capire, e non interferiscono con la capacità di capire cosa sta succedendo nel film. Lui recita la parte con brillante sottigliezza. È come l’antitesi del solito cattivo. Poi c’è Luciano Casamonica nei panni di Paquito, il suddetto (circa) ragazzo di dieci anni. Cominciamo a capire che non è un normale ragazzino western quando non riesce a versare lacrime quando suo padre viene ucciso, poi torna a casa con Tepepa che lo ha appena ucciso. Più tardi apprendiamo che Paquito è capace di uccidere senza una buona ragione e senza mostrare alcun rimorso, eppure ha ancora quell’aura di innocenza su di lui. Casamonica lo fa in modo abbastanza convincente per un attore della sua età. La colonna sonora è fantastica, come ci si può aspettare visto che è del maestro Ennio Morricone. La cinematografia è anche di prim’ordine.

Curiosità

 

 

L’ atmosfera sul set del film, secondo Petroni era terribile. Orson Welles chiamava Milian, che lo idolatrava, sporco cubano.

Uscite all’estero

Italy     31 January 1969
Sweden     2 March 1970
Spain     29 April 1970     (Madrid)
West Germany     22 October 1970
Austria     November 1970
France     10 November 1971
Poland     10 January 1972
Norway     8 January 1973
Philippines     5 February 1976     (Davao)
USA     November 1979
Turkey     16 May 1983

Titoli all’ estero

Austria     Tepepa
Bulgaria (Bulgarian title)     Тепепа
Brazil     Tepepa
Germany (Pay-TV title)     Durch die Hölle Companeros
Spain     Tepepa… Viva la revolución
France     Trois pour un massacre
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     Viva Tepepa
Hungary     Tepepa, a hős bitang
Poland     Viva Tepepa
Turkey (Turkish title)     Tepepa
USA (video title)     Blood and Guns
USA     Long Live the Revolution
USA     Tepepa
West Germany (video title)     Der Eliminator
West Germany     Tepepa
West Germany     Tepepa – Durch die Hölle, Companeros

Locations

 

 

Finca El Romeral, San José, Almería, Andalucía, Spain
(Mexican Hacienda location)

Guadix, Granada, Andalucía, Spain

Almería, Almería, Andalucía, Spain

Desierto de Tabernas, Almería, Andalucía, Spain

Polopos, Almería, Andalucía, Spain
(Tepepa’s mexican town)

Los Albaricoques, Cabo de Gata, Almería, Andalucía, Spain
(Tepepa’s mexican town)

Balsicas de Alfaro, Rioja, Almería, Andalucía, Spain
(Mexican chapel)

Almería, Andalucía, Spain

Vota la recensione
[Total: 0 Average: 0]
Story
0
Actors
0
Music
0
Director
0
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale Tepepa
Paese di produzione Italia, Spagna
Anno 1968
Durata 136 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere western
Regia Giulio Petroni
Soggetto Giulio Petroni, Ivan Della Mea, Franco Solinas
Sceneggiatura Giulio Petroni, Ivan Della Mea, Franco Solinas
Produttore Alfredo Cuomo e Nicolò Pomilia
Fotografia Francisco Marín
Montaggio Eraldo Da Roma
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Guido Josia
Costumi Gaia Rossetti Romanini

Interpreti e personaggi
Tomas Milian: Tepepa
Orson Welles: colonnello Cascorro
John Steiner: dottor Henry Price
José Torres: Pedro Pereira detto “El Piojo”
Luciano Casamonica: Paquito
Annamaria Lanciaprima: Maria Virgen Escalande
Paloma Cela: Consuelo
George Wang: Mr. Chu
Giancarlo Badessi: sergente
Clara Colosimo: la moglie del sergente
Paco Sanz: Francisco Madero
Quinto Gambi: Rivoluzionario

Doppiatori italiani
Corrado Gaipa: Orson Welles
Luigi La Monica: John Steiner
Pino Colizzi: José Torres
Stefano Sibaldi: Giancarlo Badessi
Bruno Persa: Paco Sanz
Michele Gammino: Rivoluzionario
Alessandro Sperlì: George Wang
Luciano De Ambrosis: Francisco
Manlio Busoni: Miguel
Cesare Polacco: Generale

FOTO E POSTERS

 

Le foto di scena sono state gentilmente fornite da Eugenio Ercolani

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest