TESTA DI SBARCO PER 8 IMPLACABILI

TESTA DI SBARCO PER OTTO IMPLACABILI è un film di genere guerra del 1969, diretto da Alfonso Brescia, con Erika Blanc e Massimo Carocci.

Trama

Con l’immissione di nafta infiammata in mare attraverso un particolare sistema, i tedeschi hanno creato un baluardo insuperabile sulle coste della Normandia.

Il Comando alleato, mentre prepara un gruppo di uomini da lanciare nella zona per sabotare le difese nemiche, invia uno scienziato, un giovane tenente ed un soldato, vestiti da tedeschi, nelle linee nemiche per conoscere l’esatta ubicazione della zona.

I tre riescono ad entrare nel bunker, ma quando stanno per uscire vengono scoperti. Solo il tenente si salva e viene aiutato da una ragazza partigiana che lo conduce nella sua fattoria. Intanto, l’alto Comando americano dà inizio all’operazione Gambit, che ha come fine quello di espugnare la zona occupata dai tedeschi.

Vengono allora paracadutati otto uomini che, in extremis, riescono a procurarsi dell’esplosivo, facendo saltare il sistema difensivo tedesco, giusto in tempo per permettere alle truppe da sbarco di approdare.

Recensione

Il re dei film a budget modesto d’azione italiani, Alfonso Brescia, fa il suo lavoro migliore in questa storia commando girata nel 1967. Ma L’inferno in Normandia non può essere di certo il migliore di una sorta di “commando italiano” “Film, che e vicino ai migliori del genere in italia, semplicemente perché Brescia riesce a confezionare così tanto in un tempo di esecuzione di soli 90 minuti.

La trama narra dei soldati americani guidati dal capitano Murphy (Guy Madison), paracadutato nella Normandia occupata, dove lo spagnolo Strobel (Peter Lee Lawrence) li aiuta a penetrare nelle installazioni nemiche che minacciano gli sbarchi sulla spiaggia di Omaha. Murphy è scettico della praticità della sua missione, ma Strobel è fanaticamente dryrtminato a distruggere la base nemica.

Questa è stata una coproduzione italo-francese, ed è stata probabilmente girata in Francia(in realta’ fu girata in italia) e questo è visibile sin dalle prime riprese. Per una volta, si apre un film di guerra italiano con il paesaggio che sembra proprio quello che rappresenta. Non posso contare le volte che ho visto i climi semi-aridi e le cave di roccia passate per la Francia meridionale, quindi la scelta dei luoghi di ripresa di Brescia gli fa guadagnare punti importanti nel voto finale al film.

Il film sembra altrettanto vero – uniformi, armi, veicoli e set sembrano molto autentici. Molti registi italiani, come Leon Klimovsky e Umberto Lenzi, ignorarono l’esattezza in favore dell’azione e cio’ ha danneggiato la loro credibilità in questo genere. Qui si può rispettare il tempo e il denaro che Brescia mette a rendere credibile il suo film.

Questo è stato il primo film di guerra italiano di Guy Madison, e non è ancora diventato abile in una parte che avrebbe in futuro svolto parecchie volte nel genere,  essendo stato protagonista in alcuni film simili a tema, ognuno guidato da un regista diverso. Detto questo, sembra un po ‘incerto di se stesso come capitano Murphy, forse perché il ruolo ha le sue limitazioni. Murphy è cinico e critico del modo in cui la sua missione è stata pianificata dai superiori e come è stato ordinato di eseguirla, ma è tutto quello che ha da dire – e lo dice tante di quelle volte che i suoi dialoghi diventano presto ripetitivi.

A diretto contrasto, Peter Lee Lawrence sembra stare godendo della parte come dottor Strobel e ha buoni dialoghi e alcune scene fisicamente attive da coinvolgere emotivamente lo spettatore. Dal momento in cui lo incontriamo, Strobel è ossessionato dal successo della sua missione, anche se significa uccidere chiunque abbia sulla sua strada. Ma ha anche un lato sentimentale, dimostrato nel suo amore per la ragazza partigiana francese Denise (Erika Blanc), una relazione che non ottiene mai il pieno sviluppo che merita.

Brescia carica quindi il suo cast di supporto con nomi e facce familiari, in particolare Max Tarilli (“Nido di Hornet”), attore sempre poco apprezzato. Qui, Tarilli è un corporale tedesco che è attivo sulla traccia dei soldati di Murphy e non cessa mai nella sua ricerca. È bello vedere quali talenti ha Tarilli, e non appare mai poco convincente come nazista. Massimo Carocci, Pierre Richard, Giuseppe Castellano, Luciano Catenacci, Gianni Pulone e Giovanni Ivan Scratuglia hanno anche piccole parti, che danno una spinta ulteriore a questo film.

Brescia prende sul serio il suo mestiere e cerca seriamente di rendere tutto il film  al meglio possibile. “Inferno in Normandia” è un film di guerra con una buona sceneggiatura e abbastanza azione, suspense e violenza per renderlo divertente.

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

Italy     13 August 1968
Sweden     20 January 1969
Denmark     19 March 1969
Portugal     27 March 1969
France     7 May 1969
Turkey     13 October 1969
Norway     6 November 1969
Finland     12 December 1969

Titoli all’ estero

Hell in Normandy
Special Forces
Brazil     Inferno na Normandia
Canada (English title)     Hell in Normandy
Denmark     Helvedet i Normandiet
Spain     Brigada suicida
Finland     Helvetti on irti
France     Tête de pont pour huit implacables
Greece (reissue title)     Anatinaxate to ohyro Zeicker
Greece (video title)     Kolasi sti Normandia
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     Kolasis stin Normandia
Ireland (English title)     Hell in Normandy
Japan     Jigoku no Norumandi
Norway (theatrical title)     Dødsgjengen i Normandie
Norway     Helvete i Normandie
Portugal     Testa de Ponte
Romania     Cap de pod pentru opt implacabili
Romania (alternative title)     Iad in Normandia
Sweden     Djävulspatrullen
Turkey (Turkish title)     Ölüme çikis

Locations

 

 

Italy

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]
Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale     TESTA DI SBARCO PER OTTO IMPLACABILI
Lingua originale     italiano
Paese di produzione     Italia
Anno     1968
Durata     93 min
Rapporto     2,35 : 1
Directed by     Alfonso Brescia
Screenplay by     Maurice De Vries
Lorenzo Gicca Palli
Starring     Guy Madison
Peter Lee Lawrence
Erika Blanc
Music by     Giorgio Fabor
Italo Fischetti
Cinematography     Fausto Rossi
Edited by     Renato Cinquini
Distributed by     Mogul Communications
Release date August 13, 1968 (Italy)
Running time  90 min
Country      Italy – France
Language     French – Italian

Interpreti e personaggi

Guy Madison: Captain Jack Murphy
Peter Lee Lawrence: Lt. Strobel
Erika Blanc: Denise
Philippe Hersent: Professor Aubernet
Massimo Carocci: Captain Ryan
George F. Salvage (as G.F. Savage)
Pierre Richard: Sergeant Doss
Antonio Monselesan (as Tony Norton)
Max Turilli: Feldwebel Siedler
Giuseppe Castellano (as G. Castellano)
Renato Pinciroli: Denise’s father (as R. Pinciroli)
Luciano Lorcas
Paolo Magalotti
Guido Di Salvo
Gianni Pulone
Giovanni Ivan Scratuglia: Navy officer (as Ivan Scratuglia)
Giuseppe Terranova
Sergio Testori
R. Mantovani
John Bartha: Ted Bancroft – American General (uncredited)
William Conroy: German Soldier (uncredited)
Tom Felleghy: Colonel Voller (uncredited)
Renato Pugluai: (uncredited)
Michele Titov: (uncredited)
Bill Vanders: David – American Officer (uncredited)

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest