Tre amici, le mogli e (affett.) le altre

Tre amici, le mogli e (affettuosamente) le altre (Vincent, François, Paul… et les autres) è un film del 1974 diretto da Claude Sautet, tratto dal romanzo La Grande Marrade di Claude Néron.

Trama

 

 

Vincent è un piccolo imprenditore, esuberante e separato dalla moglie Catherine: ha una storia con Marie, bruna venticinquenne introversa e molto più giovane. François invece è un medico affermato, è sposato con Lucie e hanno due bambini: lui però la trascura e lei si concede avventure con molti uomini e non ne fa alcun mistero. C’è poi Paul, giornalista e scrittore con un romanzo iniziato da tempo che non riesce a portare avanti: è sposato con Julia e vive in una casa di campagna.

I tre amici sono sulla cinquantina e hanno l’abitudine di passare i weekend a casa di Paul. Con loro c’è sempre Jean, più giovane, operaio da Vincent e pugile dilettante. Fanno parte della compagnia anche Clovis, proprietario di un ristorante, e Jacques, un tecnico tornato a Parigi dopo due anni, entrambi con le loro compagne. Durante i weekend c’è sempre allegria; può capitare che una discussione prenda dei toni aspri, ma al termine il gruppo si dà sempre appuntamento per la settimana successiva.

Recensione

 

 

Uscito nel 1974, “Vincent, François, Paul e gli altri” è il più grande successo della carriera di Claude Sautet (1924-2000) e un film molto rappresentativo della Francia degli anni ’70. Professionista fallimentare, tradimento degli ideali della giovinezza Fallimento artistico: ognuno a modo suo, tre amici inseparabili sono intrappolati nel tormento dei loro cinquantanni.

Allo stesso tempo, le loro donne si emancipano. Girato durante la campagna presidenziale che culmina nella vittoria di Valéry Giscard d’Estaing, questo film “corale” è attraversato dalle divisioni politiche e sociali dell’epoca.
Dopo “Cesare e Rosalie”, Claude Sautet continua la sua lucida osservazione, tenera ma spesso disincantata, del mondo da cui proviene e in cui vive: la piccola compagnia, la periferia, i bistrot, le bande di amici, i fine settimana in campagna, la Francia delle classi medie. Nella proprietà in Seine-et-Marne, è stata girata la maggior parte del film.

Uno scrittore bisognoso, come Paul, che affoga volentieri in un bicchiere la sua impotenza per finire il suo romanzo, un dottore come Francis, che scopre il fallimento irrisorio della sua vita personale nonostante il suo successo sociale, un industriale intrappolato negli affari con i loro alti e bassi come Vincent, proprio nel momento in cui la sua vita amorosa si spezza, esiste e il film non drammatizza. È la vita! Guardate!

È superbamente filmato, mentre Sautet non prende mai la scena. Non basta dire che con un direttore come lui tutti sono viziati. Lo spettatore dapprima, che non è così abituato a ricevere una tale sorpresa, e poi gli attori, tutti al meglio delle loro capacità, al punto che sembrano tutti improvvisare il dialogo così giusto di John -Loup Dabadie.

Non possiamo non complimentarci con Montand piuttosto che a Reggiani, Piccoli o Depardieu, tutti perfetti. Da parte delle donne, Marie Dubois guida il gruppo, ma tutti giocano con una naturalezza sorprendente; Antonella Lualdi, Catherine Allégret, Ludmilla Mikaël e Stéphane Audran, che non sono mai stati così ben impiegati. Sautet li mette tutti a loro agio ed in mostra; nessuno di loro rimane indietro, sacrificato a beneficio degli altri, ognuno fa la sua parte pensando agli altri. Questa sinfonia di blues con l’anima si congela, con le ultime note dell’ironico leit motiv di Philippe Sarde, sulla visione di quattro amici che hanno le loro rughe e le nascondono nelle pieghe di un sorriso leggermente amaro. La vita continua!

Curiosità

 

 

Il Dizionario Mereghetti giudica il film un’«opera corale e delicata» e definisce «straordinaria la direzione e l’interpretazione degli attori».[1] Per il Dizionario Morandini è «un quadro tenero e intimista della Nouvelle Vague giscardiana degli anni ’70» e «gli interpreti sono straordinariamente efficaci e credibili»

Uscite all’estero

France     20 October 1974
Belgium     21 February 1975     (Gent)
Netherlands     27 March 1975
Finland     25 April 1975
West Germany     25 April 1975
Italy     16 May 1975
Sweden     20 October 1975
Denmark     5 November 1975
USA     7 March 1976     (New York City, New York)
Poland     4 October 1976
East Germany     17 June 1977
Hungary     15 September 1977
France     24 December 2014     (re-release) (restored version)

Titoli all’ estero:

(original title)     Vincent, François, Paul… et les autres
Argentina     Tres amigos, sus mujeres y los otros
Belgium (Flemish title)     Vincent, François, Paul en de anderen
Brazil     Vicente, Francisco, Paulo e os Outros
Bulgaria (Bulgarian title)     ??????, ???????, ??? ? ???????
Canada (French title)     Vincent, François, Paul et les autres
Denmark     Som brødre…
Finland     Ystäväpiiri
Finland (Swedish title)     Vänkretsen
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     I palioparea
Hungary     Vincent, Francois, Paul és a többiek
Italy     Tre amici, le mogli e (affettuosamente) le altre
Norway     Vincent, Francois, Paul og de andre
Poland     Vincent, François, Paul i inni
Portugal     Os inseparáveis
Soviet Union (Russian title)     ??????, ???????, ???? ? ??????
Spain     Tres amigos, sus mujeres y… los otros
Sweden     Vänner emellan
Turkey (Turkish title)     Sen, ben ve digerleri
USA     Vincent, François, Paul and the Others
West Germany     Vincent, François, Paul und die anderen

Locations

 

 

Epinay-sur-Seine, Seine-Saint-Denis, France
(studio)

Studio d’Epinay, Epinay-sur-Seine, Seine-Saint-Denis, France
(studio)

Studios Eclair, Epinay-sur-Seine, Seine-Saint-Denis, France
(studio)

Vota la recensione
[Total: 0 Average: 0]
Story
0
Actors
0
Music
0
Director
0
Average
  Loading, please wait yasr-loader

Titolo originale    Vincent, François, Paul… et les autres
Lingua originale    francese
Paese di produzione    Francia, Italia
Anno    1974
Durata    120 min
Genere    drammatico
Regia    Claude Sautet
Soggetto    Claude Néron (romanzo)
Sceneggiatura    Jean-Loup Dabadie e Claude Sautet
Produttore    Raymond Danon e Roland Girard
Fotografia    Jean Boffety
Montaggio    Jacqueline Thiédot
Musiche    Philippe Sarde
Scenografia    Théobald Meurisse

Interpreti e personaggi

Yves Montand: Vincent
Michel Piccoli: François
Serge Reggiani: Paul
Gérard Depardieu: Jean Lavallee
Stéphane Audran: Catherine (moglie separata di Vincent)
Marie Dubois: Lucie (moglie di François)
Umberto Orsini: Jacques
Ludmila Mikaël: Marie (fidanzata di Vincent)
Antonella Lualdi: Julia (moglie di Paul)
Catherine Allégret: Colette (fidanzata di Jean)

Doppiatori italiani

Sergio Graziani: Vincent
Giorgio Piazza: François
Gianfranco Bellini: Paul
Pino Colizzi: Jean Lavallee
Giorgio Lopez: allenatore di boxer

FOTO E POSTERS

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest