Tre per una grande rapina

Tre per una grande rapina (Le mataf) è un film del 1973, diretto da Serge Leroy.

Trama

Frank, Bernard e Basilio, sono tre amici per la pelle; professionisti dell’effrazione, la compiono solo se ne vale la pena e con meticolosa cura. Un giorno, tuttavia, vengono gabbati da una misteriosa banda mentre cercano di assicurarsi un bottino depositato sul Trans Europa Express del 6 novembre. Alcuni mesi dopo s’avvedono che l’azione fallita è stata anche documentata in modo da fare su di loro pressione. Anima del ricatto è l’avv. De Borde che promette 200.000 dollari ma in compenso vuole che i tre si prestino al furto di un microfilm contenente i segreti di un cantiere navale.

Presi per il collo, i tre compiono l’impresa nella quale Frank perde la vita e Basilio rimane ferito. A questo punto, De Borde, spalleggiato da gorilla americani, vuole – oltre al segreto industriale – anche il recupero del suo denaro e la morte dei professionisti che ormai conoscono il suo segreto. Bernard si assicura l’appoggio di Cathy Montdor, una bella negra già amante del boss avversario, e riesce nell’intento di recuperare sia la ragazza che il denaro guadagnato

Recensione

 

 

Il titolo: è spiegato nel film: le “Mataf” è un gergo per “marinaio” uno dei protagonisti, che si unisce alla marina per cinque anni, la connessione con il film è sottile, a meno che la nave dell’eroe (nell’ultima sequenza) conti.

Il secondo tentativo di Serge Leroy per il grande schermo (il primo “Ciel Bleu” sembra piuttosto interessante ma non si trova da nessuna parte) ha un forte cast maschile: Michel Constantin, per antonomasia, il duro dei film francesi B ( ma nella sua filmografia un capolavoro: “Le Trou” di Jacques Becker (1959), il miglior film sul carcere francese mai realizzato, e no, non è un’opera Nouvelle Vague!), Georges Géret, Pierre Santini e Adolfo – “Thunderball” -Celi forniscono un buon supporto, purtroppo, Cathy Rosier è espressiva come una bambola Barbie e il ruolo di Annie Cordy è limitato.

Le Mataf inizia in modo interessante con una voce che introduce i tre ladri. Michel Constantin, con la sua presenza imponente e la voce piuttosto aspra potrebbe essere il francese Lee Marvin. Lui ed i suoi due complici sono le vittime di un complotto ricattatorio dopo che sono stati fotografati mentre tentavano di rapinare un treno. I ricattatori costringono il trio a rubare un rotolo di pellicola (non viene mai rivelato ciò che il film contiene) fuori da una nave.

La storia è complicata invece che complessa: coinvolge microfilm segreti, frame-up, avvocato corrotto e molti dollari, oltre a una canzone di Annie Cordy. Ma tutto sommato, è solo un altro thriller.

Curiosità

 

 

Uscite all’estero

France     14 June 1973
Italy     16 August 1973
West Germany     11 April 1978

Titoli all’ estero

(original title)     Le mataf
Greece (transliterated ISO-LATIN-1 title)     Oi enohoi eginan 3
Italy     Tre per una grande rapina
West Germany     Gefährliche Partner

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Titolo originale     Le mataf
Lingua originale     francese
Paese di produzione     Italia, Francia
Anno     1973
Durata     90 min
Genere     poliziesco, drammatico
Regia     Serge Leroy
Soggetto     Serge Leroy, Charles Slama
Sceneggiatura     Roberto Gianviti, Serge Leroy, Charles Slama
Casa di produzione     Filmel, Medusa Produzione
Fotografia     Edmond Séchan
Musiche     Stelvio Cipriani

Interpreti e personaggi

Michel Constantin: Bernard Solville
Adolfo Celi: Me Desbordes
Georges Géret: Basilio Hagon
Annie Cordy: Nina
Cathy Rosier: Cathy Mondor
Pierre Santini: Frank Mazier
Bob Asklöf: Bob (con il nome Bob Asklof)
Billy Kearns:
Carl Studer: Sam
Julie Dassin: Madeleine
Michèle Delacroix:
Danielle Durou:
Lucien Duval:
Robert Favart:
Antonia Lotito: (con il nome Antonella Lolito)
Pippo Merisi: Jackie, l’anguilla
Carlo Nell:
Jacques Rispal: Infermiere
Pierre Zannier:
Serge Leroy: (non accreditato)

Doppiatori italiani

Michele Kalamera: Bernard Solville
Gianni Musy: Basilio Hagon
Lorenza Biella: Cathy Mondor
Giancarlo Maestri: Frank Mazier
Antonio Guidi: Jackie, l’anguilla
Roberto Villa: Commissario

FOTO E POSTERS

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest