Tiffany memorandum

Tiffany memorandum è un film del 1967 diretto da Sergio Grieco, ambientato a Berlino.

Trama

Dick Hallam, corrispondente da Parigi in un grande giornale di New York, assiste involontariamente all’uccisione di un uomo politico sudamericano ad opera di alcuni sconosciuti. Spinto dalla curiosità professionale, Dick inizia il pedinamento dell’autista della vittima, che ha motivo di ritenere coinvolto nell’assassinio. L’autista muore nel deragliamento di un treno e Dick, presente sullo stesso convoglio, è raccolto privo di sensi.

Al suo risveglio, il giornalista ha la sorpresa di accorgersi che molte persone, ritenendo che egli sia l’autista deceduto, si interessano a lui. Inutilmente cerca di far presente la sua vera identità: rapito da una misteriosa organizzazione è trasportato a Berlino ed interrogato su fatti di cui non è assolutamente a conoscenza. Riuscito a fuggire, Dick non resiste alla tentazione di indagare sulla strana avventura nella quale si è trovato coinvolto.

Rischiando più volte la vita, riesce infine a far luce sull’assassinio del personaggio politico sudamericano e sui retroscena dell’atto criminoso. Non gli è possibile però realizzare il clamoroso colpo giornalistico pregustato, poiché una giovane giornalista che aveva collaborato sotto mentite spoglie, alle indagini, lo precede inviando un dettagliato resoconto del caso al suo giornale.

Commento

Intrigo spionistico internazionale con bische, scambi di persona, false identità, zuffe interminabili, spie, controspie e Clark che, seppur una tantum non nelle vesti di “Agente 077”, ricalca sempre look e comportamenti di James Bond.

Comprimari interessanti come Nusciak, Vannucchi, Albertini, Hintermann e Infanti ritraggono inevitabilmente figure stereotipate del genere. In una piccola parte si vede un giovanissimo Antonio Marsina. Si riconoscono una certa scioltezza, il fascino cromatico sixties del Technicolor di Stelvio Massi (direttore della fotografia) e i caldi, eleganti clangori di Ortolani.

(fonte davinotti http://www.davinotti.com)

Curiosità

 

 

Nei titoli di testa il nome del regista è Terence Hathaway, pseudonimo utilizzato da Sergio Grieco in numerosi altri film da lui diretti.

Uscite all’ estero

Italy 12 August 1967
France 8 January 1969
Spain 14 April 1969 (Barcelona)
Spain 5 May 1969 (Madrid)
Finland 12 February 1971
West Germany 12 February 1971

Titoli all’ estero

Argentina Charada internacional
Brazil Charada Internacional
Spain Charada internacional
Finland Suuri takaa-ajo
France (working title) Charade internationale
France Coup de force à Berlin
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title) I epistrofi tou Dick Maloy
Italy Il mistero dell’ombra
Italy (working title) Sciarada internazionale
Italy Tiffany memorandum
Portugal Charada Internacional
West Germany Komm Gorilla, schlag zu!

Locations

 

 

Berlin, Germany

Paris, France

Le scene in interni sono state girate a Cinecittà.

 

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale Tiffany memorandum
Paese di produzione Italia, Francia, Germania
Anno 1967
Durata 94 min
Rapporto 1.85 : 1
Genere azione, thriller
Regia Sergio Grieco
Soggetto Sandro Continenza, Roberto Gianviti
Sceneggiatura Sandro Continenza, Roberto Gianviti
Produttore Edmondo Amati per Fida Cinematografica
Casa di produzione Fida Cinematografica
Distribuzione (Italia) Fida Cinematografica
Fotografia Stelvio Massi
Montaggio Renato Cinquini
Effetti speciali Eugenio Ascani
Musiche Riz Ortolani
Scenografia Alberto Boccianti
Costumi Mario Giorsi
Trucco Antonio Mecacci

Interpreti e personaggi

Ken Clark: Dick Hallam
Irina Demick: Sylvie Meynard
Luigi Vannucchi: ispettore Brooke
Loredana Nusciak: madame Tiffany
Gregoire Aslan: l’Ombra
Jacques Berthier: colonnello Callaghan
Carlo Hintermann: il sequestratore
Michel Bardinet: Francisco Aguirre
Giampiero Albertini: agente / falso medico
Franco Giornelli: agente
Valentino Macchi: agente
Andrea Scotti: agente
Franco Giornelli: agente
Angelo Infanti: Pablo Almereyda / Max Schultz
Solvi Stubing: cameriera dell’albergo
Piero Palermini: direttore dell’albergo
Tom Felleghy: maitre del Baunkucken
Dario De Grassi:
Peter Blade:
Adriano Urriani:
Mirella Pompili:
Tony Marsina:

 

FOTO E POSTERS

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest