Un uomo da rispettare

Un uomo da rispettare è un film del 1972 diretto da Michele Lupo.

È un film poliziesco italiano e tedesco con Kirk Douglas, Giuliano Gemma e Florinda Bolkan.

Trama

Stephen Wallace, espertissimo scassinatore, esce dalle prigioni di Amburgo dove ha scontato due anni di pena, atteso dalla moglie Anna che spera di vederlo cambiar vita e da un boss del crimine, Müller, che gli propone subito invece, un colpo colossale (bottino; due milioni di dollari).

Deciso a tentare l’impresa per conto suo (il malloppo è nella cassaforte di una compagnia di assicurazioni, difesa da un formidabile sistema d’allarme) Stephen si trova un complice, l’acrobata italiano Marco al quale, seguendo un astutissimo piano, affida il compito di svaligiare mentre lui vuoterà la cassa dell’assicurazione, quella, assai meno fornita di un banco di pegni: Wallace si lascerà poi arrestare come autore del secondo colpo, per godersi, scontata una lieve pena, il suo bel mucchio di dollari.

Compiuta la sua parte Stephen si trasferisce nell’agenzia dei pegni da cui è appena sortito Marco e fa accorrere la polizia. Quando gli agenti scoprono il cadavere del guardiano, Stephen, il cui piano, per la dabbenaggine di Marco o per un suo diabolico calcolo, è ormai rovinato, scappa, benché gravemente ferito, e raggiunge il complice – in procinto di imbarcarsi coi due milioni di dollari sulla stessa nave con cui anche Anna, delusa dal marito ha deciso di partire. Ucciso Marco, Stephen si lascia docilmente arrestare.

Commento

 

 

Questo intrigante pellicola ha contrapposto il malvagio bandito Kirk Douglas contro il suo aiutante trapezista Giuliano Gemma e il suo ex capo criminale teutonico Wolfgang Preiss. Il regista Michele Lupo vanta un intreccio, un tradimento e un inseguimento da demolizione-derby ad Amburgo, in Germania. “Un uomo da rispettare” trae beneficio dalla fantastica cinematografia widescreen di “Il buono, il brutto e il brutto”, il fotografo Tonino Delli Colli e il suo uso degli angoli di inclinazione. Il compositore Ennio Morricone contribuisce con una partitura orchestrale minimalista mentre Lupo si affida alla Sinfonia 40 di Mozart in due scene. Il colpo di scena è che il nostro eroe anti-eroe mette in scena una rapina ma progetta di essere catturato per un’altra rapina così da sviare la polizia tedesca ed i malvagi. Naturalmente, nulla va come previsto in questo ingegnoso film. Come il criminale “Dollars” di Richard Brooks (1971), il film di Lupo si concentra su una banca che contiene sistemi di sicurezza ultra-sofisticati per salvaguardare le proprie risorse.

Douglas con la solita classe, mentre Gemma – che ritorna trapezista – e Puppo si scatenano in lunghi inseguimenti e lotte corpo a corpo. Sorprendente la Bolkan.

Coproduce Marina Cicogna per la Paramount, Manolo Bolognini conduce la produzione, location tedesche, troupe e cast misti: Lupo è stato tra i pochi registi italiani a fare il verso a Melville con risultati sorprendentemente positivi.

Curiosità

Selezionato da Quentin Tarantino per il quarto QT Film Festival(2000) ad Austin in Texas.Il film è stato presentato nella sezione Heist Thriller Night Triple Bill.La particolarità dell’evento sta nel fatto che tutte le pellicole proposte dal regista vengono direttamente dalla sua collezione privata.

Uscite all’ estero

West Germany 8 December 1972
Japan 9 December 1972
Sweden 16 April 1973
France 27 September 1973
France 27 September 1973 (Paris)
Norway 1 October 1973
Finland 12 October 1973
Portugal 25 October 1973
Turkey December 1973
Turkey 10 December 1973
USA May 1974
Hungary 16 May 1974
Netherlands 6 June 1974
Italy 31 December 1974
Philippines 11 December 1975 (Davao)

Titoli all’ estero

Hearts and Minds
Argentina Un hombre para respetar
Austria Ein achtbarer Mann
Australia The Master Touch
Belgium (Flemish title) Een man met lef
Belgium (French title) Un homme à respecter
Bulgaria (Bulgarian title) Перфектно престъпление
Brazil Um Homem a Respeitar
Canada (English title) The Master Touch
Chile Un hombre para respetar
Colombia Un hombre para respetar
Spain Un hombre a respetar
Finland Miljoonan dollarin mies
France Un homme à respecter
UK A Man to Respect
Greece (video title) Ena axiosevasto katharma
Greece (video title) Megali epafi
Hungary Kettős bűntény Hamburgban
Ireland (English title) A Man to Respect
Japan (English title) The Big Man
Japan Za Bigguman
Mexico Un hombre para respetar
Netherlands Een man met lef
New Zealand (English title) The Master Touch
Philippines (English title) A Man to Respect
Pakistan (English title) A Man to Respect
Poland Człowiek godny szacunku
Portugal Um Homem de Respeito
Romania Un om de respect
Sweden En smart stöt, Steve!
Soviet Union (Russian title) (transliterated ISO-LATIN-1 title) Chelovek, s kotorym schitayutsya
Soviet Union (Russian title) Человек, с которым считаются
Turkey (Turkish title) Beklenen adam
USA (video title) A Man to Respect
USA (pre-release title) Hearts and Minds
USA The Master Touch
Venezuela Un hombre para respetar
West Germany Ein achtbarer Mann
World-wide (English title) The Master Touch

Locations

 

 

Il film, diretto da Michele Lupo su una sceneggiatura di Roberto Leoni, Nico Ducci e Mino Roli e dello stesso Lupo con il soggetto di Roberto Leoni e Franco Bucceri, fu prodotto da Marina Cicogna per la Paramount-Orion Filmproduktion e la Verona Produzione e girato a Roma e ad Amburgo

Secondo il Morandini “Lupo è un piccolo maestro nel cinema d’azione di serie B.

Vota la recensione
[Total: 1 Average: 5]

 

Story
1
Actors
1
Music
1
Director
1
Average
  Loading, please wait yasr-loader

 

Un uomo da rispettare
Paese di produzione Italia, Germania Ovest
Anno 1972
Durata 112 min
Rapporto 1,78: 1
Genere poliziesco, drammatico
Regia Michele Lupo
Soggetto Roberto Leoni, Franco Bucceri
Sceneggiatura Roberto Leoni, Franco Bucceri, Nico Ducci, Mino Roli, Michele Lupo
Produttore Marina Cicogna
Produttore esecutivo Manolo Bolognini
Casa di produzione Paramount-Orion Filmproduktion, Verona Produzione
Fotografia Tonino Delli Colli
Montaggio Antonietta Zita (accreditato come Tony Zita)
Effetti speciali Dario Micheli
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Francesco Bronzi
Costumi Enrico Sabbatini
Trucco Maria Teresa Corridoni

Interpreti e personaggi

Kirk Douglas: Steve Wallace
Giuliano Gemma: Marco
Florinda Bolkan: Anna
Wolfgang Preiss: Miller
Reinhard Kolldehoff: detective Hoffman
Romano Puppo: tenente di Miller
Bruno Corazzari: Eric
Allen Stanley
Vittorio Fanfoni
Luigi Antonio Guerra
Herbert A.E. Böhme: capitano Hansmunsen
Peter Kuiper: Gustav

FOTO E POSTERS

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterest